Novità aprile 2012


• Sanzioni penali
• Sanzioni amministrative
• Ravvedimento
e regolarizzazioni



Sanzioni tributarie e ravvedimento operoso

Aggiornato con:

› Manovra bis 2011
(D.L. n. 138/2011, convertito con modificazioni in Legge n. 148/2011)
› Decreto "Salva Italia"
(D.L. n. 201/2011, convertito in Legge n. 214/2011)
› Decreto Semplificazione fiscale (D.L. n. 16/2012)

SANZIONI TRIBUTARIE
E RAVVEDIMENTO OPEROSO

IMPOSTE DIRETTE E INDIRETTE

Completa ed esaustiva, quest'Opera esamina in modo sistematico il complesso panorama sanzionatorio tributario ed amministrativo, tenuto conto delle recenti misure introdotte dalla c.d. "Manovra estiva 2011" (D.L. n. 138/2011, convertito con modificazioni in Legge n. 148/2011), varata dal Governo Monti allo scopo di garantire la stabilità del Paese e favorire lo sviluppo e la competitività.

Ricco di schemi esemplificativi, riferimenti normativi e prassi e corredato da un'ampia rassegna giurisprudenziale, il Manuale - aggiornato al Decreto "Salva Italia" (D.L. n. 201/2011, convertito in Legge n. 214/2011) e al recentissimo Decreto di semplificazione tributaria (D.L. 2 marzo 2012, n. 16) - approfondisce nello specifico il tema del ravvedimento operoso quale procedura volta alla regolarizzazione di omissioni ed irregolarità commesse dai contribuenti ai fini della riduzione delle sanzioni amministrative ed è così di seguito organizzato:


1. Le sanzioni penali in materia di I.V.A. e II.DD.
• La riforma dei reati tributari
- Determinazione degli elementi passivi fittizi e degli elementi attivi sottratti all’imposizione
- .Determinazione dell’imposta evasa
• I reati in materia di dichiarazione
- Art. 2: Dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti
- Art. 3: Dichiarazione fraudolenta mediante altri artifici
- Art. 4: Dichiarazione infedele; raffronto con le altre figure delittuose in materia di dichiarazione
- Art. 5: Omessa presentazione della dichiarazione
- Art. 10 bis: Omesso versamento di ritenute certificate
- Art. 10 ter: Omesso versamento dell’Iva dovuta in base alle risultanze della dichiarazione annuale
- Art. 10 quater: Indebita compensazione
• I delitti in materia di documenti e pagamento di imposte
- Art. 8: Emissione o rilascio di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti
- Art. 10: Occultamento o distruzione di documenti contabili
- Art. 11: Sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte
• Le disposizioni sul tentativo e sulle valutazioni
• Le disposizioni comuni (art.15 e 16 D.Lgs. n. 74/2000)
• Il principio di specialità
- Le problematiche applicative del principio di specialità in presenza di reati di danno
- Il comma 2 dell’art. 19; il radicale mutamento operato dall’art. 7 D.L. 269/2003 ed il ritorno alla responsabilità oggettiva per le sanzioni amministrative
• Assetto normativo delineato dal combinato disposto degli artt. 19, 20, 21 del D.Lgs. 74/2000 (Titolo IV)
• Gli istituti premiali di cui agli artt. 13 e 14
- La riforma del sistema sanzionatorio tributario contenuto nella c.d. “Manovra estiva” – D.L. n. 138/2011
- Alcune considerazioni in merito al raddoppio dei termini di accertamento tributario in presenza di violazioni di carattere penale, anche alla luce della Circolare dell’Agenzia delle Entrate n.54/E del 23.12.2009
Tabelle riepilogative

2. Le sanzioni amministrative in materia di I.V.A. e II.DD.
• L’attuale sistema sanzionatorio tributario non penale: i principi del D.Lgs. 472/1997
- Il principio di legalità
- La sanzione pecuniaria: definizione
- L’intrasmissibilità della sanzione agli eredi
- Le sanzioni accessorie
- Il principio della personalità della responsabilità
- La figura dell’autore mediato
- La responsabilità del consulente tributario
- Il concorso di persone
- Le cause di esclusione della punibilità
• Il concorso formale e la continuazione
- Il procedimento di irrogazione delle sanzioni
• Le sanzioni amministrative in materia di imposte dirette
• Le sanzioni amministrative in materia d’imposta sul valore aggiunto
• Le disposizioni comuni alle imposte dirette ed all’Iva

3. Il ravvedimento operoso
• Premessa
• Le caratteristiche dell’istituto del ravvedimento operoso
• Le modifiche apportate dal D.L. 29 novembre 2008 nr. 185
• Le modifiche apportate dall’art. 1, comma 20, lett. a), L. 13 dicembre 2010, n. 220
• La regolarizzazione delle violazioni meramente formali
Tabelle riepilogative

APPENDICE

- Risoluzioni
- Codici degli interessi da ravvedimento
- Codici sanzioni

APPENDICE NORMATIVA
- D.Lgs. 18 dicembre 1997, n. 471
- D.Lgs. 18 dicembre 1997, n. 472
- D.Lgs. 10 marzo 2000, n. 74 - Nuova disciplina dei reati in materia di imposte sui redditi e sul valore aggiunto, a norma dell’articolo 9 della legge 25 giugno 1999, n. 205

PRASSI

- Circolare 9 luglio 1998, n. 179
- Circolare 10 luglio 1998, n. 180
- Circolare 13 luglio 1998, n. 184
- Circolare dell’Agenzia delle Entrate nr.10/E del 19 marzo 2009
- Circolare dell’Agenzia delle Entrate n.54/E del 23.12.2009

GIURISPRUDENZA
- Sanzioni amministrative
- D.Lgs. 18 dicembre 1997, n. 471
- D.Lgs. 18 dicembre 1997 n. 472
- Sanzioni penali
- D.Lgs. 10 marzo 2000, n. 74

» A. Coscarelli, Ufficiale Superiore della Guardia di Finanza. Revisore contabile, abilitato all'esercizio della professione di avvocato ed a quella di dottore commercialista.
» N. Monfreda, Ufficiale della Guardia di Finanza. Esperto di diritto tributario.

Per ricevere
SANZIONI TRIBUTARIE E RAVVEDIMENTO OPEROSO
Maggioli Editore - Novità aprile 2012
pagine 424 - f.to cm. 17X24 - ISBN 7210x
al prezzo speciale di euro 35,10
invece di euro 39,00 (sconto 10%)
clicchi su:

ACQUISTO ON LINE

Deducibilità fiscale delle opere acquistate
La spesa documentata nella fattura - sempre allegata all'ordine - è fiscalmente deducibile ai sensi degli articoli 54-56 TUIR.

Garanzie a tutela del Suo acquisto
- Per ogni ulteriore informazione in merito alla presente promozione contatti il Servizio Clienti Maggioli Editore clienti.editore@maggioli.it
- Ai sensi del D.Lgs. 22.5.1999, n. 185, art. 5, Lei ha facoltà di esercitare il diritto di recesso, restituendo il prodotto acquistato entro 10 giorni lavorativi dalla data di ricevimento del medesimo.