Novità febbraio 2013

• Infortuni e malattie
• Datore di lavoro, dirigenti e preposti
• Cantieri edili
• Estinzione dei reati
• Responsabilità
degli enti

COME DIFENDERSI IN GIUDIZIO DAGLI INFORTUNI SUL LAVORO
















 

COME DIFENDERSI IN GIUDIZIO
DAGLI INFORTUNI SUL LAVORO

Le regole d'imputazione della responsabilità, a carico del datore di lavoro e/o dei soggetti che esercitano il ruolo di "garanti", impongono al difensore la conoscenza delle specifiche norme che disciplinano la tutela della sicurezza e della salute nei luoghi di lavoro.

Aggiornato con il Decreto Interministeriale del 30 novembre 2012 "Procedure standardizzate per la valutazione dei rischi" e con la Legge di Stabilità 2013, il volume illustra i comportamenti normativi da adottare in un procedimento penale difensivo per infortuni sul lavoro e per malattie professionali, ed offre un quadro della legislazione di riferimento esaminandola rispetto al profilo di responsabilità penale dei soggetti coinvolti.

Arricchito da un'ampia raccolta di richiami giurisprudenziali, l'Opera si configura come uno strumento di analisi indispensabile per affrontare agevolmente l'interpretazione e la successiva risoluzione di qualsiasi tipo di vicenda giudiziaria.

Ampio spazio nella trattazione è riservato alla figura del datore di lavoro e, considerata la frequente incidenza di infortuni in ambito edile, a quella dei vari soggetti operanti nei cantieri.

L'opera si sviluppa con la seguente articolazione:

Capitolo 1 – La normativa di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro
1. Introduzione
2. La tutela contro gli infortuni e le malattie professionali
- L'art. 2087 c.c.
- I d.P.R. degli anni cinquanta: 547/1955, 164/1956, 302/1956, 303/1956
2.3. Le normative degli anni novanta: il d.lgs. 626/1994 e l’organizzazione della prevenzione in azienda
- Il Testo Unico 81/2008
3. Soggetti attivi e passivi
- Il coinvolgimento di soggetti estranei
4. Gli organi di vigilanza

Capitolo 2 – Reati contravvenzionali ed omissione di cautele (437, 451 c.p.)

1. Introduzione
2. I reati contravvenzionali
3. I reati ex artt. 437 e 451 c.p.
- Rimozione o omissione dolosa di cautele contro gli infortuni sul lavoro
- Omissione colposa di cautele o difese contro disastri o infortuni sul lavoro

Capitolo 3 – I meccanismi estintivi dei reati contravvenzionali

1. Introduzione
2. L'estinzione delle contravvenzioni prevista dal d.lgs. 758/1994
- La procedura
- Campo di applicazione del d.lgs. 758/1994
- Identificazione degli organi di vigilanza
- Natura della prescrizione
- Diritto dell'indagato ad avvalersi delle procedure ex d.lgs. 758/1994 secondo gli indirizzi della Corte Costituzionale
3. La definizione delle contravvenzioni punite con la sola pena dell’arresto
4. L'estinzione agevolata degli illeciti amministrativi a seguito di regolarizzazione

Capitolo 4 – Infortuni sul lavoro, malattie professionali e responsabilità penali

1. Introduzione
2. L'infortunio sul lavoro
3. La malattia professionale
- Eziologia plurifattoriale e limiti del giudizio medico
- Malattie e processo penale
4. Omicidio e lesioni colpose
- Il momento consumativo
5. La condotta colposa
- Violazione di regole cautelari
- Prevedibilità dell'evento
- Evento "diverso" da quello prevedibile ed ignoranza del rischio
- Prevedibilità e leggi scientifiche
6. Condotta omissiva e posizioni di garanzia
7. Il nesso di causalità
- Nesso di causalità e malattie professionali
- Aggravamento o anticipazione dell’evento
- Concorso di cause
- Interruzione del nesso causale per cause sopravvenute
- Interruzione del nesso causale in ragione del comportamento del lavoratore e principio dell’affidamento

Capitolo 5 – Datore di lavoro, dirigenti e preposti

1. Introduzione
2. Soggetti e divisione dei compiti
- Il principio di "effettività"
3. Il datore di lavoro
- Il datore di lavoro in ambito societario e collegiale
- Il datore di lavoro nella pubblica amministrazione
4. La delega di funzioni
- La forma della "delega"
- I poteri conferiti al delegato
- L'idoneità tecnica del delegato
- Il controllo sull’attività del delegato
- L'ingerenza
5. I lavori in appalto
- I lavori in subappalto
6. I dirigenti
7. I preposti
8. La responsabilità penale
- La valutazione dei rischi
- L'attuazione delle misure
› La migliore tecnologia tecnicamente possibile
› Fornitura di mezzi e macchinari idonei
› Obbligo di aggiornamento delle misure e dei macchinari
› Predisposizione e mantenimento delle misure di sicurezza prima, durante ed al termine del processo lavorativo

- Informazione/formazione dei lavoratori
- Vigilanza e controllo

Capitolo 6 – Altri soggetti attivi: committenti, coordinatori e responsabili dei lavori nei cantieri edili

1. Introduzione
2. Campo di applicazione della normativa di settore
3. Definizioni
4. Obblighi e responsabilità del committente o del responsabile dei lavori
5. Obblighi e responsabilità del coordinatore per la progettazione
- Contenuti minimi del piano di sicurezza e coordinamento
6. Obblighi e responsabilità del coordinatore per l’esecuzione
- Art. 92, lett. a), d.lgs. 81/2008
- Art. 92, lett. b), d.lgs. 81/2008
- Art. 92, lett. c), d.lgs. 81/2008
- Art. 92, lett. d), d.lgs. 81/2008
- Art. 92, lett. e), d.lgs. 81/2008
- Art. 92, lett. f), d.lgs. 81/2008
7. Responsabilità del direttore dei lavori
8. Obblighi dei lavoratori autonomi
9. Obblighi dei datori di lavoro
10. I cantieri pubblici
- Le figure di "garanti" della sicurezza

Capitolo 7 – Responsabile del servizio di prevenzione e protezione; medico competente; progettisti, fabbricanti, fornitori ed installatori; lavoratori

1. Introduzione
2. Il responsabile del servizio di prevenzione e protezione (RSPP)
- Compiti e responsabilità
3. Il medico competente
- Compiti e responsabilità
4. Progettisti, fabbricanti, fornitori ed installatori
- Le responsabilità
5. I lavoratori
- Particolari contratti di lavoro
- Il computo dei lavoratori
- Obblighi e responsabilità

Capitolo 8 – Il d.lgs. 231/2001 e la sua applicazione agli infortuni sul lavoro ed alle malattie professionali

1. Introduzione
2. Criteri di attribuzione della responsabilità
- Criteri di imputazione oggettiva: l’interesse o il vantaggio; profili problematici di applicazione per gli infortuni sul lavoro
- Criteri di imputazione soggettiva: i reati commessi dai vertici e dai sottoposti
3. I modelli organizzativi
- I modelli organizzativi e gli infortuni sul lavoro
4. L'apparato sanzionatorio del d.lgs. 231/2001
- Le sanzioni per gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali

» N. D'Angelo, Magistrato.

Per ricevere
COME DIFENDERSI IN GIUDIZIO DAGLI INFORTUNI SUL LAVORO
Maggioli Editore - Novità Febbraio 2013
pagine 364 - F.to 17x24 - ISBN 79404
al prezzo speciale di euro 32,40
invece di euro 536,00 (sconto 10%)
clicchi su:

ACQUISTO ON LINE

Deducibilità fiscale delle opere acquistate
La spesa documentata nella fattura - sempre allegata all'ordine - è fiscalmente deducibile ai sensi degli articoli 54-56 TUIR.

Garanzie a tutela del Suo acquisto
- Per ogni ulteriore informazione in merito alla presente promozione contatti il Servizio Clienti Maggioli Editore clienti.editore@maggioli.it
- Ai sensi del D.Lgs. 22.5.1999, n. 185, art. 5, Lei ha facoltà di esercitare il diritto di recesso, restituendo il prodotto acquistato entro 10 giorni lavorativi dalla data di ricevimento del medesimo.