I Manuali di edilizia & urbanistica di Maggioli Editore

A cura di M. Palumbo, Architetto e Senior fellow del McLuhan Program in Culture and technology dell’Università di Toronto.

ARCHITETTURA PRODUTTIVA: PRINCIPI DI PROGETTAZIONE ECOLOGICA

Volume illustrato a colori di pagine 276


ARCHITETTURA PRODUTTIVA

Strumento pratico e concettuale, questo libro-manifesto risponde al bisogno di una architettura capace di produrre ricchezza - primaria ed essenziale - che dia sostegno alla vita attraverso forme di oggettività e di rigore, logico e metodologico, etico e linguistico.

Una architettura operativa, leggera ma al tempo stesso corazzata, innervata dalla tecnologia appropriata, cioè quella più adatta al contesto naturale locale, alle risorse disponibili e alle forze in campo. Ma anche una architettura ibrida perché un edificio oggi può e deve essere una macchina e al tempo stesso un paesaggio: un giardino, un orto, un supporto al mondo organico vegetale e animale.

Il volume si articola in una serie di capitoli, affidati ciascuno ad un esperto del settore, che affrontano le tematiche chiave per una nuova ecologia del costruire:

Struttura dell'opera:

1.L’IMPRONTA ECOLOGICA, UN INDICATORE PER LA SOSTENIBILITA'
Lo sviluppo sostenibile.
L’impronta e la capacità di carico.
Il bilancio ambientale.
Il giorno del sorpasso.
La superficie come unità di misura.
Valutare e comunicare la sostenibilità.

2. L’APPROCCIO BIOCLIMATICO ALLA PROGETTAZIONE
Scenari.
Città, politiche e progetto.
Mappe.

3. STRATEGIE PASSIVE PER IL CONTENIMENTO ENERGETICO
Concepire edifici a “sangue freddo”.
Il riscaldamento e raffrescamento passivo.
La serra solare.
La ventilazione passiva.
L’illuminazione naturale.

4. ENERGIE PER LA TERRA, A PROPOSITO DI IMPIANTI E SIMULAZIONI
L’Analisi ovvero il tempo degli umani tecnologici e i tempi della biosfera.
Il Metodo ovvero “Come fare?”.
Le modalità del consumo energetico.
Le modalità della produzione energetica.
La scala della produzione energetica.
L’intermittenza delle fonti rinnovabili e la necessità di un mix energetico.
Verso l’autonomia energetica dalle fonti fossili.
Trattare i flussi di energia naturali richiede attenzioni differenti dai flussi di energia fossile.
Alcuni strumenti:
a) Le superfici ed i volumi.
b) Simulazioni.
c) Esercitazioni di sostenibilità energetica.

5. L’IMPIEGO DEL FOTOVOLTAICO NEL PROGETTO DELL'ARCHITETTURA PRODUTTIVA
L’impronta energetica.
Cosa è cambiato, o meglio, cosa sta cambiando oggi?
Come si progettano questi nuovi paesaggi?
Innanzitutto: che cos’è il fotovoltaico?
Quanta energia può generare un sistema fotovoltaico?
Quanto deve essere grande un sistema fotovoltaico?
Come si scelgono i moduli fotovoltaici?
Edifici produttivi.

6. ENERGIA EOLICA, PROGETTARE I PAESAGGI DEL VENTO
Il progetto paesaggistico come risposta ai problemi dell’eolico di grande dimensione.
Scegliere le aree adeguate all’istallazione.
Minieolico.

7. PAESAGGI DA "ABITARE"
Fra architettura e paesaggio.
Decalogo di buone pratiche.

8. AGRICOLTURA URBANA
Il verde produttivo.
L’Orto di Fedro e altri orti.
Il verde verticale.
Perché coltivare in città è ecologico.

9. LA GESTIONE DELL'ACQUA
Perché è necessario cambiare la gestione domestica dell’acqua.
Idee per la gestione sostenibile delle acque in città.
La raccolta e il riuso delle acque di pioggia.
Le separazione, il trattamento e il riuso delle acque grigie.
Le tecniche di depurazione naturale (fitodepurazione).
La gestione sostenibile del drenaggio urbano.

10. IL RIFIUTO DEL RIFIUTO
L’illusione dello smaltimento: come nascondere una montagna di rifiuti alta come il Monte Bianco.
Le grandi discariche planetarie: l’aria, l’acqua, il suolo.
Il termovalorizzatore: non basta la parola per trasformare uno spreco in un successo.
Se, quando e cosa può convenire bruciare.
Da consumatori passivi a persone libere di scegliere.
Imitare la biosfera: non produrre rifiuti.

11. LA MOBILITA'
L’interazione su trasporti e territorio e la dipendenza della città dall’auto.
Una politica per le localizzazioni.
Modelli insediativi di riferimento.
Il trasporto pubblico e la ciclo-pedonalità.
Quali sistemi di trasporto pubblico.
La continuità percettiva dello spostamento.
La priorità pedonale e ciclabile.
Il diritto ad una mobilità sostenibile.

12. CITTA' SOSTENIBILI E SMART CITIES

L’ecosistema urbano.
Tecnologia e società.
I paradigmi di riferimento della Smart City.
Il network europeo per le Smart Cities.

13. IMPRONTE URBANE, ESPERIENZE DI PARTECIPAZIONE
La sensibilizzazione dei più piccoli.
Il bilancio partecipato.
Ragazzi pionieri della riqualificazione.
La gestione diretta di un parco da parte dei cittadini.
Un cantiere partecipato.

14. UN MODELLO PER LA CITTA' SOSTENIBILE

Roma Frammenti per una città modello:
1. Il paesaggio.
2. I quartieri.
3. La città comune.

a cura di:
M. Palumbo, Architetto e Senior fellow del McLuhan Program in Culture and technology dell’Università di Toronto.

Per ricevere
ARCHITETTURA PRODUTTIVA:
PRINCIPI DI PROGETTAZIONE ECOLOGICA

Maggioli Editore - Novità febbraio 2012
Pagine 276 - F.to cm. 15,5x21,5 - ISBN 6849.8
al prezzo speciale di Euro 35,10
anziché Euro 39,00
clicchi su
(sconto 10% nel modulo d'ordine)


ACQUISTA ON LINE

Deducibilità fiscale delle opere acquistate
La spesa documentata nella fattura - sempre allegata all'ordine
- è fiscalmente deducibile ai sensi degli articoli 54-56 TUIR.

Garanzie a tutela del Suo acquisto
- Per ogni ulteriore informazione in merito alla presente promozione
contatti il Servizio Clienti Maggioli Editore servizio.clienti@maggioli.it.
- Ai sensi del D.Lgs. 22.5.1999, n. 185, art. 5, Lei ha facoltà di esercitare il diritto di recesso,
restituendo il prodotto acquistato entro 10 giorni lavorativi dalla data di ricevimento del medesimo.

<< TORNA ALLA PAGINA INIZIALE