Novità ottobre 2013

› L’attività di accertamento
› L’accertamento sintetico
› Le indagini finanziarie
e il redditometro
› Il ‘‘nuovo’’ redditometro
› Le differenze tra ‘‘vecchio’’
e ‘‘nuovo’’ redditometro
› La selezione dei contribuenti
› I profili operativi
› La nozione di famiglia fiscale
› Lo scostamento del 20%
COME SI APPLICA IL REDDITOMETRO
› L’avvio del procedimento
› Il primo contraddittorio
› I criteri di determinazione
delle spese
› Il risparmio
› La determinazione del reddito
accertabile sinteticamente
› La difesa del contribuente
› L’accertamento con adesione
› L’irretroattività
del nuovo redditometro

COME SI APPLICA IL REDDITOMETRO

Con la circolare n. 24/E del 31 luglio 2013, l'agenzia delle entrate ha fornito i primi chiarimenti relativi all'applicazione del nuovo redditometro, superando le iniziali perplessità circa questo nuovo strumento di accertamento e ha avviato le procedure di controllo sulle spese sostenute nel corso dell'anno dai contribuenti.

Dopo un'analisi iniziale sull'attività di accertamento in generale - e di accertamento sintetico in particolare -, l'autore Nicola Forte, uno dei massimi esperti in materia, analizza il nuovo redditometro e lo pone a confronto con la precedente "versione", con particolare attenzione alle novità introdotte quale ad esempio l'utilizzo di dati Istat nella fase di primo contraddittorio e non di selezione.

Corredato di una serie di esempi su casi pratici, con conteggi svolti e tabelle riepilogative, questo nuovissimo manuale esplicativo fornisce indicazioni puntuali relative la raccolta dei documenti da utilizzare nell'ipotesi di convocazione da parte dell'agenzia delle entrate e si configura come uno strumento indispensabile per il Professionista per una maggiore comprensione del procedimento e applicazione di questo nuovo dispositivo, così di seguito analizzato:

1. L'attività di accertamento: sviluppo e ampliamento
• Evoluzione e potenziamento dell’accertamento sintetico: dal D.L. n. 112/2008 al D.L. n. 78/2010
• Attuale orientamento dell’attività di controllo: amplificazione dell’accertamento sintetico, relazioni con l’accertamento analitico
• Accertamento sintetico, accertamento sintetico “puro”, accertamento sintetico da redditometro: analogie e differenze
• L’accertamento sintetico “puro”: principi generali
- La nozione di spesa
- Il principio di cassa
• Il “nuovo redditometro”: cenni
• Accertamento sintetico “puro”, accertamento sintetico con “nuovo redditometro” e altre forme di accertamento
• Lo scostamento del 20% e la franchigia
• Problemi relativi alla “natura” della presunzione. L’obbligo del contraddittorio
• L’onere della prova a carico del contribuente
• L’entrata in vigore del “nuovo” accertamento sintetico e del “nuovo” redditometro

2. La Manovra Monti: il potenziamento delle indagini finanziare
• I rapporti tra il redditometro e le indagini finanziarie. Cenni
• Evoluzione dei poteri di verifica delle operazioni finanziarie: il D.L. n. 223/2006 e il D.L. n. 138/2011
• Le novità del decreto “Salva Italia”. L’art. 11 del D.L. n. 201/2011, il Provvedimento direttoriale n. 37561 del 25 marzo 2013
• Il trattamento dei dati, la formazione delle liste selettive, il provvedimento direttoriale in attesa di approvazione, la richiesta di autorizzazione obbligatoria
• Il controllo dei consumi telefonici

3. Il "nuovo" redditometro: elementi introduttivi
• Premessa
• Le fonti
• Il "Redditest". Cenni
• Differenze tra "vecchio" e "nuovo" redditometro
• La selezione dei contribuenti
- Le diverse tipologie di spese per l’attività di selezione dei contribuenti
- La selezione dei contribuenti: elementi di criticità
- La selezione dei contribuenti: la marginalità economica

4. Il "nuovo" redditometro: profili operativi
• La nozione di famiglia fiscale
• Lo scostamento del 20%
• La notifica della richiesta di chiarimenti da parte del Fisco: l'avvio del procedimento
• L'oggetto del primo contraddittorio
• Le spese per elementi certi: criteri di determinazione. Cenni introduttivi
- Le spese per abitazioni: il fitto figurativo
- Le spese gestionali: per acqua, condominio e manutenzione ordinaria
- Le spese per elettrodomestici e arredi e per altri beni e servizi per la casa
- Le spese per trasporti
- Imbarcazioni ed aeromobili
• Le "spese certe": criteri di determinazione. Cenni introduttivi
- Le spese per abitazioni
- Le spese per trasporti
- Le altre "spese certe"
• Le spese relative ai beni ad uso "promiscuo"
• Le spese per investimenti patrimoniali
• Il risparmio
• La determinazione del reddito accertabile sinteticamente
• La "difesa" del contribuente
• Il procedimento di accertamento con adesione
• L’irretroattività del nuovo redditometro

Appendice

» N. Forte, Dottore commercialista e revisore dei conti.

Per ricevere
COME SI APPLICA IL REDDITOMETRO
Maggioli Editore - Novità ottobre 2013
pagine 228 - F.to cm. 17x24 - CODICE 72118
al prezzo speciale di euro 21,60
invece di euro 24,00 (sconto 10%)
clicchi su:

ACQUISTO ON LINE

Deducibilità fiscale delle opere acquistate
La spesa documentata nella fattura - sempre allegata all'ordine - è fiscalmente deducibile ai sensi degli articoli 54-56 TUIR.

Garanzie a tutela del Suo acquisto
- Per ogni ulteriore informazione in merito alla presente promozione contatti il Servizio Clienti Maggioli Editore clienti.editore@maggioli.it.
- Ai sensi del D.Lgs. 22.5.1999, n. 185, art. 5, Lei ha facoltà di esercitare il diritto di recesso, restituendo il prodotto acquistato entro 10 giorni lavorativi dalla data di ricevimento del medesimo.