Novità dicembre 2013


Con casi giurisprudenziali




Filtro in appello: come applicare la riforma





FILTRO IN APPELLO: COME APPLICARE LA RIFORMA

Con il d.l. 22 giugno 2012 n. 83 - convertito con modifiche in Legge 7 agosto 2012 n. 134 - il legislatore ha introdotto il nuovo istituto del filtro in appello, intervenendo in sostanza sull'efficienza del sistema giudiziario e sulla diminuzione del carico di lavoro delle Corti.

Di taglio pratico, il volume analizza nel dettaglio le caratteristiche del filtro in appello ed esamina il nuovo articolo 342 c.p.c. contenente le prescrizioni relative alle motivazioni dell'appello, pena l'inammissibilità dello stesso.

Attraverso una rassegna di pronunce che illustrano le particolarità della struttura dell'atto e le considerazioni del magistrato preposto a valutare l'ammissibilità dell'appello, il manuale fornisce al Professionista un primo e puntuale commento delle novità introdotte dalla riforma a livello procedurale e individua, a un anno dall'entrata in vigore della riforma, tutte le problematiche operative concernenti l'applicazione del nuovo istituto in sede di giudizio.

Il testo è così di seguito strutturato:

Capitolo I – Inquadramento della riforma
1. La situazione delle Corti d’Appello al momento della riforma
2. La riforma nei suoi aspetti essenziali
3. Le sezioni-filtro

Capitolo II – Operatività della riforma
1. I provvedimenti impugnabili
2. La duplicità del filtro
3. L’art. 342 c.p.c. nella versione attuale
4. L’art. 342 c.p.c. nella versione precedente e le sue interpretazioni
5. Ulteriori pronunzie: le ipotesi a metà strada
6. L’art. 348 bis c.p.c.

Capitolo III – Aspetti pratici della riforma
1. Il peso della consulenza tecnica d’ufficio di fronte alle declaratorie
d’inammissibilità dell’appello
2. L’eccezione ex art 348 bis c.p.c.
3. L’inciso “sentite le parti”
4. Il rispetto del contraddittorio
5. Le cause di vecchio rito

Capitolo IV – Conseguenze della riforma
1. Nuove modalità per la predisposizione dell’atto di appello
2. L’impostazione dell’ordinanza
3. L’ordinanza ex art. 348 bis c.p.c. come schema di una sentenza
4. La struttura dell’ordinanza ex art. 348 bis c.p.c.
5. Il problema delle spese
6. Le spese dei terzi chiamati e quelle del difensore antistatario

Capitolo V – Interrogativi della riforma
1. Le possibili valutazioni della Corte di Cassazione
2. Il giudizio di appello come revisio prioris instantiae
3. Il giudizio di rinvio

Capitolo VI – Condizioni per la realizzazione della riforma
1. L’attività del giudice e l’organizzazione delle singole sezioni della Corte d’Appello
2. La funzione della cancelleria

Capitolo VII – Sintesi della riforma
1. Sintesi essenziale del filtro in appello e considerazioni conclusive

Capitolo VIII – Applicazione della riforma – Casistica
a) Sentenze:
1) Corte d’Appello di Brescia 23 dicembre 2009 n. 1147
2) Corte d’Appello di Brescia 21 maggio 2013 n. 652
3) Corte d’Appello di Salerno sez. lav. 1 febbraio 2013 n. 139
b) Ordinanze: Le ordinanze della corte d’Appello di Brescia
1) Corte d’Appello di Brescia 13 febbraio 2013
2) Corte d’Appello di Brescia 4 marzo 2013
3) Corte d’Appello di Brescia 3 aprile 2013
4) Corte d’Appello di Brescia 19 giugno 2013
5) Corte d’Appello di Brescia 23 gennaio 2013
6) Corte d’Appello di Brescia 13 marzo 2013
7) Corte d’Appello di Brescia 17 aprile 2013
8) Corte d’Appello di Brescia 19 giugno 2013
9) Corte d’Appello di Brescia 6 febbraio 2013
10) Le ordinanze della Corte d’Appello di Lecce
10a) Corte d’Appello di Lecce 10 aprile 2013
10b) Corte d’Appello di Lecce 7 maggio 2013
10c) Corte d’Appello di Lecce 7 febbraio 2013
10d) Corte d’Appello di Lecce 25 gennaio 2013
11) Corte d’Appello di Bari 18 febbraio 2013
12) Le ordinanze della Corte d’Appello di Roma
12a) Corte d’Appello di Roma 30 gennaio 2013
12b) Corte d’Appello di Roma 23 gennaio 2013
13) Le ordinanze della Corte d’Appello di Bologna
13a) Corte d’Appello di Bologna 4 giugno 2013
13b) Corte d’Appello di Bologna 18 dicembre 2012
13c) Corte d’Appello di Bologna 5 marzo 2013
14) Le ordinanze della Corte d’Appello di Perugia
14a) Corte d’Appello di Perugia 25 maggio 2013
14b) Corte d’Appello di Perugia 27 marzo 2013
15) Le ordinanze della Corte d’Appello di Milano
15a) Corte d’Appello di Milano 27 febbraio 2013
15b) Corte d’Appello di Milano 19 febbraio 2013
15c) Corte d’Appello di Milano 19 febbraio 2013
15d) Corte d’Appello di Milano 21 febbraio 2013
15e) Corte d’Appello di Milano 11 febbraio 2013
15f) Corte d’Appello di Milano 29 gennaio 2013
15g) Corte d’Appello di Milano 19 febbraio 2013
16) Le ordinanze della Corte d’Appello di Trieste
16a) Corte d’Appello di Trieste 5 marzo 2013
16b) Corte d’Appello di Trieste 5 marzo 2013
16c) Corte d’Appello di Trieste 2 luglio 2013
16d) Corte d’Appello di Trieste 7 maggio 2013
17) Le ordinanze della Corte d’Appello di Palermo
17a) Corte d’Appello di Palermo 17 luglio 2013
17b) Corte d’Appello di Palermo 17 luglio 2013
17c) Corte d’Appello di Palermo 5 giugno 2013
17d) Corte d’Appello di Palermo 22 maggio 2013
17e) Corte d’Appello di Palermo 3 aprile 2013
18) Corte d’Appello di Torino 17 gennaio 2013
19) Corte d’Appello di Salerno sez. lav. 1 febbraio 2013

» M. Mocci, Magistrato Ordinario.

Per ricevere
FILTRO IN APPELLO: COME APPLICARE LA RIFORMA
Maggioli Editore - Novità dicembre 2013
pp. 180 - F.to 17x24 - CODICE 88-916-00523
al prezzo speciale di euro 19,80
invece di euro 22,00 (sconto 10%)
clicchi su:

ACQUISTO ON LINE

Deducibilità fiscale delle opere acquistate
La spesa documentata nella fattura - sempre allegata all'ordine - è fiscalmente deducibile ai sensi degli articoli 54-56 TUIR.

Garanzie a tutela del Suo acquisto
- Per ogni ulteriore informazione in merito alla presente promozione contatti il Servizio Clienti Maggioli Editore clienti.editore@maggioli.it
- Ai sensi del D.Lgs. 22.5.1999, n. 185, art. 5, Lei ha facoltà di esercitare il diritto di recesso, restituendo il prodotto acquistato entro 10 giorni lavorativi dalla data di ricevimento del medesimo.