Novità Gennaio 2014



TUIR 2014

T.U.I.R. 2014
Testo unico delle imposte sui redditi

Aggiornato con le novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2014 (Legge 27 dicembre 2013, n. 147) in materia di imposta municipale relativa agli immobili strumentali, oneri detraibili, svalutazione dei crediti, accantonamento e il Decreto Milleproroghe (D.L. 30 dicembre 2013, n. 150), la sesta edizione di questa apprezzatissima Guida operativa - corredata nel corpo del testo di box grafici contenenti i riferimenti alla normativa - fornisce un'analisi approfondita e un commento esplicativo di ciascuno dei 191 articoli che compongono il DPR 917/1986.

Completo della più recente prassi amministrativa e delle più significative pronunce giurisprudenziali,
il volume è così di seguito strutturato:

PARTE PRIMA: L’IRPEF
1. Disposizioni generali
• Il possesso del reddito quale presupposto impositivo e la soggettività passiva di residenti e non residenti (artt. 1, 2 e 23)
• Il reddito complessivo
- I redditi esclusi dal concorso al reddito complessivo (art. 3)
- I componenti di reddito non monetizzati (art. 9)
- Proventi e indennità sostitutive (art. 6)
- Comunione legale, fondo patrimoniale e usufrutto legale dei gentori (art. 4)
- Redditi prodotti in forma associata (artt. 5 e 20-bis)
- Le perdite (art. 8)
3. Gli oneri deducibili (art. 10)
3.1 Le spese mediche e di assistenza specifica ai disabili
- I contributi previdenziali e assistenziali
- I contributi versati alle forme pensionistiche complementari
- Le spese di adozione
- Altri oneri deducibili
- La deduzione del reddito della ‘prima casa’ [comma 3-bis]
• La determinazione dell’imposta dovuta: gli scaglioni di reddito (art. 11); le detrazioni (artt. 12-16-bis); lo scomputo degli acconti (art. 22). Le regole per i non residenti (art. 24)
- Le detrazioni per carichi di famiglia (art. 12)
- Le detrazioni di lavoro (art. 13)
- Gli oneri detraibili (ex art. 15)
› Gli interessi passivi su prestiti e mutui agrari
› Gli interessi passivi sui mutui per la "prima casa"
› Gli interessi passivi sui mutui per la costruzione della "prima casa" (comma 1-ter)
› I compensi d’intermediazione pagati agli agenti immobiliari per l’acquisto della "prima casa"
› Le spese sanitarie
› Le spese veterinarie
› Le spese di interpretariato dei sordomuti
› Le spese funebri
› Le spese di istruzione
› I premi di assicurazione
› Le spese di manutenzione, protezione e restauro delle cose vincolate
› Le erogazioni liberali per la cultura
› Le erogazioni liberali per lo spettacolo
› I contributi associativi versati dai soci alle società di mutuo soccorso
› Le erogazioni liberali favore di Onlus e iniziative umanitarie (comma 1.1)
› Le erogazioni liberali in denaro in favore delle associazioni e società sportive dilettantistiche
› Le erogazioni liberali in denaro in favore delle associazioni di promozione sociale
› Le spese per l’attività sportiva dei minori
› I canoni d’affitto per gli studenti
› Le spese per gli addetti all’assistenza dei familiari non autosufficienti
› Le erogazioni liberali in favore delle scuole
› Le erogazioni liberali in favore del Fondo ammortamento titoli di Stato
- Le detrazioni per i canoni di locazione (ex art. 16)
- La detrazione per le ristrutturazioni edilizie (art. 16-bis)
- La detrazione per il risparmio energetico
- Gli altri oneri detraibili (extra TUIR)
- Lo scomputo degli acconti (art. 22)
• La tassazione separata (artt. 17, 19 20-bis e 21 e art. 7, comma 3)
- La tassazione separata dei redditi connessi ai rapporti di lavoro dipendente e assimilati
- La tassazione separata delle indennità erogate per la cessazione dei rapporti di agenzia, delle funzioni notarili e dell’attività sportiva professionistica (art. 21)
- Altri redditi, plusvalenze e indennità varie (art. 21)
- Il rimborso di imposte e oneri dedotti o detratti (art. 21)
- I redditi percepiti dagli eredi (art. 21)
- La ritenuta d’acconto ex D.L. n. 669/1996
- Le prestazioni di previdenza complementare erogate in forma di capitale

2. I redditi fondiari
• I redditi fondiari: individuazione e tratti comuni (artt. 25, 26 e 43)
• I redditi dominicali (artt. 27 e 28)
• I redditi agrari (artt. da 29 a 35)
• I redditi dei fabbricati (artt. da 36 a 42)

3. I redditi di capitale
• Individuazione dei redditi di capitale (artt. 44 e 48)
• L’armonizzazione delle aliquote
• Interessi e i proventi da mutui, depositi e conti correnti (artt. 45 e 46)
• Interessi e proventi derivanti da obbligazioni, titoli pubblici e similari (art. 45)
• Utili derivanti dai contratti di associazione in partecipazione e cointeressenza (art. 45)
• Proventi derivanti da capitali affidati in gestione e fondi comuni di investimento (art. 45)
• Proventi da pronti contro termine e riporti su titoli e valute (art. 45)
• Proventi da mutuo di titoli garantito (art. 45)
• Capitali corrisposti per contratti di assicurazione sulla vita (art. 45)
• Rendimento finanziario delle rendite dei fondi pensione (art. 45)
• Interessi compensati in conto corrente (art. 45)
• Gli utili da partecipazione e i redditi assimilati (artt. 44 e 47)
• I redditi del trust ‘trasparente’ (artt. 44 e 73, comma 2)
• Altri redditi di capitale (art. 45)
• La ripartizione delle riserve di capitale e gli aumenti di capitale (art. 47, commi 5 e 6)
• Il recesso del socio e le altre ipotesi (art. 47, comma 7)
• Redditi di capitale di fonte estera (art. 18)

4. I redditi di lavoro dipendente e assimilati
• Individuazione dei redditi di lavoro dipendente (art. 49)
• La determinazione del reddito di lavoro dipendente (art. 51)
- Somme e valori che non concorrono al reddito (comma 2)
-. I fringe benefit (commi 3 e 4)
- Le indennità di trasferta e simili (commi da 5 a 8)
- I redditi di lavoro dipendente prestato all’estero e i redditi dei tranfrontalieri
- Regimi speciali per: premi di produttività; rientro in Italia di docenti, ricercatori e cittadini UE; remunerazione con strumenti finanziari della start-up innovativa e dell’incubatore certificato
• Individuazione dei redditi assimilati a quello di lavoro dipendente (art. 50)
• La determinazione dei reddito assimilati a quello di lavoro dipendente (art. 52)
- I compensi dei medici in intramoenia
- Le indennità e i vitalizi degli eletti
- Le rendite vitalizie e a tempo determinato e gli assegni periodici
- Le prestazioni pensionistiche complementari
- I compensi per lavori socialmente utili

5. I redditi di lavoro autonomo
• Individazione dei redditi di lavoro autonomo (art. 53)
• La determinazione del reddito di lavoro autonomo (art. 54)
- I componenti positivi di reddito
- I componenti negativi di reddito
• Le perdite

6. I redditi delle imprese IRPEF
• Individuazione dei redditi d’impresa (art. 55)
• I beni relativi all’impresa (art. 65)
• La determinazione del reddito
- L’impresa in contabilità ordinaria (artt. 56-65)
- Le imprese minori (art. 66)
- I regimi forfettari

7. I redditi diversi
• I redditi diversi di natura non finanziaria
- Plusvalenze da cessione onerosa di fabbricati [artt. 67, comma 1, lett. b), e 68, commi 1 e 2]
- Plusvalenze da lottizzazione ed opere di edificabilità [artt. 67, comma 1, lett. a), e 68, commi 1 e 2]
- Plusvalenze da cessione onerosa di terreni edificabili e non [artt. 67, comma 1, lett. a) e b), e 68, commi 1 e 2]
- La rideterminazione del costo o valore d’acquisto dei terreni (art. 7, legge n. 448/2001)
- Le indennità di esproprio (art. 35, D.P.R. n. 327/2001)
- Le plusvalenze per il godimento dei beni aziendali [artt. 67, comma 1, lett. h-ter)]
- Le ulteriori fattispecie.
• I redditi diversi di natura finanziaria
- La cessione di partecipazioni qualificate [art. 67, comma 1, lett. c)]
- Plusvalenze da cessione di partecipazioni non qualificate [art. 67, comma 1, lett. c-bis)]
- Plusvalenze da cessione di titoli non partecipativi, valute, metalli preziosi, quote di partecipazione agli OICR e strumenti finanziari partecipativi non assimilabili alle azioni [art. 67, commi 1, lett. c-ter), 1-ter e 1-quater]
- Redditi derivanti dai contratti a termine [art. 67, comma 1, lett. c-quater)]
- Rapporti produttivi di redditi di capitale [art. 67, comma 1, lett. c-quinquies)]
- Il criterio del LIFO [art. 67, comma 1-bis]
- Le regole di determinazione del reddito e i regimi impositivi (artt. 68 del T.U.I.R. e 5, 6 e 7 del D.Lgs. n. 461/1997)
› La determinazione del reddito: partecipazioni qualificate; partecipazioni non qualificate; titoli non partecipativi, valute, metalli preziosi, quote di partecipazione in OICR e strumenti finanziari non partecipativi non assimilati alle azioni
› La determinazione del reddito: i contratti a termine
› La determinazione del reddito: i rapporti produttivi di redditi di capitale
› La determinazione del reddito: contratti di associazione in partecipazione con associanti non residenti a remunerazione non totalmente indeducibile e plusvalenze su titoli e contratti emessi o stipulati da soggetti residenti in Stati o territori no white list
- La rideterminazione del costo o valore d’acquisto delle partecipazioni
› La rideterminazione ex art. 5 della legge n. 448/2001 (e successive ‘riaperture’)
› La rideterminazione ex art. 2, comma 29 e ss., del D.L. n. 138/2011

PARTE SECONDA: L’IRES

1. Disposizioni generali
• I soggetti passivi IRES
• Il requisito della commercialità: rinvio
• La residenza
• I trust
• Il riporto delle perdite (art. 84)
• Dalla base imponibile all’imposta

2. Società ed enti commerciali
• I principi generali
- Il principio di derivazione (art. 83)
- Il principio di competenza (art. 109, commi 1 e 2)
- Il principio di inerenza (art. 109, comma 5)
- La rilevanza dei componenti positivi e negativi non contabilizzati (art. 109, commi 3 e 4)
- Le valutazioni (art. 105)
- La tassazione dei proventi e dei costi illeciti (artt. 14, commi 4 e 4-bis, legge n. 537/1993 e 8, commi 2 e 3, D.L. n. 16/2012)
- L’indecucibilitò delle remunerazioni degli strumenti finanziari e dei contratti di associazione in partecipazione (art. 109, comma 9)
- Il trasfer pricing (art. 110, comma 7)
- Le operazioni con i soggetti no white list (art. 110, commi da 10 a 12-bis)
• I componenti positivi di reddito
- I ricavi (art. 85)
- Le plusvalenze (art. 86)
- Le plusvalenze esenti (art. 87)
- Le sopravvenienze attive (art. 88)
- Dividendi ed interessi (art. 89)
- Gli immobili-patrimonio (art. 90)
- I proventi esclusi dal reddito (art. 91)
- Le rimanenze
› Le rimanenze dei prodotti finiti e delle materie prime (artt. 92 e 92-bis)
› Le rimanenze di opere, forniture e servizi ultrannuali (art. 93)
› Le rimanenze di titoli e di altre quote di partecipazione (art. 94)
• I componenti negativi di reddito
- Le spese per prestazioni di lavoro (artt. 95, 100, comma 1, e 105)
› Lavoro dipendente e assimilato
› Amministratori e altri rapporti di lavoro
- Gli interessi passivi (art. 96)
› Individuazione delle voci rilevanti
› Le regole della deduzione
› Ambito soggettivo della disciplina
› La disciplina per le imprese finanziarie (comma 5-bis)
› Il riporto degli interessi nelle fusioni e scissioni
› Deroghe generali (e al principio di inerenza)
- Gli oneri fiscali e contributivi (art. 99)
- Oneri di utilità sociale (art. 100)
- Minusvalenze patrimoniali, perdite e sopravvenienze passive (art. 101)
- Immobilizzazioni finanziarie: minusvalenze, svalutazioni e misure di contrasto dal dividend washing (art. 101, commi 2 e 2-bis, e 109, commi 3-bis e 3-ter)
- I crediti: perdite, svalutazioni ed accantonamenti
› Svalutazioni e accantonamenti (art. 106)
› Le perdite su crediti (art. 101, cmma 5)
- L’ammortamento dei beni strumentali materiali (artt. 102 e 102-bis)
- Le spese di riparazione, amanutenzione, ammodernamento e trasformazione non capitalizzate (art. 102, comma 6)
- L’ammortamento dei beni immateriali (art. 103)
- L’ammortamento dei beni gratuitamente devolvibili (art. 104)
- Gli altri ammortamenti (art. 107)
- Le spese relative a più esercizi (art. 108)
• Il reddito delle società e degli enti commerciali non residenti (artt. 151 e 152)

3. Regimi particolari di determinazione del reddito d’impresa
• Le società cooperative
- Il regime di tassazione minima
- Il regime di esenzione di cui al D.P.R. n. 601/1973
- Le cooperative a mutualità non prevalemte e le cooperative sociali
• Gli enti creditizi e finanziari
- Svalutazione dei crediti e accantonamento
- Le operazioni fuori bilancio
- Partecipazioni acquisite per il recupero crediti bancari
• Gli organismi di investimento collettivo del risparmio (OICR)
• La Banca d’Italia (art. 114)
• Le imprese di assicurazione (art. 111)
• La Tonnage Tax per le imprese marittime (artt. 155-161)
• Altri regimi speciali di determinazione del reddito

4. I regimi di trasparenza e consolidato
• I regimi di trasparenza
- I regimi di trasparenza per le società di capitali (art. 115)
- I regimi di trasparenza delle società a ristretta base azionaria (art. 116)
• I regimi di consolidato
- Il consolidato nazionale
› Soggetti ammessi ed eslusi dal regime. Il controllo e la partecipazione al capitale e agli utili (artt. 117, 120 e 126)
› Durata e condizioni per l’efficacia dell’opzione (artt. 117, comma 3, e 119)
› Il mancato rinnovo dell’opzione (art. 125)
› Determinazione del reddito e altri effetti dell’opzione (art. 118)
› Cause ed effetti dell’interruzione della tassazione di gruppo (art. 124)
› La rideterminazione del reddito imponibile (art. 128)
› Adempimenti e responsabilità delle consolidate e della consolidante (artt. 121, 123 e 127)
- Il consolidato mondiale
› soggetti ammessi ed esclusi dal refime (artt. 2130, 132, commi 3 e 4, e 133)
› Durata e condizioni per l’efficacia dell’opzione (art. 132)
› Il mancato rinnovo dell’opzione (art. 139)
› Determinazione del reddito e altri effetti dell’opzione (artt. 131, 134, 136 e 140)
› Cause ed effetti dell’interruzione della tassazione di gruppo (artt. 137, 138 e 139-bis)
› La rideterminazione del reddito imponibile (art. 141)

5. Gli enti non commerciali
• Il requisito della commercialità e la perdita della qualifica (artt. 73 e 149)
• La determinazione del reddito
- Le regole di determinazione ordinaria del reddito (artt. 143 e 144)
- Il regime forfettario per la generalità degli enti non commerciali (art. 145)
• Il regime riservato alle società e alle associazioni sportive dilettantistiche
• La decommercializzazione delle attività degli enti associativi (art. 148)
• Le ONLUS (art. 150 art. 10, D.Lgs. n. 460/1997)
› Soggetti interessati
› Le condizioni per fruire del regime agevolato
› Costituzione della ONLUS
› Le attività agevolate
› Le attività connesse
• Oneri deducibili e detraibili (artt. 146 e 147)
• Le regole per gli enti non commerciali non residenti (artt. 153 e 154)

PARTE TERZA: DISPOSIZIONI COMUNI

1. Disposizioni generali
• La stabile organizzazione (art. 162)
• Il divieto di doppia imposizione (art. 163)
• La deduzione dei mezzi di trasporto (art. 164)

2. Redditi prodotti all’estero e rapporti internazionali
• Il credito d’imposta per le imprese pagate all’estero (art. 165)
• Il trasferimento dell’impresa all’estero (art. 166)
• Il regime di trasparenza con controllate e collegate estere (artt. 167 e 168)
- Imprese controllate (CFC)
› I soggetti passivi
› La determinazione del reddito
› L’imputazione dei redditi della CFC
› Il regime di tassazione
› Gli adempimenti
› La disapplicazione della norma
› Il caso particolare dei soggetti no black list
- Imprese collegate
› Soggetti passivi
› Determinazione e imputazione del reddito
› Rinvio alla disciplina delle CFC
• Le nuove white list (art. 168-bis)
• Il rapporto tra normative interna e accordi internazionali (art. 169)

3. Operazioni straordinarie
• La trasformazione
- La trasformazione delle società (art. 170)
- La trasformazione eterogenea
• La fusione
- La neutralità della fusione (commi 1-3)
- Diritti e obblighi (commi 4 e 10)
- Le riserve in sospensione d’imposta (comma 5)
- Il riporto delle perdite e degli interessi passivi indeducibili (comma 7)
- Gli effetti della fusione (commi 8 e 9)
• La scissione
- Le posizioni soggettive
- Il riporto delle perdite e degli interessi passivi indeducibili (comma 10)
- La retroattività della scissione (comma 11)
- Gli obblighi tributari per periodi d’imposta antecedenti la scissione (commi 12-14)
- La scissione disomogenea (comma 15)
• I conferimenti di partecipazioni di controllo e di collegamento (art. 175)
• I conferimenti d’azienda (art. 176)
- il regime ‘naturale’ della neutralità
- L’opzione per l’imposta sostitutiva (comma 2-ter)
› La base imponibile
› l’esercizio dell’opzione
› Gli effetti dell’opzione
• Gli scambi di partecipazioni (art. 177)
• Le operazioni straordinarie fra soggetti dell’Unione Europea (artt. 178-181)
- Fusioni
- Scissioni
- Conferimenti
- Scambi di partecipazioni

4. Liquidazione volontaria, eredità giacente e procedure concorsuali
• La liquidazione (art. 182)
• L’eredità giacente (art. 187)
• Fallimento e liquidazione coatta (art. 183)
APPENDICE
1. D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917 e successive modifiche e integrazioni - Approvazione del Testo Unico delle Imposte sui Redditi
2. Regimi particolari di determinazione del reddito d’impresa
3. I regimi di trasparenza e consolidato
4. Gli enti non commerciali

» A. Blasi, G. Minnucci.

Per ricevere
TUIR 2014
Maggioli Editore - VI edizione Gennaio 2014
Pagine 660 - F.to cm. 17x24 - CODICE 88-916-01780
al prezzo speciale di euro 63,00
invece di euro 70,00 (sconto 10%)
clicchi su

ACQUISTO ON LINE

Deducibilità fiscale delle opere acquistate
La spesa documentata nella fattura - sempre allegata all'ordine - è fiscalmente deducibile ai sensi degli articoli 54-56 TUIR.

Garanzie a tutela del Suo acquisto
- Per ogni ulteriore informazione in merito alla presente promozione contatti il Servizio Clienti Maggioli Editore clienti.editore@maggioli.it
- Ai sensi del D.Lgs. 22.5.1999, n. 185, art. 5, Lei ha facoltà di esercitare il diritto di recesso, restituendo il prodotto acquistato entro 10 giorni lavorativi dalla data di ricevimento del medesimo.