Novità febbraio 2012




INTERVENTI IN EDILIZIA E REGOLE PER COSTRUIRE
Due novità giurisprudenziali

• Datazione della conoscenza
e conoscibilità
dei rischi ambientali
e occupazionali

• Responsabilità penale
dei soggetti coinvolti


 

INTERVENTI IN EDILIZIA E REGOLE PER COSTRUIRE

Edilizia libera, nuove costruzioni, ristrutturazioni, cambi di destinazione d’uso, beni culturali, aree paesaggistiche, vincoli idrogeologici, distanze tra gli edifici, zone di rispetto, conglomerati cementizi armati, zone sismiche: la seconda edizione di questa apprezzatissima Guida, aggiornata con il Decreto Monti, chiarisce finalità e ambito operativo delle procedure amministrative e delle norme da rispettare nell’esecuzione dei differenti interventi edilizi.

Di taglio essenziale, caratterizzato dalla contestuale disponibilità della modulistica d’uso
(formule), degli schemi procedurali (mappe), delle ultime sentenze di riferimento, il volume illustra e dirime i dubbi tecnico-legali ricorrenti sui seguenti argomenti:

1. INTERVENTI EDILIZI LIBERI
Modalità operative per gli interventi edilizi di minore entità.
Interventi di edilizia libera senza comunicazione.
Interventi di edilizia libera con comunicazione.
Interventi di edilizia libera con comunicazione e relazione tecnica.

9 sentenze
1 mappa
2 formule:
› Comunicazione attività edilizia libera › Relazione tecnica asseverata dei lavori per attività edilizia libera

2. INTERVENTI DI NUOVA COSTRUZIONE
Concetto di costruzione.
Antenne ripetitori.
Cancelli.
Cimiteri.
Costruzioni interrate.
Impianti alimentati da fonti rinnovabili.
Impianti di carburante.
Impianti di generazione elettrica alimentati da biomasse, gas di discarica, gas residuati dai processi di depurazione e biogas.
Impianti eolici.
Impianti idroelettrici e geotermoelettrici.
Impianti solari fotovoltaici.
Impianti sportivi.
Insegne e tabelle pubblicitarie.
Lavori agricoli.
Mansarde e sottotetti.
Mura di recinzione, mura di contenimento.
Palloni pressostatici.
Piscine.
Pertinenze.
Pertinenze e parcheggi.
Pontili galleggianti.
Porticati.
Prefabbricati.
Recinzioni.
Roulotte, case mobili, cassoni.
Soppalchi.
Torri anemometriche.

41 sentenze
1 mappa
4 formule: › Domanda di permesso di costruire › Dichiarazione di conformità › Comunicazione di inizio lavori › Comunicazione di fine lavori


3. INTERVENTI CON RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA O RISTRUTTURAZIONE URBANISTICA

Ristrutturazione edilizia.
Totale demolizione e ricostruzione.
Ristrutturazione urbanistica.

16 sentenze
1 mappa
2 formule › Domanda di permesso di costruire per interventi di ristrutturazione edilizia › Dichiarazione di conformità


4. INTERVENTI CON MUTAMENTO DI DESTINAZIONE D'USO
La destinazione d’uso.
Individuazione della pregressa destinazione d’uso.
Mutamento materiale e mutamento funzionale.
Mutamento di destinazione e conseguenze penali.

18 sentenze
1 mappa
3 formule: › Domanda di permesso di costruire per cambiamento di destinazione d’uso › Dichiarazione di conformità › Denuncia di inizio attività per cambiamento di destinazione d’uso


5. INTERVENTI EDILIZI SU BENI CULTURALI
I beni culturali.
I vincoli sui beni culturali.
L’autorizzazione per interventi di natura edilizia.
Gli interventi urgenti.
Violazioni e sanzioni amministrative.
Le condotte costituenti reato.
L’uso illecito.
L’inosservanza delle prescrizioni di tutela indiretta.

11 sentenze
1 mappa
1 formula › Autorizzazione per l’esecuzione di opere e lavori su beni culturali


6. INTERVENTI EDILIZI IN AREE PAESAGGISTICHE
I beni paesaggistici.
L’autorizzazione per gli interventi edilizi.
Le attività che richiedono l’autorizzazione.
Autorizzazione paesaggistica per interventi di lieve entità.
Le violazioni amministrative.
Le violazioni penali.

19 sentenze
1 mappa
1 formula › Domanda di autorizzazione paesaggistica


7. INTERVENTI EDILIZI IN AREE CON VINCOLO IDROGEOLOGICO
Natura.
Vincoli ed attività edilizia.
Le sanzioni.

10 sentenze
1 mappa
1 formula › Richiesta di autorizzazione per lavori edili ai fini del vincolo idrogeologico


8. INTERVENTI EDILIZI E DISTANZE TRA GLI EDIFICI

Le limitazioni legali al diritto di costruire.
Le forme di tutela.
La nozione di “costruzione”.
Il criterio di prevenzione.
Prevenzione e strumento urbanistico.
L’interpello preventivo.
La natura cogente o dispositiva della normativa sulle sanzioni.
Irrilevanza, nei rapporti fra privati, di sanatorie e condoni.

21 sentenze
1 mappa
1 formula › Atto di citazione per violazione delle distanze legali fra costruzioni


9. INTERVENTI EDILIZI E ZONE DI RISPETTO
Le zone di rispetto.
I cimiteri.
Le ferrovie.
Il demanio marittimo.
Gli aeroporti.
Le acque pubbliche.
Le strade.

22 sentenze
1 mappa


10. INTERVENTI IN CONGLOMERATO CEMENTIZIO ED A STRUTTURA METALLICA
Ambito di applicazione.
La progettazione, la direzione e l’esecuzione delle opere.
La denuncia dei lavori e la relazione finale.
I documenti da conservare in cantiere.
Il collaudo statico.

10 sentenze
1 mappa
2 formule › Denuncia di opere in conglomerato cementizio armato, normale e precompresso ad a struttura metallica › Nomina del collaudatore


11. INTERVENTI IN ZONA SISMICA
Ambito di applicazione.
Le norme tecniche.
Le deroghe.
Le deroghe alla normativa civilistica.
Obbligo di preavviso ed autorizzazione all’inizio dei lavori.
Le sanzioni penali.
Soggetti responsabili.

11 sentenze
1 mappa
2 formule › Denuncia dei lavori e presentazione progetto

» N. D’Angelo, Magistrato di appello.

Per ricevere
INTERVENTI IN EDILIZIA E REGOLE PER COSTRUIRE
Maggioli Editore - II edizione febbraio 2012
pagine 270 + Cd-Rom - F.to cm. 17x24 - ISBN 71324
al prezzo speciale di euro 30,60
invece di euro 34,00
clicchi su:

ACQUISTO ON LINE

Deducibilità fiscale delle opere acquistate
La spesa documentata nella fattura - sempre allegata all'ordine - è fiscalmente deducibile ai sensi degli articoli 54-56 TUIR.

Garanzie a tutela del Suo acquisto
- Per ogni ulteriore informazione in merito alla presente promozione contatti il Servizio Clienti Maggioli Editore clienti.editore@maggioli.it.
- Ai sensi del D.Lgs. 22.5.1999, n. 185, art. 5, Lei ha facoltà di esercitare il diritto di recesso, restituendo il prodotto acquistato entro 10 giorni lavorativi dalla data di ricevimento del medesimo.