Manuale della collana "Progettazione, Tecniche & Materiali" di Maggioli Editore

La progettazione
esecutiva
in zona sismica
di strutture
di fondazioni


Progettazione geotecnica
Le basi del progetto
Fondazioni superficiali
Fondazioni su pali

Progetto comparativo

Fondazioni. Progettazione esecutiva in zona sismica.

Con Cd-Rom allegato
che contiene:


Esempi di progetto
Dettagli esecutivi

Sussidi di calcolo

Prezzo intero 68,00 euro
Sconto 10%
nel modulo d'ordine


Fondazioni
progettazione esecutiva in zona sismica

L'ing. G. Albano, specializzato in ingegneria strutturale e sismica, e noto autore di numerosi testi sulla materia, fornisce ai Tecnici un nuovo strumento professionale-operativo per la progettazione esecutiva di strutture di fondazioni.

Illustra inizialmente la progettazione geotecnica, come prescritta nel capitolo 6 delle Norme Tecniche per le Costruzioni, individuando le principali fasi in cui deve articolarsi un progetto geotecnico: dalla modellazione geologica e geotecnica alla morfologia, dalla idrologia alla idrogeologia, fino ad arrivare ai mezzi di indagini e prove in sito.

Affronta quindi i criteri generali di progetto relativi a fondazioni superficiali e fondazioni su pali riportando anche la capacità portante secondo l’Eurocodice 7, metodo analitico e semi empirico.

Evidenzia successivamente l’importanza delle azioni sulle strutture, carichi, sovraccarichi d’esercizio, classificazione delle azioni, azione sismica; stabilisce i requisiti delle strutture di fondazione in zona sismica con principi e regole dettate dall’Eurocodice 7 e dalle NTC per quanto riguarda, ad esempio, i collegamenti orizzontali.

Per le fondazioni superficiali analizza il calcolo della capacità portante attraverso lo schema di Prandtl e Terzaghi, Meyerhof, Brich-Hansen, Eurocodice 7. Sono trattati i cedimenti per terreni coesivi saturi e per terreni sabbiosi. Sono dati diversi esempi di calcolo.

Per le fondazioni su pali contempla le tipologie costruttive e la capacità portante, laterale e di base, del singolo palo in terreni coesivi ed incoerenti; cenni sono forniti sui cedimenti per pali infissi e trivellati in terreni coesivi e non.

Infine, a livello esemplificativo analizza per un unico edificio le diverse soluzioni fondali che, dipendenti dalla caratteristiche geologiche del terreno, forniscono un raffronto tra i diversi sistemi: a travi rovesce, a platea, a plinti collegati, plinti su pali. Interessanti sono i risultati di paragone ottenuti analizzando le quantità di materiali necessari ed i costi indicativi per ogni tipologia fondale.

Nel Cd-Rom allegato sono dati esempi di progetto, dettagli esecutivi, sussidi di calcolo.



Struttura dell'opera:


CAPITOLO I
PROGETTAZIONE GEOTECNICA

Disposizioni generali
• Oggetto delle norme
• Prescrizioni generali
Articolazione del progetto
• Caratterizzazione e modellazione geologica del sito
   Esempio eli caratterizzazione e modellazione geologica del sito
   - Premessa
   - Quadro geologico e caratteri strutturali
   - Morfologia e morfoevoluzione
   - Idrografia e idrogeologia
• Indagini, caratterizzazione e modellazione geotecnica
   Esempio di indagini e modellazione geotecnica
   - Premessa
   - Caratterizzazione e modellazione geotecnica
   - Considerazioni geotecniche
• Relazione geotecnica
   Esempio di relazione geotecnica
   - Descrizione generale dell'opera
   - Normativa di riferimento
   - Indagini geognostiche Y) 29
   - Caratterizzazione e modellazione geo tecnica e pericolosità sismica del sito.
   - Scelta tipologica delle opere di fondazione
   - Verifiche di sicurezza
• Verifiche della sicurezza e delle prestazioni
   Verifiche nei confronti degli stati limite ultimi(SLU)
   Verifiche nei confronti degli stati limite ultimi idraulici
   Verifiche nei confronti degli stati limite di eserci zio (SLE)
• Impiego del metodo osservazionale
• Monitoraggio del complesso opera-terreno
   Premessa
   Supervisione
   Verifica dei requisiti dcl
   Monitoratagio
   Manutenzione
Opere di Fondazione
• Criteri generali di progetto
• Fondazioni superficiali
   Verifiche agli stati limite ultimi SLL
   - Stabilita globale
   - Capacità portante seconde EC- 55
   Verifiche agli stati limite di esercizio (SLE 60
• Fondazioni su pali 61
   Verifiche agli stati limite ultimi (SLU)
   - Resistenze di pali soggetti a carichi assiali
   - Resistenze di pali soggetti a carichi trasversali
   Verifiche agli stati limite di esercizio (SLE)
   Verifiche agli stati limite ultimi (SLU) delle fondazioni miste
   Verifiche agli stati limite eli esercizio (SLE) delle Fondazioni miste
   Aspetti costruttivi
   Controlli d'integrità dei pali
   Prove di carico
   - Prove di progetto su pali pilota
   - Prove di verifica in corso d'opera

CAPITOLO II
LE BASI DEL PROGETTO DELLE FONDAZIONI

Le azioni sulle strutture
Classificazione delle azioni
Azione sismica
• Vita nominale
• Classi d'uso
• Periodo di riferimento per l'azione sismica
• Categorie di sottosuolo e condizioni topografiche
• Valutazione dell'azione sismica
   Generalità
   Descrizione del moto sismico in superficie e sul piano di fondazione
   Spettro di risposta elastico in accelerazione
   - Spettro di risposta elastico in accelerazione delle componenti orizzontali
   - Spettro di risposta elastico in accelerazione della componente verticale
   - Spettro di risposta elastico in spostamento delle componenti orizzontali
   Spostamento orizzontale e velocità orizzontale del terreno
   Spettri di progetto per gli stati limite di esercizio
   Spettri di progetto per gli stati limite ultimi
• Esempio di calcolo dell'azione sismica
Caratteristiche meccaniche del calcestruzzo
• Caratteristiche meccaniche del cls
• Durabilità del conglomerato cementizio
• Vita in servizio del conglomerato cementizio
Caratteristiche meccaniche dell'acciaio per calcestruzzo
Requisiti eli strutture di fondazione in zona sismica
• Considerazioni Eurocodice 7
• Considerazione NTC2008
   Collegamenti orizzontali tra fondazioni

CAPITOLO III
FONDAZIONI SUPERFICIALI

Capacità portante delle fondazioni superficiali
Calcolo della capacità portante (J. Facciorusso, C. Madiai, G. Vannucchi)
• Schema di Prandtl
• Schema di TerzaLdii
• Equazione generale di capacità portante di fondazioni su perficiali
Scelta dei parametri di resistenza del terreno
• Analisi in termini di tensioni efficaci (condizioni drenate)
• Analisi in termini di tensioni totali (condizioni non drena te)
• Effetto della compressibilità del terreno di fondazione
Esempi eli calcolo della capacità portante
• Plinto quadrato
• Nastriforme 100 x 500 cm
Cedimenti di fondazioni superficiali
• Generalità
• Cedimenti per terreni coesivi saturi
• Cedimenti per terreni sabbiosi
   Formulazione di Burland e Burbidge
   Formulazione di Berardi e Lancellotta (1991)
• Esempi di calcolo cedimenti
   Cedimenti edometrici (IS CcdoEdo)
   Cedimenti su terreni sabbiosi (IS CedoGran)
Progettazione plinto singolo
• Generalità
• Relazione di calcolo
Progettazione di plinti collegati

CAPITOLO IV
FONDAZIONI SU PALI
Introduzione
Capacità portante di un palo
• Generalità
• Pali in terreni coesivi (valutazione di Q,)
• Pali in terreni coesivi (valutazione di Q,)
• Pali in terreni incoerenti (valutazione di Q,)
• Pali in terreni incoerenti (valutazione di 0;.,)
Cedimenti (da IS Pali, Domen s.r.l.)
Progettazione di plinto su pali
• Tipologie strutturali utilizzate
• Stratigrafia
• Normativa di calcolo
• Tipo di verifica scelta - Caratteristiche materiali
• Casi di carico
• Verifiche geotecniche
• Verifiche strutturali
• Armature
• Calcoli dei pali
   Relazione dati
   Relazione
   Relazione di calcolo

CAPITOLO V
PROGETTO COMPARATICO
Generalità
Introduzione al progetto
• Caratteristiche dei materiali
• Suolo di fondazione
• Analisi dei carichi
• Azione sismica
• Azioni sulla struttura
Fondazioni a travi rovesce
• Dati generali analisi sismica
• Riepilogo modi di vibrare
• Reazioni vincolare esterne per effetto del sisma
• Verifiche dì ripartizione delle forze sismiche
• Carico limite (Fondazione)
• Tensioni sul terreno (-nappa)
Fondazioni a platea
• Dati generali analisi sismica
• Riepilogo modi di vibrazione
• Reazioni vincolavi esterne per effetto del sisma
• Verifiche di ripartizione delle forze sismiche
• Carico limite (Fondazione)
• Tensioni sul tenvno (mappa)
Fondazioni a plinti collegati
• Dati gengivali analisi sismica
• Riepilogo modi di vibvave
• Reazioni vincolavi esterne per effetto del sisma
• Verifiche di ripartizione delle forze sismiche
• Carico limite (Fondazione)
• Tensioni sul terreno (mappa a colori)
Fondazioni plinti su pali
• Dati generali analisi sismica
• Riepilogo modi di vibrare
• Reazioni vincolavi esterne pei- effetto del sisma
• Verifiche di ripartizione delle forze sismiche
• Verifiche SLU dei pali
Confronto
• Modo di vibrazione n. 1 SLU
• Spostamenti per effetto del sisma
• Ripartizione forze sismiche
• Tensioni massime sul terreno
• Materiali in fondazione
• Costi indicati delle diverse soluzioni


Bibliografia

Indice delle figure
Indice delle tabelle
Indice analitico


a cura di:
Giuseppe Albano, è ingegnere civile, specializzato in ingegneria strutturale e sismica; è noto autore di numerosi testi sulla materia, relatore di convegni e seminari e istruttore esterno esperto di antisismica presso per l’Ufficio Struttura Tecnica Provinciale (ex Genio Civile) di Foggia; collabora con docenti del Dipartimento di Ingegneria strutturale del Politecnico di Torino; è coordinatore del Servizio di calcolo strutturale di MaggioliEngineering.

Per ricevere subito
Fondazioni
Progettazione esecutiva in zona sismica

Maggioli Editore - Novità giugno 2011
Guida progettuale di 348 pagine più Cd-Rom - F.to cm. 21x29,7 - ISBN 6688.6
al prezzo speciale di 61,20
anzichè euro 68,00 (sconto 10% nel modulo d'ordine)

ACQUISTA ON LINE

Deducibilità fiscale delle opere acquistate
La spesa documentata nella fattura - sempre allegata all'ordine
- è fiscalmente deducibile ai sensi degli articoli 54-56 TUIR.

Garanzie a tutela del Suo acquisto
- Per ogni ulteriore informazione in merito alla presente promozione
contatti il Servizio Clienti Maggioli Editore al NUMERO VERDE 800-846061.
- Ai sensi del D.Lgs. 22.5.1999, n. 185, art. 5, Lei ha facoltà di esercitare il diritto di recesso,
restituendo il prodotto acquistato entro 10 giorni lavorativi dalla data di ricevimento del medesimo.

<< TORNA ALLA PAGINA INIZIALE