Novità gennaio 2012


Strategie processuali
Prescrizione
Condoni


I REATI EDILIZI E LE SENTENZE ASSOLUTORIE
CON 124 QUESITI RISOLTI

 

I REATI EDILIZI
E LE SENTENZE ASSOLUTORIE

Il confine tra opere legittime e opere abusive è spesso indefinito: errare nell’individuare la fattispecie o il procedimento provoca gravi conseguenze giuridiche e giudiziarie, anche penali.

Questo nuovo Manuale, aggiornato con il il D.L. 70/2011 convertito in L. 106/2011 che modifica il procedimento per il rilascio del permesso di costruire, affronta in dettaglio opere e procedimenti, sanzioni e contenzioso, abusi e condono, approfondendo gli aspetti tipici dei singoli reati edilizi e urbanistici che enuclea in base alle indicazioni della Corte di Cassazione, del Consiglio di Stato, dei Tribunali di merito.

Corredato da un Formulario, replicato su Cd-Rom per la personalizzazione e la stampa, il volume fornisce la più efficace disamina pratica di una materia con non poche difficoltà interpretative e applicative,
ed è articolato come segue:

1. Il governo del territorio ed il nuovo condono
1.1. La materia urbanistica
1.2. I riferimenti normativi
1.3. La riforma urbanistica del 2005
1.4. Il “fine” ed il “mezzo” del nuovo condono edilizio: la legittimazione dell’immobile sanato
1.5. Ambito soggettivo del nuovo condono edilizio
1.6. Gli abusi edilizi condonabili: limiti volumetrici e temporali
1.7. Fattispecie abusive sanabili
1.8. Abusi non sanabili: l’art. 32, d.l. n. 269/2003
1.9. I vincoli urbanistici e gli interventi edilizi realizzati nelle zone vincolate
1.9.1. Le opere abusive sanabili su aree sottoposte a vincoli
1.10. La problematica relativa all’abrogazione dei reati edilizi
1.11. La sospensione del procedimento penale

2. I soggetti nei reati edilizi ed urbanistici
2.1. La natura giuridica dei reati edilizi ed urbanistici: da reati propri a reati comuni
2.2. I soggetti previsti dall’art. 29, d.P.R. n. 380/2001
2.3. La responsabilità del direttore dei lavori

3. I reati previsti dall’art. 44, lett. a) e b) del d.P.R. n. 380/2001
3.1. Gli elementi costitutivi del reato
3.2. Le tipologie di interventi edilizi
3.3. Il permesso di costruire ed il procedimento amministrativo
3.4. Opere relative ad attività liberalizzate
3.4.1. Opere soggette a denuncia di inizio attività
3.4.2. La tutela del terzo alla luce della sentenza 15/2011 e della l. 148/2011
3.4.3. La c.d. “super d.i.a.” e la legislazione regionale
3.4.4. La s.c.i.a., con particolare riferimento alla s.c.i.a. edilizia
3.5. Le opere interne
3.6. Il cambio di destinazione d’uso
3.7. Le pertinenze
3.8. Riferimenti normativi degli interventi edilizi realizzati in totale difformità
3.9. Riferimenti normativi delle variazioni essenziali
3.10. Il regime giuridico vigente relativo all’apertura ed alla coltivazione delle cave
3.11. Riferimenti normativi dell’ordine di sospensione
3.12. L’evoluzione del reato di prosecuzione dei lavori nonostante l’ordine di sospensione
3.12.1. La natura giuridica dell’ordine di demolizione
3.12.2. La demolizione delle opere abusive
3.12.3. Le due procedure per la repressione dei reati edilizi
3.12.4. L’inottemperanza all’ordine di demolizione
3.12.5. L’ordine di demolizione e la sentenza di patteggiamento
3.13. I procedimenti cautelari
3.14. L’art. 44, lett. b), d.P.R. n. 380/2001: le costruzioni abusive in assenza del permesso di costruire
3.14.1. La disapplicazione dell’atto giuridico invalido: le proposte della dottrina e della giurisprudenza
3.15. L’inosservanza delle norme, prescrizioni e modalità esecutive previste dai regolamenti edilizi

4. Il reato di lottizzazione abusiva
4.1. Riferimenti normativi e nozione di lottizzazione abusiva
4.2. La lottizzazione materiale
4.3. La lottizzazione cartolare
4.4. Il certificato di destinazione urbanistica
4.5. L’attività di lottizzazione dei terreni e gli strumenti urbanistici di riferimento
4.6. Gli elementi costitutivi del reato di lottizzazione abusiva
4.7. Il concorso di persone nel reato di lottizzazione abusiva
4.8. La responsabilità del notaio
4.9. La confisca dei terreni abusivamente lottizzati

FORMULARIO
1. Memoria dell’indagato a seguito di opposizione alla richiesta di archiviazione della p.o.
2. Memoria difensiva ex art. 415-bis, comma 3 c.p.p.
3. Costituzione di parte civile di enti e associazioni ambientaliste
4. Richiesta di riesame del decreto di sequestro preventivo finalizzato alla confisca
5. Appello della parte civile in tema di distanze tra costruzioni
6. Atto di appello del dirigente del servizio urbanistico
7. Appello dell’imputato in tema di prescrizione del reato urbanistico
8. Ricorso in Cassazione dell’imputato in tema di prescrizione dettata dalla legge regionale
9. Incidente di esecuzione in materia di annullamento parziale dell’ordine di demolizione
10. Incidente di esecuzione in materia di sospensione dell’ordine di esecuzione

GIURISPRUDENZA RAGIONATA
GIURISPRUDENZA PENALE DI LEGITTIMITÀ
GIURISPRUDENZA PENALE DI MERITO
GIURISPRUDENZA AMMINISTRATIVA


CASI RISOLTI
I. Profili di diritto penale generale in materia urbanistico-edilizia
II. Soggetti responsabili
III. Le singole contravvenzioni
IV. Accertamento in sanatoria, condono e sospensione dell’esercizio dell’azione penale

» A. Moroni, Avvocato.

Per ricevere
I REATI EDILIZI E LE SENTENZE ASSOLUTORIE
Maggioli Editore - Novità gennaio 2012
pp. 686 - F.to cm. 17x24 - ISBN 70476
al prezzo speciale di euro 66,60
invece di euro 74,00
clicchi su:

ACQUISTO ON LINE

Deducibilità fiscale delle opere acquistate
La spesa documentata nella fattura - sempre allegata all'ordine - è fiscalmente deducibile ai sensi degli articoli 54-56 TUIR.

Garanzie a tutela del Suo acquisto
- Per ogni ulteriore informazione in merito alla presente promozione contatti il Servizio Clienti Maggioli Editore clienti.editore@maggioli.it.
- Ai sensi del D.Lgs. 22.5.1999, n. 185, art. 5, Lei ha facoltà di esercitare il diritto di recesso, restituendo il prodotto acquistato entro 10 giorni lavorativi dalla data di ricevimento del medesimo.