Novità settembre 2012

La nuova disciplina
del piano di risanamento,
dell’accordo di ristrutturazione
dei debiti e del concordato preventivo,
a seguito della legge
n. 134/2012

CONTENZIOSO CONTRATTUALE DELLA PA

Con Cd-Rom contenente normativa,
giurisprudenza del 2012

CONTENZIOSO CONTRATTUALE DELLA PA

Pre-contenzioso, istituti deflattivi, contenzioso: tre tematiche fondamentali nell’ambito della contrattualistica pubblica, dipanate e risolte nelle varie criticità applicative seguendo la recente evoluzione normativa, in particolare quella del Codice dei contratti pubblici e del Regolamento di esecuzione, modificati ben dodici volte solo nel corso dell’ultimo anno.

Aggiornata anche negli orientamenti giurisprudenziali (Sezioni Unite della Corte di Cassazione 21 giugno 2012, n. 10294), questa nuova opera si caratterizza per la trattazione completa ed esauriente in quanto:
a) non dà per scontata alcuna specifica conoscenza della materia,
b) integra fra loro le differenti discipline coinvolte come accade ad esempio per la transazione e l’arbitrato,
c) evita continui rinvii ad altri testi o altre materie che spesso complicano la corretta comprensione dell’argomento.

Non un lavoro parcellizzato delle questioni affrontate ma uno sviluppo organico e strutturato che coinvolge anche istituti afferenti alla presente tematica, tipo quelli con finalità deflattive del contenzioso, e approfondisce i contenuti d’interesse professionale nei singoli aspetti e nel modo più chiaro possibile:

Parte prima - IL PRE-CONTENZIOSO E GLI ISTITUTI DEFLATTIVI DEL CONTENZIOSO NEL CODICE DEI CONTRATTI
1. Gli strumenti deflattivi del contenzioso tra diritto amministrativo e Codice dei contratti
2. L’attività compositiva svolta dall’Autorità di vigilanza
3. L’informativa in ordine all’intento di proporre ricorso giurisdizionale
4. La responsabilità per lite temeraria introdotta dal D.L. 13 maggio 2011, n. 70 (conv. nella L. 12 luglio 2011, n. 106). Una fattispecie “speciale” di breve durata
5. I procedimenti di accordo bonario
6. La transazione
7. Le procedure arbitrali nel Codice dei contratti

Parte seconda - IL CONTENZIOSO
1. Il riparto di giurisdizione in materia di contratti pubblici
2. Il nuovo potere giudiziale di rilievo ufficioso dell’incompetenza territoriale del TAR
3. Il nuovo rito in materia di contratti pubblici
4. Il sindacato del G.A. nel contenzioso sui contratti pubblici
5. I poteri decisori del G.A. nel contenzioso sui contratti pubblici

Parte terza - PROFILI GIUSTIZIALI E ASPETTI CONTENZIOSI DEL PROCEDIMENTO AD EVIDENZA PUBBLICA, ALLA LUCE DEL CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI, DEL REGOLAMENTO DI ESECUZIONE E DELLA CASISTICA GIURISPRUDENZIALE
1. Ambito di giurisdizione e attività contrattuale della pubblica amministrazione: procedimento ad evidenza pubblica e autotutela
2. La rilevanza dei principi generali in sede di impugnazione degli atti di gara
3. La natura giuridica e l’impugnabilità degli atti indittivi della gara
4. Aspetti contenziosi in tema di celebrazione della gara
5. L’accesso ai documenti di gara, tra presupposti legittimanti e limiti

Al volume è allegato un Cd-Rom ricco di materiali che ne integrano i contenuti sul piano operativo: oltre alla normativa essenziale e sentenze della Cassazione e del Consiglio di Stato del corrente anno, 32 esempi tra  formule di istanze, ricorsi, memorie e schemi di richieste e provvedimenti vari.

C. Calenda,
Avvocato.
C. Buonauro, Consigliere presso TAR.
F. Armenante, Avvocato.

Per ricevere
CONTENZIOSO CONTRATTUALE DELLA PA
Maggioli Editore - Novità settembre 2012 - Cd-Rom
pagine 906 - F.to cm. 17x24 - ISBN 67920
al prezzo speciale di euro 76,50
invece di euro 85,00 (sconto 10%)
clicchi su:

ACQUISTO ON LINE

Deducibilità fiscale delle opere acquistate
La spesa documentata nella fattura - sempre allegata all'ordine - è fiscalmente deducibile ai sensi degli articoli 54-56 TUIR.

Garanzie a tutela del Suo acquisto
- Per ogni ulteriore informazione in merito alla presente promozione contatti il Servizio Clienti Maggioli Editore clienti.editore@maggioli.it
- Ai sensi del D.Lgs. 22.5.1999, n. 185, art. 5, Lei ha facoltà di esercitare il diritto di recesso, restituendo il prodotto acquistato entro 10 giorni lavorativi dalla data di ricevimento del medesimo.