I Manuali di edilizia & urbanistica di Maggioli Editore

Con 11 esempi di calcolo per stimare
la convenienza
degli incentivi ottenibili

IL CONTO TERMICO

 


IL CONTO TERMICO

Dal D.M. 28 dicembre 2012 alle Regole applicative definitive pubblicate dal GSE (Gestore dei Servizi Energetici): questa Guida costituisce utile compendio esplicativo ed esemplificativo delle modalità di incentivazione per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili e per piccoli interventi di incremento dell’efficienza energetica, con rimborsi cospicui delle spese sostenute da privati e pubbliche amministrazioni.

L’introduzione di un sistema di contributi in conto impianti di tipo rateale per singole abitazioni, condomini, imprese e pubblica amministrazione, apre uno scenario di particolare interesse per i Professionisti tecnici, chiamati a vario titolo a progettare, asseverare e certificare gli interventi di risparmio energetico, quali garanti della loro rispondenza ai requisiti richiesti dal decreto.

Realizzato dall’Ingegnere M. Scuderi, specializzato in ingegneria sanitaria e ambientale, con la collaborazione degli Ingegneri A. D’Erchia e O. Notarfrancesco per la parte relativa agli aspetti tecnici e di calcolo degli incentivi ottenibili, il testo illustra e chiarisce ogni risvolto attuativo del D.M. 28 dicembre 2012, arricchendo l’esposizione con undici differenti esemplificazioni pratiche:

Esempio 1 - Calcolo dell’incentivo ricavabile in seguito ad un intervento di coibentazione esterna della copertura e delle pareti laterali di un edificio scolastico ubicato in zona climatica E.
Esempio 2 - Calcolo dell’incentivo ricavabile in seguito ad un intervento di sostituzione di chiusure trasparenti nella sede di agenzia provinciale per il turismo ubicata in zona climatica C.
Esempio 3 - Calcolo dell’incentivo ricavabile in seguito all’installazione di un generatore a condensazione in sede periferica di Ente Regione ubicata in zona climatica C.
Esempio 4 - Calcolo dell’incentivo ricavabile con un intervento di sostituzione di vecchie caldaie a gasolio con una caldaia a condensazione a gas naturale in un condominio ATER ubicato in zona climatica E.
Esempio 5 - Calcolo dell’incentivo ricavabile con interventi di: coibentazione della copertura, delle pareti perimetrali e del pavimento, sostituzione degli infissi e dell’impianto termico con caldaia a condensazione e rete di distribuzione a pavimento, integrato con impianto solare termico, in scuola per l’infanzia ubicata in zona climatica E.
Esempio 6 - Calcolo dell’incentivo ricavabile con sostituzione di impianto di climatizzazione invernale con impianto fornito di pompa di calore elettrica aria-acqua per riscaldamento, raffrescamento e acqua calda sanitaria in appartamento di 100 mq ubicato in zona climatica E.
Esempio 7 - Calcolo dell’incentivo ricavabile nel caso di installazione in zona climatica E di una pompa di calore a gas aria-aria per un appartamento di 140 mq in riscaldamento e raffrescamento.
Esempio 8 - Calcolo dell’incentivo ricavabile nel caso di installazione, per sostituzione di impianto esistente in zona climatica D, di una caldaia a biomassa.
Esempio 9 - Calcolo dell’incentivo ricavabile nel caso di installazione, per sostituzione di impianto esistente in zona climatica E, di un termocamino.
Esempio 10 - Calcolo dell’incentivo ricavabile per un intervento di installazione in una scuola dotata di palestra di un impianto solare termico costituito da collettori piani con accumulo di litri 1.500 e accessori per ACS in sistema a circolazione forzata.
Esempio 11 - Calcolo dell’incentivo ricavabile per un intervento di installazione in una scuola dotata di palestra di un impianto solare termico costituito da collettori piani con accumulo di litri 2.000 e accessori per ACS in sistema a circolazione forzata.

Questi in dettaglio gli argomenti trattati nel volume, corredati di 13 figure e numerose tabelle:

1. ASPETTI NORMATIVI
› Ambiti di applicazione.
› Soggetti che possono fare richiesta degli incentivi.
› Tipologie di interventi incentivabili.
› Spese ammissibili.
› Entità e durata dell’incentivo.
› Modalità di accesso all’incentivo.
› I contenuti della scheda-domanda di incentivo e modalità di accettazione dell’incentivo.
› Cumulabilità con altri incentivi comunitari, statali, regionali e comunali.
› Adempimenti a carico del GSE.
› Adempimenti a carico dell’ENEA (Unità Tecnica per l’Efficienza Energetica dell’ENEA).
› Adempimenti a carico del soggetto responsabile (soggetto che ha sostenuto le spese).
› Adempimenti a carico dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas.
› Monitoraggio e relazioni.
› Diagnosi e certificazione energetica e costi massimi delle prestazioni professionali incentivabili.
› Misure di accompagnamento.
› I costi dell’incentivazione per i beneficiari.

2. ASPETTI TECNICI E CALCOLO DEGLI INCENTIVI OTTENIBILI
› Interventi incentivati per le pubbliche amministrazioni (Allegato I - Interventi di incremento dell’efficienza energetica) con esempi esplicativi: • Isolamento di superfici opache. • Sostituzione di chiusure trasparenti, comprensive di infissi. • Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale utilizzanti generatori di calore a condensazione. • Installazione di sistemi di schermatura e/o ombreggiamento di chiusure trasparenti con esposizione da est-sud-est (ESE) a ovest (O), fissi o mobili, non trasportabili.

› Interventi incentivati per pubbliche amministrazioni e soggetti privati (Allegato II - Criteri di ammissibilità e calcolo degli incentivi per gli interventi di produzione di energia termica da fonti rinnovabili ed incremento dell’efficienza energetica) con esempi esplicativi: • Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale dotati di pompe di calore, elettriche o a gas, utilizzanti energia aerotermica, geotermica o idrotermica. • Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale o di riscaldamento delle serre esistenti e dei fabbricati rurali esistenti con impianti di climatizzazione invernale dotati di generatore di calore alimentato da biomasse. • Installazione di collettori solari termici, anche abbinati a sistemi di solar cooling. • Sostituzione di scaldacqua elettrici con scaldacqua a pompa di calore.

» Appendice A - Decreto ministeriale 28 dicembre 2012 - Incentivazione della produzione di energia termica da fonti rinnovabili ed interventi di efficienza energetica di piccole dimensioni.
» Appendice B - D.Lgs. 3 marzo 2011, n. 28 - Attuazione della Direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili, recante modifica e successiva abrogazione delle Direttive 2001/77/CE e 2003/30/CE (art. 28).

» Appendice C - Elenco delle principali norme in materia di efficienza energetica.

a cura di:
B. De Nisco, Ingegnere, master in HBA ed energie rinnovabili, libero professionista, progettista di impianti integrati e tecnologie speciali per gli edifici.

Per ricevere
IL CONTO TERMICO
Maggioli Editore - Novità maggio 2013
Pagine 162 - Formato 15x21 - ISBN 7903.9
al prezzo speciale di euro 22,50
anziché euro 25,00
(sconto 10% nel modulo d'ordine)

clicchi su
ACQUISTA ON LINE

Deducibilità fiscale delle opere acquistate
La spesa documentata nella fattura - sempre allegata all'ordine
- è fiscalmente deducibile ai sensi degli articoli 54-56 TUIR.

Garanzie a tutela del Suo acquisto
- Per ogni ulteriore informazione in merito alla presente promozione
contatti il Servizio Clienti Maggioli Editore: servizio.clienti@maggioli.it.
- Ai sensi del D.Lgs. 22.5.1999, n. 185, art. 5, Lei ha facoltà di esercitare il diritto di recesso,
restituendo il prodotto acquistato entro 10 giorni lavorativi dalla data di ricevimento del medesimo.

<< TORNA ALLA PAGINA INIZIALE