Novità novembre 2013


›› Coabitazione con l'animale

›› Rapporto di vicinato

›› Risarcimento del danno
GLI ANIMALI DOMESTICI NEL CONDOMINIO DOPO LA RIFORMA



GLI ANIMALI DOMESTICI NEL CONDOMINIO
DOPO LA RIFORMA

Con l'approvazione della nuova Riforma del condominio e in particolar modo dell'articolo 1138, ult. comma c.c. ("le norme del regolamento non possono vietare di possedere o detenere animali domestici"), il legislatore ha riconosciuto espressamente l'importanza della presenza degli animali nella vita domestica.

Integrato in alcuni capitoli da una sezione FOCUS con approfondimenti su specifiche problematiche giuridiche, il testo esamina il tema dell'accettazione degli animali domestici all'interno del condominio prima e dopo la riforma, analizza il nuovo diritto di coabitazione e chiarisce i dubbi interpretativi correlati in termini di derogabilità e applicabilità ai regolamenti vigenti.

Corredato di formule come modelli esemplificativi per la richiesta di tutela degli animali e degli altri condomini, il volume valuta l'ammissibilità dell'animale domestico sia dal punto di vista normativo che pratico ed è così di seguito strutturato:

Capitolo I – Animali e diritto: principi generali in tema di tutela degli animali
1. La novità della legge 220/2012
2. La posizione giuridica dell'animale nell'ordinamento italiano

• La profonda contraddizione del sistema giuridico interno
(Segue). Normativa, giurisprudenza, società: le aperture in favore del riconoscimento dello status di animale
3. L'articolo 2 della Costituzione
• L'art. 2 Cost. come clausola aperta ai nuovi valori riconosciuti dalla società: tra questi, il diritto al rapporto affettivo uomo-animale
• Argomenti a sostegno del riconoscimento del valore costituzionale al rapporto affettivo uomo-animale
4. Sull'opportunità di una riforma costituzionale in tema di tutela dell'animale
• Proposta di modifica dell'art. 9 Costituzionale
• Cenni comparatistici
FOCUS - La contraddittoria posizione giuridica dell'animale in ambito privatistico

Capitolo II - Il divieto di tenere animali domestici nei condomini: la situazione ante Riforma
1. Brevi nozioni in tema di regolamento di condominio
• La nozione di condominio negli edifici
• Il regolamento di condominio
• Regolamenti assembleari e regolamenti contrattuali. Differenze
(Segue). Il regolamento condominiale contrattuale
2. Sul divieto alla detenzione di animali domestici nei condominii. La situazione giuridica anteriore alla Riforma
• Premessa
• Natura giuridica del limite alla detenzione di animali domestici ante Riforma
FOCUS - La giurisprudenza ante riforma

Capitolo III - Il diritto di coabitazione con l'animale domestico
1. Il nuovo art. 1138 c.c.: problemi interpretativi ed applicativi. Inquadramento
2. Applicabilità della Riforma del condominio ai regolamenti condominiali approvati prima della sua entrata in vigore
• La tesi della irretroattività della legge
• La tesi dello ius superveniens
3. Inderogabilità del divieto di cui all'art. 1138, ult. comma, c.c.
4. Il parere espresso dalla Commissione Giustizia del Senato. Critiche
• Il parere della Commissione Giustizia del Senato
• Sull'opinabilità del parere della Commissione Giustizia
• L'interpretazione della Commissione Giustizia come "formula di compromesso". Critica
5. Il diritto di coabitazione con l'animale domestico come declinazione positiva del diritto al rapporto affettivo con l'animale. Possibili conseguenze

Capitolo IV - Facoltà inerenti al diritto di coabitazione con l'animale domestico

1. Facoltà di utilizzo delle parti comuni degli edifici
2. Animali sì, ma quanti ?
3. Salvaguardia dell'animale e decoro architettonico
FOCUS - Il fenomeno dell'animal hoarding

Capitolo V - Animali in condominio: rapporti di vicinato e problemi di convivenza
1. Il diritto a non essere disturbati
2. Le immissioni moleste (art. 844 c.c. )
3. Evoluzione giurisprudenziale in tema di immissioni
4. Immissioni, animali e condominio
• Generalità
• Immissioni acustiche: can che abbaia, non... disturba. Sul "diritto di abbaiare" del cane
Le immissioni olfattive
FOCUS - Breve rassegna di giurisprudenza in tema di immissioni

Capitolo VI - Il danno cagionato dagli animali in condominio
1. Le conseguenze del danno cagionato da animali: responsabilità civile e penale. Generalità
2. Responsabilità civile per danno da animali ex art. 2052 c.c. Natura giuridica
3. Il caso fortuito
4. La nozione di utente dell'animale ex art. 2052 c.c.
5. Se il proprietario affida l'animale a un terzo, chi è il responsabile del danno?
6. Concorso dell'art. 2052 c.c. con altre disposizioni
7. Responsabilità penale per il danno cagionato da animali. Cenni
8. Danni cagionati da animali: profili assicurativi. Spunti di riflessione
FOCUS - La giurisprudenza in tema di danno cagionato da animali
Schema riepilogativo della responsabilità per danno cagionato da animali

Capitolo VIII - Come difendere i propri diritti. Formulario minimo
Generalità

PARTE I - FORMULARIO A TUTELA DEGLI ANIMALI IN CONDOMINIO
1. Premessa: la differenza tra delibere condominiali nulle e annullabili
2. Contestazione della nullità della delibera di modifica del regolamento condominiale, che introduce una clausola di divieto alla detenzione di animali domestici
3. Actio negatoria servitutis
PARTE II - FORMULARIO A TUTELA DEGLI "ALTRI" CONDOMINI
4. Formula per chiedere in via d'urgenza la cessazione delle immissioni moleste (artt. 844 c.c. e 700 c.p.c.)

Allegati
Allegato 1 - Normativa di riferimento
Allegato 2 - Proposta di legge - Disegno di legge per la tutela degli animali nel codice civile 21 ottobre 2008
Allegato3 - European Treaty series - No. 125, European convention for the protection of pet animals, Strasbourg, 13.XI.1987
Allegato 4 - Regolamento (UE) del Parlamento europeo e del Consiglio del 12 giugno 2013, n. 576 sui movimenti a carattere non commerciale di animali da compagnia e che abroga il regolamento (CE) n. 998/2003

» M. Sala, Avvocato, specializzata in diritto civile e commerciale

Per ricevere
GLI ANIMALI DOMESTICI NEL CONDOMINIO DOPO LA RIFORMA
Maggioli Editore - Novità novembre 2013
pagine 190 - F.to cm. 17x24 - CODICE 84422
al prezzo speciale di euro 21,60
invece di euro 24,00 (sconto 10%)
clicchi su:

ACQUISTO ON LINE

Deducibilità fiscale delle opere acquistate
La spesa documentata nella fattura - sempre allegata all'ordine - è fiscalmente deducibile ai sensi degli articoli 54-56 TUIR.

Garanzie a tutela del Suo acquisto
- Per ogni ulteriore informazione in merito alla presente promozione contatti il Servizio Clienti Maggioli Editore clienti.editore@maggioli.it.
- Ai sensi del D.Lgs. 22.5.1999, n. 185, art. 5, Lei ha facoltà di esercitare il diritto di recesso, restituendo il prodotto acquistato entro 10 giorni lavorativi dalla data di ricevimento del medesimo.