Novità luglio 2012

› Contabilità dei costi

› Analisi dei costi
e decisioni aziendali

› Break-even analysis

› Centri di costo

› Fissazione del prezzo

› Activity-based costing

› Valutazione
delle rimanenze
di magazzino

Analisi e contabilità dei costi


Di Valerio Antonelli
e Raffaele D'Alessio

ANALISI E CONTABILITA' DEI COSTI

La contabilità dei costi è un passaggio obbligato per tutte le unità produttive che intraprendono un percorso di sviluppo e non trovano nella contabilità generale e nel bilancio d'esercizio informazioni sufficienti al proprio fabbisogno informativo.

Questo nuovo volume offre un quadro completo e approfondito delle problematiche inerenti questa tecnica direzionale, esaminandone tutti gli aspetti operativi e applicativi: classificazione dei costi, analisi degli andamenti e dei comportamenti dei costi, impiego dei costi per le decisioni aziendali, sistemi di calcolo dei costi, contabilità per centri di costo e activity-based costing, calcolo dei costi per la valutazione delle rimanenze di magazzino.

Corredata da Cd-Rom contenente tools di calcolo in formato excel atti a risolvere i più frequenti problemi decisionali, l'Opera è così articolata:

1. La contabilità analitica nel sistema di management accounting
1.1. Contabilità per la direzione
1.2. Contabilità analitica (o dei costi o industriale)

2. Nozioni introduttive e classificazioni dei costi
2.1. Nozioni fondamentali
2.1.1. Uscita, spesa, onere, costo
2.1.2. Fattori produttivi
2.1.3. Costi di acquisizione e di utilizzazione dei fattori produttivi
2.1.4. Costi classificati per natura o per destinazione
2.1.5. Costi misurati nello scambio e costi determinati per “riclassificazione”
2.1.6. Costi e sistemi contabili
2.2. Principi di determinazione dei costi
2.2.1. Perché si calcolano i costi
2.2.2. Di cosa si calcola il costo
2.2.3. Come si calcolano i costi
2.3. Classificazioni dei costi per scopi di determinazione
2.3.1. Costi speciali e comuni
2.3.2. Costi diretti e indiretti
2.3.3. Costi di utilizzazione e oneri figurativi
2.3.4. Costi preventivi e consuntivi
2.3.5. Costi parametrici, vincolati e discrezionali
2.3.6. Costi controllabili e non controllabili
2.3.7. Costi di processo e di commessa
2.3.8. Costo primo, industriale, di fabbricazione e commercializzazione, complessivo, economico-tecnico

3. L’analisi dei costi per le decisioni aziendali
3.1. Il problema decisionale.
3.1.1. I problemi decisionali in campo aziendale
3.1.2. Spazio e tempo nel problema decisionale in campo aziendale
3.1.3. Aspetti qualitativi e soggettivi nel problema decisionale in campo aziendale
3.2. Le decisioni di cui ci occupiamo nei prossimi capitoli
3.3. La classificazione dei costi per scopi decisionali: rilevanti, irrilevanti, alternativi totali e differenziali

4. Le decisioni di volume produttivo e costi: la break-even analysis
4.1. L’analisi degli andamenti e dei comportamenti dei costi
4.1.1. Condizioni necessarie per svolgere una corretta analisi dei costi
4.1.2. Andamenti dei costi costanti (o fissi).
4.1.3. Andamenti dei costi variabili
4.1.4. Andamenti “reali” e “misti” dei costi
4.2. Procedimenti di scomposizione dei costi in fissi e variabili
4.2.1. Metodo del minimo e del massimo
4.2.2. Metodo grafico
4.2.3. Regressione statistica (metodo dei minimi quadrati)
4.2.4. Approccio parametrico
4.2.5. Riclassificazione del conto economico o del piano dei conti
4.3. Costi totali e unitari
4.4. L’analisi costi-volumi-risultati
4.4.1. Qual è l’utilizzo per la break-even analysis in azienda?
4.4.2. Quali sono le ipotesi semplificatrici nel modello della break-even analysis?
4.4.3. Come si determina il punto di pareggio.
4.4.4. Il metodo algebrico
4.4.5. Il metodo grafico
4.4.6. Il profittogramma
4.4.7. Come migliorare il margine di sicurezza
4.5. La break-even analysis nelle aziende multiprodotto
4.6. La leva operativa
4.7. Il rischio operativo e la struttura dei costi
4.8. L’analisi di sensitività del break-even point
4.9 Il break-even time

5. Le decisioni di combinazione produttiva e il supporto delle determinazioni di costo
5.1. Introduzione
5.2. Analisi della redditività di prodotto mediante il conto economico marginalistico
5.3. Decisioni di mix produttivo
5.3.1. Decisione di aumento di volume di produzione-vendita (senza
vincoli)
5.3.2. Decisione di aumento di volume di produzione-vendita (a parità
di quota di mercato)
5.3.3. Decisione di aumento di volume di produzione-vendita (entro il
limite di capacità produttiva)
5.3.4. Decisione in merito a prodotti “in perdita”
5.3.5. Decisione di ampliamento del mix produttivo
5.3.6. Decisione di evadere un ordine fuori gamma
5.4. Decisioni di make-or-buy produttivo
5.5. Decisioni di esternalizzazione dei servizi aziendali
5.6. Le decisioni di spazio espositivo nelle imprese commerciali al dettaglio
5.6.1. Scelte di spazio espositivo
5.6.2. Fondamenti del Direct Product Costing (DPC)

6. Le decisioni in merito alla fissazione del prezzo
6.1. L’importanza delle decisioni di prezzo
6.2. I fattori che incidono sulla determinazione del prezzo
6.2.1. I fattori interni
6.2.2. I fattori esterni
6.3. I metodi di determinazione del prezzo
6.3.1. Il prezzo basato sui costi
6.3.2. Il prezzo basato sulla domanda
6.3.3. Il prezzo basato sul valore percepito dalla domanda
6.3.4. Il prezzo basato sulla concorrenza
6.4. Cenni sulle strategie di prezzo
6.5. Le decisioni di pricing nei mercati business to business

7. La progettazione dei sistemi di contabilità analitica
7.1. Dall’analisi dei costi alla determinazione dei costi
7.2. Come aggregare i costi elementari?
7.3. Con quali modalità effettuare il calcolo dei costi?
7.4. Gli oggetti del sistema di calcolo dei costi
7.5. L’assetto tecnico-contabile del sistema di rilevazione
7.6. Le metodologie di calcolo dei costi

8. La contabilità analitica a direct costing

8.1. Il direct costing
8.2. Il direct costing evoluto
8.3. Le applicazioni del direct costing
8.4. Quando preferire il direct costing al full costing

9. Il full costing
9.1. I costi comuni e il principio funzionale
9.1.1. Il problema della comunanza dei costi
9.1.2. Il principio funzionale o causale
9.2. Le basi di riparto
9.2.1. Il full costing (FC) a base unica
9.2.2. Il full costing a base multipla
9.3. Il full costing “a centri di costo”
9.3.1. Le modalità di svolgimento della contabilità a costi pieni per centri di costo
9.4. I processi produttivi e i centri di costo
9.5. La mappa dei centri di costo
9.6. La localizzazione dei costi nei centri
9.6.1. Costi di manodopera
9.6.2. Ammortamento
9.6.4. Servizi prestati da terzi
9.6.5. Materiali ausiliari e di consumo
9.6.6. Spese diverse industriali
9.7. La chiusura dei centri di costo intermedi
9.8. Calcolo dei “tassi unitari” di costo dei centri produttivi
9.9. Il calcolo del costo di prodotto: imputazione delle materie prime e di altri costi diretti
9.9.1. Le materie prime

10. Le forme di svolgimento della contabilità analitica
10.1. Le relazioni tra contabilità generale e contabilità analitica nei “sistemi tradizionali”
10.1.1. Il sistema unico
10.1.2. Il sistema duplice contabile
10.1.3. Il sistema duplice misto
10.2. I sistemi informativi, la soluzione “unica integrata” e gli ERP

11. L’Activity-Based Costing
11.1. Le innovazioni nella contabilità direzionale e l’approccio per attività
11.2. Le componenti dei sistemi activity-based costing
11.2.1. Il concetto di attività e i suoi aggregati
11.2.2. L’individuazione dei processi
11.2.3. La rappresentazione grafica dei processi
11.2.4. Il concetto di cost driver
11.2.5. Le risorse
11.2.6. Gli oggetti di costo
11.2.7. I costi a imputazione diretta.
11.3. L’ABC e la determinazione del costo pieno di prodotto
11.4. L’analisi dei margini con l’ABC
11.5. I punti di forza e di debolezza dell’ABC
11.6. I sistemi integrati centri di costo/attività
11.6.1. I criteri di progettazione
11.6.2. I modelli ibridi più diffusi
11.6.3. La variante ibrida proposta.
11.7. Il Time Driven Activity-Based Costing
11.7.1. La time equation
11.8. L’ABC: un caso applicativo

12. La contabilità dei costi nella valutazione delle rimanenze di magazzino
12.1. Introduzione
12.2. Configurazione del costo di produzione per la valutazione delle rimanenze di magazzino
12.2.1. Costi diretti di produzione
12.2.2. Costi indiretti di ragionevole imputazione
12.2.3. Oneri finanziari
12.3. Ripartizione dei costi indiretti
12.4. Costo dei beni fungibili
12.4.1. Costo medio ponderato
12.4.2. LIFO
12.4.3. LIFO a scatti
12.4.4. FIFO
12.5. Il costo delle produzioni congiunte
12.5.1. La produzione congiunta
12.5.2. Valutazione delle rimanenze derivanti da produzioni congiunte


» V. Antonelli, Professore ordinario di Economia aziendale, Università degli Studi di Salerno, membro della "Commissione Università" del CNDCEC, tesoriere della Società Italiana di Storia della Ragioneria, autore di numerose pubblicazioni.
» R. D'Alessio, Professore associato di Economia aziendale, Università degli Studi di Salerno, membro della Commissione per lo studio e la statuizione dei principi di revisione" del CNDCEC.

Per ricevere
ANALISI E CONTABILITA' DEI COSTI
Maggioli Editore - Novità luglio 2012
pagine 464 + cd-rom - f.to cm. 17x24 - ISBN 72924
al prezzo speciale di euro 46,80
invece di euro 52,00 (sconto 10%)
clicchi su:

ACQUISTO ON LINE

Deducibilità fiscale delle opere acquistate
La spesa documentata nella fattura - sempre allegata all'ordine - è fiscalmente deducibile ai sensi degli articoli 54-56 TUIR.

Garanzie a tutela del Suo acquisto
- Per ogni ulteriore informazione in merito alla presente promozione contatti il Servizio Clienti Maggioli Editore al servizio.clienti@maggioli.it.
- Ai sensi del D.Lgs. 22.5.1999, n. 185, art. 5, Lei ha facoltà di esercitare il diritto di recesso, restituendo il prodotto acquistato entro 10 giorni lavorativi dalla data di ricevimento del medesimo.