NovitÓ Ottobre 2012


SVOLGIMENTO PROCESSUALE E DOVERE DI COMPETENZA

Vademecum per la difesa penale


GIURISPRUDENZA
E CODICE DEONTOLOGICO
AGGIORNATI

VADEMECUM PER LA DIFESA PENALE

Guida indispensabile per tutti i professionisti che, operando nel settore del diritto penale, lavorano a stretto contatto con quell’insieme di disposizioni e regole deontologiche relative alla disciplina della difesa d'ufficio, al patrocinio a spese dello stato e alle investigazioni difensive, l’opera approfondisce le complesse modifiche apportate al processo penale negli ultimi dieci anni, che hanno definito un nuovo ruolo per il difensore d'ufficio e richiesto un diverso atteggiamento nel processo penale.

Il testo, aggiornato alla giurisprudenza più recente, si configura come strumento essenziale per districarsi, in ogni momento, nel complesso quadro dell’esercizio della difesa penale assolvendo, in questo modo, a quel “Dovere di competenza” che è pilastro fondamentale del Codice deontologico forense ed è così organizzato:

SEZIONE PRIMA
LA DIFESA D'UFFICIO NEL PROCESSO PENALE

CAPITOLO I
La disciplina della difesa d’ufficio penale

Titolo I – La difesa di ufficio nelle norme del codice di procedura penale
1. Cenni storici ed evoluzione legislativa
2. Il difensore d’ufficio
2.1. Sussidiarietà
2.2. Individuazione e designazione del difensore di ufficio
2.3. Predisposizione elenchi e requisiti per l’inserimento
2.4. Obbligatorietà della prestazione
2.5. Immutabilità del difensore
3. Il sostituto del difensore
4. Difesa di ufficio e praticanti abilitati
5. La difesa d’ufficio nel processo penale minorile
TITOLO II – Una lettura deontologica della disciplina della difesa di ufficio
1. In difesa della Difesa!
TITOLO III – Le regole deontologiche nel codice forense. Tavole di raffronto
TITOLO IV – La giurisprudenza della Corte di Cassazione

SEZIONE SECONDA
LA DISCIPLINA DEL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO

CAPITOLO I - Gratuito patrocinio
TITOLO I - Finalità dell’istituto e disciplina nei suoi aspetti generali
TITOLO II - Le novità e le modifiche apportate alla disciplina del patrocinio a spese dello Stato prevista dal testo unico sulle spese di giustizia d.P.R. n. 115/2002

CAPITOLO II La procedura del patrocinio a spese dello Stato.
TITOLO I – Guida all’ammissione al patrocinio ed alla liquidazione dei compensi del difensore
Capo I – Istituzione del patrocinio
Capo II – Condizioni per l’ammissione al patrocinio
Capo III – Istanza per l’ammissione al patrocinio
Capo IV – Difensori, ausiliari del magistrato e consulenti tecnici di parte
Capo V – Recupero delle somme da parte dello Stato
TITOLO II– Disposizioni particolari sul patrocinio a spese dello Stato nel processo penale
Capo I – Istituzione del patrocinio
Capo II – Condizioni per l’ammissione al patrocinio
Capo III – Istanza di ammissione al patrocinio
Capo IV – Decisione sull’istanza di ammissione
Capo V – Difensori, investigatori e consulenti tecnici di parte
Capo VI – Effetti dell’ammissione al patrocinio
Capo VII – Revoca del decreto di ammissione al patrocinio
Titolo III – Estensione a limitati effetti della disciplina del patrocinio a spese dello Stato previsto per il processo penale
TITOLO II - Tavole sinottiche relative al processo penale
TITOLO III - La recente giurisprudenza in materia di patrocinio a spese dello Stato
Rassegna sulle controversie in materia di spese di giustizia
TITOLO IV – Le norme deontologiche
TITOLO V – Tariffe penali. La tariffa forense con la media degli importi liquidabili

SEZIONE TERZA
LA DISCIPLINA DELLE INVESTIGAZIONI DIFENSIVE


CAPITOLO ILe fonti e le norme di procedura penale
TITOLO I – Le fonti e le norme che disciplinano l’attività investigativa del difensore
TITOLO II – Le investigazioni difensive: le norme del codice di procedura penale
1. Premessa generale
TITOLO III – Commento alle norme del codice di procedura penale
1. Indagini preliminari e udienza preliminare
CAPITOLO II– Le investigazioni difensive e la deontologia
TITOLO I – I rischi penali del difensore penale e le conseguenze sul piano disciplinare
TITOLO II – L’importanza di una riflessione deontologica
1. Le indagini difensive: rafforzamento dell’attività della difesa
nel processo e incremento della responsabilità, anche penale, del difensore
TITOLO III – Le nuove norme deontologiche in materia di indagini difensive
1. Il cammino della deontologia dall’entrata in vigore della legge n. 397/2000 alla riforma del codice deontologico
2. La regola generale dell’art. 52 codice deontologico ed in particolare il punto 14 del medesimo canone 52
3. Le indagini difensive come obbligo deontologico
4. La responsabilità del difensore nella direzione delle indagini
5. L’obbligo del segreto
6. La spendita del nome dell’assistito
7. Gli avvertimenti circa le conseguenze della scelta di non rispondere
8. L’accesso ai luoghi privati
8.1. L’accesso ai luoghi
9. Il rapporto con la persona offesa
10. Il rapporto con il minore
11. La documentazione delle dichiarazioni
TITOLO IV – Le regole etiche della Unione delle Camere Penali Italiane
TITOLO V – Tavole sinottiche
TITOLO VI – Codice di deontologia e buona condotta per il trattamento dei dati personali effettuati per svolgere investigazioni difensive o per far valere o difendere un diritto in
sede giudiziaria
Allegato al codice deontologico forense in materia di indagini difensive (Garante protezione dati personali, del 6 novembre 2008)

SEZIONE QUARTA
LA DISCIPLINA DELLE ASTENSIONI DALLE UDIENZE


CAPITOLO I - Il diritto di astensione dalle udienze
TITOLO I – Il codice deontologico forense
1. L’astensione del difensore: esercizio di un diritto costituzionalmente garantito
2. Introduzione e cenni sulle precedenti disposizioni
TITOLO II – L’attuale disciplina delle astensioni: procedure di proclamazione, così come individuate e suggerite dalla Giunta della Unione delle Camere Penali (delibera 8 gennaio 2008)
1. Durata dell’astensione
2. Effetti dell’astensione – Regole
2.1. In particolare: le udienze in camera di consiglio
3. Prestazioni indispensabili per le quali non è consentita l’astensione
3.1. Casi di esclusione del diritto di astensione
TITOLO III – I codici di autoregolamentazione ed i provvedimenti del Garante
1. Codice di autoregolamentazione delle astensioni dalle udienze degli avvocati
2. Codice di autoregolamentazione delle astensioni dalle udienze degli avvocati adottato da OUA, UCPI, ANF, AIGA, UNCC valutato idoneo dalla Commissione di garanzia con delibera 07/749 del 13 dicembre 2007
3. Il provvedimento del Garante 2002
4. Regolamentazione provvisoria dell’astensione collettiva degli avvocati dall’attività giudiziaria (pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 171 del 23 luglio 2002)
5. L’autoregolamentazione dell’astensione. L’autodisciplina dell’astensione
TITOLO IV – La giurisprudenza della Suprema Corte di Cassazione
TITOLO V – Le decisioni del Consiglio Nazionale Forense

SEZIONE QUINTA
APPENDICE NORMATIVA


1. Codice deontologico forense aggiornato al 15 luglio 2011
2. Codice deontologico degli avvocati europei
3. Legge 6 marzo 2001, n. 60 – Disposizioni in materia di difesa d’ufficio
4. D.P.R. 30 maggio 2002, n. 115 – Testo unico sulle spese di giustizia (estratto)
5. Legge 7 dicembre 2000, n. 397 – Disposizioni in materia di indagini difensive

╗A cura di Antonio Spinzo, Avvocato.

Per ricevere
VADEMECUM PER LA DIFESA PENALE
Maggioli Editore - NovitÓ ottobre 2012
pagine 522 - F.to cm. 17x24 - ISBN 74706
al prezzo speciale di euro 48,60
invece di euro 54,00 (sconto 10%)

ACQUISTO ON LINE

DeducibilitÓ fiscale delle opere acquistate
La spesa documentata nella fattura - sempre allegata all'ordine - Ŕ fiscalmente deducibile ai sensi degli articoli 54-56 TUIR.

Garanzie a tutela del Suo acquisto
- Per ogni ulteriore informazione in merito alla presente promozione contatti il Servizio Clienti Maggioli Editore clienti.editore@maggioli.it
- Ai sensi del D.Lgs. 22.5.1999, n. 185, art. 5, Lei ha facoltÓ di esercitare il diritto di recesso, restituendo il prodotto acquistato entro 10 giorni lavorativi dalla data di ricevimento del medesimo.