I Manuali della collana "Sicurezza e Cantiere"  di Maggioli Editore


GUIDA ALLA MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI

 


GUIDA ALLA MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI

Il libro si rivolge sia agli imprenditori sia ai consulenti sulla sicurezza, presentandosi come un manuale pratico con il preciso scopo di supportare il datore di Lavoro nel momento più cruciale della gestione aziendale: prendere decisioni.

La movimentazione manuale dei carichi costituisce un rischio trasversale, praticamente presente in tutte le attività manifatturiere.
Sono moltissime infatti le imprese con mansioni specifiche che espongono una parte del
personale al rischio movimentazione manuale dei carichi o ai movimenti ripetitivi.

Ogni volta che viene eseguito un cambio di mansione o una modifica di ciclo lavorativo,
il datore di lavoro deve inevitabilmente aggiornare la valutazione dei rischi, accertarsi
che la movimentazione rientri nei parametri di accettabilità, studiare soluzioni operative
alternative, capire come distribuire i compiti e, se necessario, modificare il protocollo
sanitario.


L’autore, dopo la trattazione classica del metodo di valutazione secondo le norme ISO,
propone alcune esperienze concrete per consentire al lettore di comprendere come
applicare le normative nei casi reali.

Nel dettaglio:

PARTE I – MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI

1. Generalità
2. Problematiche cliniche e patologiche di sollevamento carichi
2.1. Il rachide
3. Legislazione
3.1. Provvedimenti iniziali
3.2. Il d.lgs. 81/2008
3.2.1. Definizione
3.2.2. Obblighi di sorveglianza sanitaria
3.2.3. Obblighi di legge previst
3.2.4. Allegato XXXIII
4. Verifiche preliminari
4.1. Verifiche per valutare se l’azienda è soggetta o no alla movimentazione manuale dei carichi
4.1.1. Dati da acquisire
4.1.2. Condizioni di esclusione
4.2. Criteri disponibili di analisi
4.3. Fattori penalizzanti
4.4. Individuazione di situazioni proibite
4.4.1. Posizioni proibite
4.4.2. Patologie limitanti
5. Modalità standardizzate per la valutazione dei rischi
5.1. Valutazione ai fini sanitari
5.1.1. Valutazione con metodo NIOSH
5.2. Modello per la valutazione del sollevamento e trasporto dei carichi utilizzando la Norma ISO 11228 – Parte 1
5.3. Criterio UNI 1005
5.4. Sollevamento composto
5.5. Ulteriori sviluppi normativi
5.6. Attuazione pratica
5.6.1. Procedura
5.6.2. Modalità di esecuzione delle fasi di procedura
5.6.3. Esempi pratici
• Sollevamento ruote presso un gommista
• Sollevamento pezzi per autofficina
• Sollevamento pezzi da lavorazione in officina meccanica
• Ritiro rotoli all’uscita di una macchina
• Caricamento furgone
• Sollevamento scatole
• Sollevamento abiti
6. Informazione e formazione per il personale
6.1. Informazione ai lavoratori
6.2. Formazione
6.3. Altre regole di prevenzione
6.4. DPI
6.5. Soluzioni operative per il sollevamento
• Utilizzo di carrelli a pantografo
• Sollevamento con ventosa o pinza
• Macchinari
• Movimentazione dei fusti
• Movimentazione ospedaliera
6.6. Formazione sulla movimentazione extra-aziendale
7. Giurisprudenza
7.1. Sanzioni
7.2. Sentenze
8. Articoli di rilievo del d.lgs. 81/2008

PARTE II – TRASCINAMENTO DEI CARICHI
9. Modalità di trascinamento carichi
9.1. Ambiti di applicazione
9.2. Parametri principali
9.3. Valutazione del rischio ai fini sanitari
9.4. Interpretazione dei risultati
9.4.1. Note sulla normativa precedente
9.4.2. Norme attuali
9.4.3. Limiti di impiego
9.5. Esempi pratici
• Spinta carrello porta-attrezzi in autofficina
9.6. Formazione
9.6.1. Informazione ai lavoratori
9.6.2. Formazione mirata alle azioni
9.6.3. Altre regole di prevenzione
9.7. Soluzioni operative per il trascinamento

PARTE III – MOVIMENTI RIPETUTI
10. Movimenti ripetuti nell’attività lavorativa
10.1. Inquadramento applicativo
10.2. Patologie tipiche di movimenti ripetuti
10.3. Termini e definizioni
10.3.1. Termini e definizioni nell’ambito dei movimenti
ripetuti
10.3.2. Termini e definizioni nell’ambito delle posture
10.4. Esame della situazione
10.4.1. Fattori da analizzare
10.4.2. Fattori da determinare
11. Dati importanti per la valutazione del rischio
11.1. Modalità di raccolta dati
11.1.1. Esame della postazione di lavoro
11.1.2. Analisi approfondita di un filmato
11.2. Modalità di misura dei dati
11.3. Organizzazione dei dati
11.4. Calcolo dei tempi di recupero
12. Valutazione del rischio secondo Norma ISO 11228 – Parte III
12.1. Verifica di esclusione
12.2. Valutazione con metodo OCRA
12.3. Soluzioni operative per movimenti ripetuti
12.4. Valutazione con ISO 11228-3
12.5. Formazione
12.6. Formazione sulla movimentazione extra-aziendale
12.7. Procedura di analisi
13. Esempi pratici
Esempio 1 – Mansione considerata: telefonista in un call center
Esempio 2 – Mansione considerata: cassiera supermercato
Esempio 3 – Mansione considerata: commessa in negozio vestiti
Esempio 4 – Mansione considerata: operaia in pelletteria
14. Formazione
14.1. Informazione ai lavoratori
14.2. Formazione mirata alle azioni
15. Giurisprudenza

Realizzata da
A. Taddei, ingegnere chimico libero professionista, si occupa di impiantistica energetica, tutela ambientale e sicurezza nei luoghi di lavoro e nei cantieri edili.

Per ricevere
GUIDA ALLA MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI
Maggioli Editore - Novità ottobre 2014
pagine 228, formato 17x24, ISBN 781742
al prezzo speciale di euro 27,00
anziché euro 30,00

(sconto 10% nel modulo d'ordine)
clicchi su


ACQUISTA ON LINE


Deducibilità fiscale delle opere acquistate
La spesa documentata nella fattura - sempre allegata all'ordine
- è fiscalmente deducibile ai sensi degli articoli 54-56 TUIR.

Garanzie a tutela del Suo acquisto
- Per ogni ulteriore informazione in merito alla presente promozione
contatti il Servizio Clienti Maggioli Editore: servizio.clienti@maggioli.it.
- Ai sensi del D.Lgs. 22.5.1999, n. 185, art. 5, Lei ha facoltà di esercitare il diritto di recesso,
restituendo il prodotto acquistato entro 10 giorni lavorativi dalla data di ricevimento del medesimo.

<< TORNA ALLA PAGINA INIZIALE