Novità maggio 2012


L’evoluzione normativa
• La cartella esattoriale
• L’avviso di accertamento esecutivo
• La sospensione
amministrativa e giudiziaria
• Il pagamento rateale
delle somme iscritte a ruolo
• Le misure cautelari a tutela
del credito erariale
• L’attuale sistema
delle compensazioni
• Le procedure esecutive
in ambito esattoriale
• Casi pratici risolti

La nuova riscossione dei tributi

In Appendice
la più recente normativa, giurisprudenza
e prassi di settore

LA NUOVA RISCOSSIONE DEI TRIBUTI
Dopo il Decreto Monti e il Decreto Semplificazione fiscale

Dal 1° ottobre sono in vigore le disposizioni che concentrano nel cosiddetto "Atto Unico" l'avviso di accertamento e la fase di riscossione, saltando quella di iscrizione a ruolo.

La procedura - differita dal Decreto sviluppo 2011 e ulteriormente circoscritta dalla Manovra Finanziaria, ha subito ulteriori interventi ad opera del Decreto Salva Italia e dal più recente Decreto Semplificazione fiscale (D.L. 2 marzo 2012, n. 16 convertito in L. 26 aprile 2012, n. 44).

Alla luce di queste modifiche la nuova edizione di questa apprezzatissima Opera, ampliata con una trattazione dedicata alle procedure esecutive in ambito esattoriale, fornisce un quadro dettagliato delle novità legislative e procedurali grazie al supporto di casi pratici risolti.

Dall'eliminazione dell'iscrizione a ruolo all'introduzione di altri istituti - quali l'accertamento esecutivo e l'avviso di addebito, alle nuove modalità di azione a garanzia del contribuente - tutte le misure delineate dal nuovo scenario normativo sono qui analizzate nel dettaglio dei seguenti capitoli:

1 La riscossione dei tributi e la sua evoluzione normativa: dagli esattori agli agenti della riscossione
1.1 La figura dell’esattore ed il passaggio ai concessionari della riscossione
1.2 Il potenziamento della riscossione
1.3 L’attuale sistema: dai concessionari agli agenti della riscossione
1.4 I poteri dell’agente della riscossione
1.4.1 Accesso alle banche dati e poteri istruttori
1.4.2 Garanzie del contribuente nel corso delle attività istruttorie ‘‘esattive’’
1.4.3 Il regime delle autorizzazioni
1.4.4 Sospensione dei pagamenti da parte delle P.A.
1.4.5 Richiesta di “dichiarazione stragiudiziale”

2 La riscossione attraverso la cartella esattoriale
2.1 Il ruolo e il procedimento di formazione
2.2 Limiti alla riscossione di crediti di modesta entità
2.3 Pagamento delle cartelle e interessi
2.3.1 Interessi
2.4 La riscossione frazionata in pendenza di giudizio
2.5 Riscossione frazionata per le sanzioni
2.6 Rimborsi a seguito di decisione del giudice tributario
2.7 La notifica delle cartelle esattoriali
2.7.1 La notifica in mani proprie
2.7.2 La notifica nel comune di residenza
2.7.3 La notifica a soggetti irreperibili
2.7.4 La notifica alle persone giuridiche
2.7.5 Notifica agli eredi
2.7.6 La notificazione a mezzo posta
2.7.7 Notificazioni all’estero
2.8 Termini di decadenza e di prescrizione
2.9 Le nuove misure speciali di riscossione coattiva delle rate residue da condono

3 Il nuovo accertamento esecutivo
3.1 Premessa: concentrazione della riscossione nell’accertamento
3.2 Le nuove funzioni attribuite all’Agenzia delle entrate
3.3 Ambito di applicazione della nuova procedura
3.3.1 Atti di contestazione e avvisi di irrogazione sanzioni
3.3.2 Somme dovute in base a sentenze
3.3.3 Importi dovuti in base a conciliazioni giudiziali
3.4 L’intimazione ad adempiere
3.4.1 Versamento nei termini
3.4.2 Versamento nel caso di proposizione di un ricorso
3.4.3 Somme dovute in caso di omesso versamento degli importi dovuti in base all’accertamento entro il termine di 60 giorni: l’ulteriore sanzione del 30 per cento
3.5 L’efficacia esecutiva dell’avviso di accertamento e la riscossione integrale
3.6 La sospensione amministrativa o giudiziale dell’avviso di accertamento
3.7 La dilazione di pagamento
3.8 La tutela in caso di omessa o irrituale notifica dell’avviso di accertamento
3.9 Riscossione INPS
3.10 L’avviso di presa in carico dell’Agente per la riscossione
3.11 L’accertamento esecutivo doganale

4 La sospensione amministrativa e giudiziaria
4.1 La sospensione dell’esecuzione da parte dell’ente creditore
4.1.1 L’autocertificazione da presentare all’agente della riscossione
4.2 La sospensione giudiziale
4.2.1 Atti oggetto di sospensione
4.2.2 Modalità di presentazione e di redazione dell’istanza
4.2.3 Procedimento
4.2.4 La tempistica di concessione della sospensione
4.2.5 Effetti del provvedimento
4.2.6 Comunicazione al concessionario
4.2.7 Tutela cautelare nei gradi successivi
4.2.8 L’esecuzione del provvedimento di sospensione

5 Il pagamento rateale delle somme iscritte a ruolo
5.1 La rateazione ed il nuovo quadro normativo di apertura al contribuente
5.1.1 La soppressione dell’obbligo di garanzia
5.1.2 Gli indirizzi di prassi forniti da Equitalia
5.2 Presupposti per ottenere la dilazione
5.3 Procedura
5.4 Effetti prodotti dalla presentazione dell’istanza di rateazione
5.5 Modalità di pagamento
5.6 Decadenza dal beneficio e proroga della rateazione
5.7 La rateizzazione delle somme dovute a seguito di controllo formale o sostanziale delle dichiarazioni
5.8 Osservazioni conclusive
Istanze di rateazione
Prospetto per la determinazione dell’Indice di Liquidità e dell’Indice Alfa

6 Le misure cautelari in un nuovo quadro normativo di maggiore tutela per il contribuente
6.1 Le misure cautelari in capo all’agente della riscossione
6.1.1 Il fermo dei beni mobili registrati cd. ganasce fiscali
6.1.1.1 Garanzie per il contribuente
6.1.1.2 Impugnabilità del preavviso di fermo
6.1.2 L’ipoteca
6.1.2.1 Impugnabilità dell’ipoteca esattoriale
6.1.3 La cancellazione del fermo e dell’iscrizione di ipoteca e le spese correlate
6.2 Le misure cautelari in capo all’ente impositore
6.2.1 Premessa
6.2.2 Raffronto con la giurisdizione ordinaria e quella amministrativa
6.2.3 Le misure cautelari
6.2.4 Ambito di applicazione oggettivo
6.2.5 Titolari della legittimazione attiva e destinatari
6.2.6 I presupposti
6.2.7 Profili operativi
6.2.8 Procedimento
6.2.9 Revoca e cauzione
6.2.10 Perdita di efficacia del provvedimento
6.2.11 Attività successive al provvedimento
6.2.12 Le spese del giudizio
6.2.13 Mezzi alternativi alle misure cautelari esaminate
6.3 La sospensione dei rimborsi IVA
6.4 Il ruolo straordinario
6.5 Rapporti con le altre misure cautelari
6.6 Sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte

7 L’attuale sistema delle compensazioni
7.1 Premessa: il sistema della compensazione
7.1.1 Soggetti beneficiari
7.1.2 Limiti temporali per la compensazione orizzontale
7.1.3 Limite massimo di crediti d’imposta e contributi compensabili
7.2 La recente legislazione in tema di compensazioni
7.3 Le sanzioni applicabili nel caso di indebita compensazione
7.3.1 Sanzione applicabile in caso di liquidazione automatica della dichiarazione
7.3.2 L’atto di recupero del credito
7.4 I nuovi limiti per la compensazione dei crediti IVA
7.4.1 La necessità di utilizzare il “canale telematico”
7.4.2 Visto di conformità
7.4.3 I chiarimenti dell’Agenzia delle entrate relativi ai crediti IVA
7.4.4 La competenza del Centro operativo di Venezia
7.5 La compensazione in presenza di ruoli scaduti
7.5.1 L’estinzione dei ruoli tramite compensazione
7.5.2 Limitazioni riferite alla compensazione “orizzontale”
7.5.3 Natura erariale dei crediti e debiti
7.5.4 Tipologia dei ruoli che impediscono la compensazione
7.5.5 Il divieto assoluto di compensazione.
7.5.6 La misura delle sanzioni applicabili
7.5.7 La compensazione in presenza di contenzioso
7.5.8 La compensazione nell’ambito del fallimento

8 Le procedure esecutive in ambito esattoriale
8.1 Premessa
8.2 Termini per l’avvio delle procedure
8.3 Espropriazione mobiliare
8.3.1 L’intervento dei creditori
8.3.2 La vendita dei beni pignorati
8.4 Pignoramento presso terzi
8.5 Il pignoramento di beni immobili
8.5.1 Presupposti
8.5.2 Pignoramento
8.5.3 Vendita e assegnazione dei beni
8.6 L’intervento nell’esecuzione promossa da altri creditori e la surroga
8.7 Le opposizioni all’esecuzione e agli atti esecutivi
8.7.1 L’opposizione di terzi
8.8 La sospensione dell’esecuzione
8.9 L’estinzione
8.10 L’azione di risarcimento
8.11 Rapporti con la disciplina fallimentare

CASI RISOLTI
La riscossione attraverso la cartella esattoriale
1. Non rileva la data di iscrizione a ruolo per la notifica della cartella
2. Quando si prescrive la cartella ICI
3. È inesistente la notifica della cartella al vecchio amministratore
4. La definizione delle liti non consente il rimborso.
5. La responsabilità del liquidatore
L’avviso di accertamento esecutivo
6. L’immediata esecutività si applica anche alle sanzioni
7. L’accertamento esecutivo vale per l’anno 2007 e seguenti
8. L’esecutività riguarda le imposte erariali
9. L’istanza di sospensione è gratuita
10. Come regolarizzare l’omissione dell’indirizzo PEC
La sospensione amministrativa e giudiziaria
11. La sospensione dell’esecutività della cartella dopo sentenza di secondo grado
12. Il ricorso non esclude l’istanza all’Agenzia
13. Il ricorso non sospende la riscossione dell’imposta di registro
Il pagamento rateale delle somme iscritte a ruolo
14. L’avviso bonario si può rateizzare
15. Il pagamento della rata scaduta non può essere dilazionato
16. Il diniego di rateazione può essere impugnato
17. L’ulteriore dilazione per le rate non pagate
18. Gli interessi dovuti in caso di dilazione
19. È possibile ottenere la dilazione della cartella esattoriale nel caso di decadenza della rateazione di un avviso bonario
Le misure cautelari a tutela del credito erariale
20. La sospensione di 180 giorni non vale per le misure cautelari
21. Il contribuente non paga per la cancellazione del fermo
22. Non applicabile il fermo se l’auto è cointestata
23. È possibile sospendere il rimborso IVA nei limiti del credito erariale
24. Il fermo non si applica ai beni strumentali
25. Nel caso in cui Equitalia debba recuperare un credito di 50.000 euro può sempre cautelativamente prevedere ad iscrivere ipoteca sull’immobile di proprietà del contribuente?
L’attuale sistema delle compensazioni
26. La compensazione è ammessa in caso di rateazione
27. Un accertamento con adesione che si sta pagando ratealmente, blocca la compensazione se il debito residuo al 1° gennaio è superiore a 1.500 euro?
28. Il credito d’imposta si compensa liberamente
29. Il credito INPS si compensa anche in presenza di cartelle scadute
30. Con il Modello F24 si paga anche la cartella
31. L’importo del credito trimestrale si cumula con gli altri
32. La sanzione applicabile per l’errata apposizione del visto
APPENDICE
Normativa
Giurisprudenza
Circolari


» G. Confente, Avvocato tributarista, Docente al Master in Diritto tributario dell'Università Bocconi di Milano.
» M. Grimaldi, Funzionario Agenzia delle Entrate, Docente in corsi di formazione.

Per ricevere
LA NUOVA RISCOSSIONE DEI TRIBUTI
Maggioli Editore - Novità maggio 2012
pp. 322 - F.to cm. 17x24 - ISBN 71251
al prezzo speciale di euro 30,60
invece di euro 34,00 (sconto 10%)
clicchi su:

ACQUISTO ON LINE

Deducibilità fiscale delle opere acquistate
La spesa documentata nella fattura - sempre allegata all'ordine - è fiscalmente deducibile ai sensi degli articoli 54-56 TUIR.

Garanzie a tutela del Suo acquisto
- Per ogni ulteriore informazione in merito alla presente promozione contatti il Servizio Clienti Maggioli Editore clienti.editore@maggioli.it.
- Ai sensi del D.Lgs. 22.5.1999, n. 185, art. 5, Lei ha facoltà di esercitare il diritto di recesso, restituendo il prodotto acquistato entro 10 giorni lavorativi dalla data di ricevimento del medesimo.