Novità dicembre 2012

• Poteri di indagine dell’Amministrazione Finanziaria
• Banche dati a disposizione dell’Agenzia delle Entrate
• Metodologie
di accertamento
delle imposte sui redditi
• Accertamento sintetico “puro”

Accertamento sintetico

• Confronto con la normativa previgente
• Aspetti procedurali dell’accertamento
• Contraddittorio e accertamento con adesione
• Difesa del contribuente
in sede di contenzioso


Aggiornato con la guida
alla compilazione
del nuovo Redditest















 

L'ACCERTAMENTO SINTETICO
Procedure applicative e difesa del contribuente

Questo nuovo volume opera un'analisi sistematica della disciplina dell'accertamento sintetico dei redditi delle persone fisiche, confrontando le disposizioni vigenti prima della revisione introdotta dal D.L. 31 maggio, n. 78, convertito con modificazioni dalla L. 30 luglio 2012, n. 122.

La trattazione si sofferma sugli aspetti procedurali dell'accertamento, con particolare riguardo alla difesa del contribuente in sede di contraddittorio con gli Uffici e agli strumenti deflattivi del contenzioso.

Vengono quindi suggerite possibili strategie difensive del contribuente in sede giudiziale, alla luce dei documenti di prassi e delle pronunce giurisprudenziali di legittimità e di merito.

Completata da una guida alla compilazione del software "Redditest", l'opera è così articolata:

1. Accertamento delle imposte sui redditi
1.1. INTRODUZIONE
1.2. POTERI DELL’AMMINISTRAZIONE FINANZIARIA

1.2.1. Poteri istruttori dell’Amministrazione Finanziaria
1.2.1.1. Accessi, ispezioni e verifiche
1.2.1.2. Inviti a comparire e ad esibire documenti
1.2.1.3. Indagini finanziarie
1.2.1.4. Questionari
1.2.1.5. Altre richieste di informazioni
1.2.2. Conseguenze dell’inottemperanza a richieste dell’Amministrazione

1.3. METODOLOGIE DI ACCERTAMENTO E CONTROLLO
1.3.1. Utilizzo delle presunzioni nell’accertamento tributario
1.3.1.1. Presunzioni legali e presunzioni semplici
1.3.1.2. Onere della prova
1.3.2. Accertamento analitico
1.3.2.1. Persone fisiche non esercenti attività d’impresa o di lavoro autonomo
1.3.2.2. Persone fisiche esercenti attività d’impresa o di lavoro autonomo
1.3.2.3. Società di persone e di capitali
1.3.3. Accertamento analitico-induttivo
1.3.3.1. Parametri e studi di settore
1.3.4. Accertamento induttivo
1.3.5. Accertamento sintetico
1.3.6. Accertamento d’ufficio
1.3.7. Controlli sulla dichiarazione
1.3.7.1. Liquidazione automatizzata delle dichiarazioni
1.3.7.2. Controllo formale delle dichiarazioni
1.4. TERMINI DI DECADENZA E INTEGRABILITÀ DELL’ACCERTAMENTO
1.4.1. Termini di notifica dell’avviso di accertamento
1.4.2. Unicità e integrabilità dell’avviso di accertamento
1.4.2.1. Accertamento integrativo
1.4.2.2. Accertamento parziale
1.4.2.3. Ulteriore azione accertatrice dell’Ufficio in presenza di rettifica in base a studi di settore
1.4.2.4. Annullamento in via di autotutela

2. Accertamento sintetico

2.1. LINEAMENTI GENERALI DELL’ACCERTAMENTO SINTETICO
2.1.1. Destinatari e ambito di applicazione
2.1.2. Evoluzione normativa
2.1.2.1. Riforma tributaria degli Anni Settanta
2.1.2.2. Legge n. 413 del 30.12.1991 e interventi successivi
2.1.2.3. Decreto Legge n. 78 del 31.5.2010
2.1.3. Coordinamento tra accertamento analitico e accertamento sintetico
2.2. NUOVO IMPULSO ALL’ATTIVITÀ DI ACCERTAMENTO SINTETICO
2.2.1. Raccolta e archiviazione delle informazioni
2.2.1.1. Anagrafe tributaria
2.2.1.2. Archivio dei rapporti finanziari
2.2.1.3. Altre banche dati
2.2.1.4. Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA
2.2.1.5. Scambi di informazioni
2.2.1.6. Campagne esterne
2.2.1.7. Beni concessi in godimento ai soci e familiari dell’imprenditore
2.2.2. Partecipazione dei Comuni all’accertamento
2.2.3. Piani straordinari dei controlli
2.3. ACCERTAMENTO SINTETICO ANTE DL 78/2010
2.3.1. Periodi d’imposta interessati
2.3.2. Presupposti per l’attivazione dell’accertamento sintetico
2.3.3. Oggetto dell’accertamento
2.3.4. Profili applicativi dell’accertamento sintetico
2.3.4.1. Redditometro
2.3.4.2. Spesa per incrementi patrimoniali
2.3.4.3. Altri elementi e circostanze di fatto certi
2.3.5. Procedura di accertamento
2.3.6. Difesa del contribuente
2.3.6.1. Natura delle presunzioni
2.3.6.2. Prova contraria
2.3.6.3. Riduzione giudiziale della pretesa tributaria
2.3.7. Limiti del “vecchio redditometro”
2.4. ACCERTAMENTO SINTETICO POST DL 78/2010
2.4.1. Obiettivi della riforma
2.4.2. Nuovo testo normativo
2.4.3. Periodi d’imposta interessati
2.4.3.1. Possibilità di utilizzo dello strumento evoluto anche per il passato
2.4.4. Presupposti per l’attivazione dell’accertamento sintetico
2.4.5. Oggetto dell’accertamento
2.4.6. Alternatività dei nuovi strumenti di accertamento
2.4.7. Accertamento sintetico puro
2.4.7.1. Spesa per incrementi patrimoniali
2.4.8. Redditometro
2.4.9. Limiti del nuovo accertamento sintetico
2.4.10.Procedura di accertamento e difesa del contribuente: rinvio
2.4.10.1. Iter procedurale
2.4.10.2. Obbligo di contraddittorio
2.4.10.3. Prova contraria
2.4.11. Tabella di raffronto fra vecchie e nuove disposizioni

3. Redditest

3.1. ASPETTI GENERALI
3.1.1. Finalità
3.1.2. Struttura e funzionamento del software
3.1.2.1. Classificazione dei contribuenti
3.1.2.2. Classificazione delle voci di spesa
3.1.2.3. Modello statistico-matematico
3.2. GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL REDDITEST
3.2.1. Sezione introduttiva
3.2.2. Sezione abitazioni
3.2.3. Sezione mezzi di trasporto
3.2.4. Sezione assicurazioni e contributi
3.2.5. Sezione istruzione
3.2.6. Sezione tempo libero e cura della persona
3.2.7. Sezione spese varie
3.2.8. Sezione investimenti e disinvestimenti
3.2.9. Risultato del test
3.3. SIMULAZIONE DI CASI PRATICI
3.3.1. Coppia con due figli
3.3.2. Coppia con un figlio
3.3.3. Coppia ultrasessantacinquenne
3.3.4. Persona sola
3.4. ASPETTI CRITICI
3.5. RAPPORTI FRA REDDITEST E FUTURO REDDITOMETRO


4. Procedura di accertamento
4.1. CONTRADDITTORIO CON L’UFFICIO E STRUMENTI DEFLATTIVI DEL CONTENZIOSO
4.1.1. Invito al contraddittorio preventivo
4.1.1.1. Decorrenza dell’obbligo di contraddittorio
4.1.1.2. Conseguenze della mancata instaurazione del contraddittorio
4.1.1.3. Conseguenze dell’inerzia del contribuente
4.1.2. Natura delle presunzioni
4.1.3. Difesa del contribuente in sede di contraddittorio
4.1.3.1. Elementi di prova forniti dal contribuente
4.1.3.2. Documentazione probatoria
4.1.3.3. Donazioni di denaro per l’acquisto di immobili
4.1.3.4. Chiamata in causa di altri soggetti
4.1.4. Strumenti deflattivi del contenzioso
4.1.4.1. Accertamento con adesione
4.1.4.2. Definizione dell’invito al contraddittorio
4.1.4.3. Definizione degli accertamenti emessi in base alle norme previgenti
4.2. ATTO DI ACCERTAMENTO
4.2.1. Requisiti dell’avviso di accertamento
4.2.1.1. Motivazione dell’accertamento
4.2.2. Effetti dell’avviso di accertamento
4.2.2.1. Funzione accertativa
4.2.2.2. Funzione di riscossione
4.2.2.3. Funzione esecutiva
4.2.2.4. Sospensione dell’esecuzione dell’atto
4.2.2.5. Dilazione del pagamento

5. Difesa del contribuente in sede contenziosa
5.1. PRONUNCE GIURISPRUDENZIALI
5.1.1. Questioni di legittimità costituzionale
5.1.1.1. Legittimità costituzionale dell’art. 38 del DPR 600/1973
5.1.1.2. Legittimità costituzionale dei decreti ministeriali di attuazione
5.1.1.3. Facoltà di disapplicazione
5.1.2. Giurisprudenza della Corte di Cassazione
5.1.2.1. Natura delle presunzioni secondo orientamenti consolidati
5.1.2.2. Natura delle presunzioni secondo i più recenti orientamenti
5.1.2.3. Contenuto e requisiti della prova a carico del contribuente
5.1.2.4. Contratti simulati
5.1.2.5. Accertamento basato su un unico elemento indice
5.1.2.6. Retroattività degli indici redditometrici
5.1.2.7. Esclusione dell’obbligo di previa determinazione analitica del reddito
5.1.3. Giurisprudenza di merito
5.2. DIRETTIVE AGLI UFFICI PER LA GESTIONE DEI RAPPORTI CON I CONTRIBUENTI
5.3. PREDISPOSIZIONE DELLA LINEA DIFENSIVA
5.3.1. Eccezioni in via pregiudiziale
5.3.1.1. Profili di incostituzionalità
5.3.1.2. Contrasto con i principi contenuti nello Statuto del contribuente
5.3.1.3. Contrasto con il diritto comunitario
5.3.2. Motivi di diritto
5.3.3. Motivi di fatto
5.3.4. Gestione del contenzioso in secondo grado

Appendice

NORMATIVA
PRASSI

» P. Costa, Dottore Commercialista e Revisore Legale.

Per ricevere subito
L'ACCERTAMENTO SINTETICO
Procedure applicative e difesa del contribuente
Maggioli Editore - Novità dicembre 2012
pagine 150 - F.to 21x29,7 - ISBN 67165
al prezzo speciale di euro 19,80
invece di euro 22,00 (sconto 10%)
clicchi su:

ACQUISTO ON LINE

Deducibilità fiscale delle opere acquistate
La spesa documentata nella fattura - sempre allegata all'ordine - è fiscalmente deducibile ai sensi degli articoli 54-56 TUIR.

Garanzie a tutela del Suo acquisto
- Per ogni ulteriore informazione in merito alla presente promozione contatti il Servizio Clienti Maggioli Editore clienti.editore@maggioli.it
- Ai sensi del D.Lgs. 22.5.1999, n. 185, art. 5, Lei ha facoltà di esercitare il diritto di recesso, restituendo il prodotto acquistato entro 10 giorni lavorativi dalla data di ricevimento del medesimo.