Novità ottobre 2012

Con le “Osservazioni
dell’Ufficio Studi del C.N.F.
(19 settembre 2012)” Aggiornato alle “sentenze
di Montecatini Terme”
Corte di Cassazione, S.U.,
12 ottobre 2012,
nn. 17405 e 17406
I nuovi compensi degli avvocati

Aggiornato alle “sentenze
di Montecatini Terme”
Corte di Cassazione, S.U.,
12 ottobre 2012,
nn. 17405 e 17406



I NUOVI COMPENSI DEGLI AVVOCATI
Commento al D.M. 140/2012

L'analisi sistematica del Decreto Ministeriale 20 luglio 2012 n. 140 in questo nuovo volume che approfondisce le modifiche relative ai nuovi compensi per gli avvocati, descrivendo i criteri guida dettati ai fini della liquidazione giudiziale, con specifico riferimento alle diverse fasi processuali nelle quali l'attività forense è stata segmentata.

Dopo ogni articolo della normativa viene riportata una serie di note di commento, precedute da un sommario. La trattazione è corredata da simulazioni di parcelle elaborate sulla base del metodo utilizzato dalla Commissione Tariffe - e inizialmente dallo stesso Ministero per traghettare il sistema dalle tariffe ai parametri - che consiste nell'accorpare in un'unica voce i diritti e gli onorari con il successivo adeguamento rivalutativo.

Completata in appendice dalla Relazione illustrativa del Ministero, dalle note critiche dell'Ufficio Studi del CNF in data 19 settembre 2012 e da un facsimile del disciplinare d'incarico suggerito dal CNF, l'Opera è così strutturata:

Decreto Ministero della giustizia 20 luglio 2012, n.140 - Regolamento recante la determinazione dei parametri per la liquidazione da parte di un organo giurisdizionale dei compensi per le professioni regolarmente
vigilate dal Ministero della giustizia, ai sensi dell’articolo 9 del decreto-legge 24 gennaio 2012, n.1, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 marzo 2012, n. 27


CAPO I - DISPOSIZIONI GENERALI
Art. 1 - Ambito di applicazione e regole generali
Commento
- Inquadramento generale della normativa
- L’intento di una interpretazione non “punitiva” verso gli avvocati
- Le proposte di parametri avanzate dal CNF e respinte dal Ministero
- L’ambito di applicazione
- La liquidazione a carico del soccombente: il rischio di iniquità
- Le necessarie premesse per individuare le possibili soluzioni del problema
- La prima soluzione per scongiurare l’iniquità del divario fra costo reale del processo e costo “ripetibile” secondo i parametri
- La seconda soluzione per scongiurare l’iniquità del divario fra costo reale del processo e costo “ripetibile” secondo i parametri
- Necessità di scongiurare l’iniquità del divario fra costi reali del processo e costi ripetibili se liquidati in base ai parametri: la terza ed ottimale soluzione del problema
- Gli adempimenti necessari per ottenere la condanna del soccombente alla rifusione dei costi reali: che fine fa la nota spese di causa?
- Possibili conseguenze di omissioni dell’avvocato nella richiesta di rifusione delle spese legali del suo assistito
- L’esclusione della ripetizione delle spese eccessive o superflue
- La controversia fra cliente e avvocato: inquadramento generale del problema
- La posizione del Consiglio Nazionale Forense
- Opinamento e decreto ingiuntivo
- I criteri per l’opinamento
- La liquidazione dei compensi conseguenti al patrocinio a spese dello Stato
- Le altre regole generali. Il regime delle spese. L’incarico collegiale. L’incarico non concluso. Le conseguenze della mancanza del preventivo di massima

CAPO II - DISPOSIZIONI CONCERNENTI GLI AVVOCATI
Art. 2 - Tipologia di attività

Commento
La tradizionale tripartizione dell’attività forense
Il criterio dell’assorbimento
Art. 3 - Attività stragiudiziale
Commento
Mancata descrizione dell’attività stragiudiziale
Consulenza, assistenza, assistenza continuativa
I criteri suggeriti dal CNF
La rilevanza del numero delle ore impiegate
L’aumento del compenso in caso di conciliazione
Art. 4 - Attività giudiziale civile, amministrativa e tributaria
Commento
Le macro-fasi processuali
La quinta fase: la proposta del CNF e la soluzione adottata dal Ministero
I criteri per valutare le prestazioni in ambito civile
La difesa di più soggetti
L’aumento del compenso in caso di conciliazione
Valutazione negativa delle condotte abusive
Art. 5 - Determinazione del valore della controversia
Commento
Il valore delle controversie civili
Il valore delle cause amministrative
Il valore indeterminabile
Art. 6 - Procedimenti arbitrali
Commento
Arbitri e difensori delle parti in arbitrato
Innovativa diversità di disciplina fra arbitrati rituali e irrituali
Art. 7 - Procedimenti cautelari o speciali o non contenziosi
Commento
Deregolamentazione delle differenze nella liquidazione dei compensi
fra rito ordinario, cautelare e speciale
Rafforzamento della discrezionalità del giudice
Art. 8 - Cause di lavoro
Commento
Sostanziale irrilevanza della disposizione
Art. 9 - Cause per l’indennizzo da irragionevole durata
del processo e gratuito patrocinio
Commento
Abbattimento dei compensi, presunta “semplicità seriale” ed
esigenze di contenimento dei costi erariali
Art. 10 - Responsabilità processuale aggravata e pronunce
in rito
Commento
Pretesa comunanza di situazioni diverse
I limiti delle responsabilità dell’avvocato nell’esercizio dei diritti
del cliente
Le conseguenze dell’eventuale inadempimento
Art. 11 - Determinazione del compenso per l’attività
giudiziale civile, amministrativa e tributaria
Commento
Le fasi processuali e le prestazioni comprese in esse
Possibile complessità della fase istruttoria
L’esecuzione come “fase” anziché come “processo”
I moltiplicatori per la difesa di più soggetti e per la “class action
Inclusione delle prestazioni accessorie e delle trasferte
Le controversie d’importo superiore a euro 1.500.000
Problemi e soluzioni per il decreto ingiuntivo ed il precetto
Art. 12 - Attività giudiziale penale
Commento
- Le macro-fasi del processo penale
- L’incarico non portato a termine e la sopravvenienza di una
causa estintiva del reato
- I criteri di valutazione dell’attività difensiva in materia penale
- La difesa di più persone
- La riduzione fino a metà dei compensi in caso di difesa d’ufficio
di minori e della metà in caso di patrocinio a spese dello Stato
- Valutazione negativa delle condotte dilatorie
Art. 13 - Parte civile
Commento
Condizioni per l’applicazione alla parte ed al responsabile civile
dei parametri previsti per la materia penale
Differenze di disciplina rispetto al regime tariffario previgente

Art. 14 - Determinazione del compenso per l’attivitàgiudiziale penale
Commento
Le fasi del processo penale
Inclusione delle prestazioni accessorie e delle trasferte
Estensione analogica dei parametri ai procedimenti cautelari e speciali
Le prestazioni comprese in ciascuna fase
APPENDICE
1. Allegato al decreto ministeriale n. 140/2012. Tabelle
A e B - Avvocati
2. Note critiche del CNF in relazione ai parametri per la
determinazione del compenso dell’avvocato (Ufficio
Studi del CNF, 19 settembre 2012)
3. Relazione illustrativa del Ministero al d.m. n. 140/2012
4. Modello di disciplinare d’incarico proposto dal CNF
5. Simulazioni di parcelle

» G. Martinuzzi, Avvocato.



Per ricevere
I NUOVI COMPENSI DEGLI AVVOCATI
Maggioli editore - Novità ottobre 2012
pp. 184 - f.to cm. 15x21 - ISBN 76490
al prezzo speciale di euro 19,80
invece di euro 22,00 (sconto 10%)
clicchi su:

ACQUISTO ON LINE

Deducibilità fiscale delle opere acquistate
La spesa documentata nella fattura - sempre allegata all'ordine - è fiscalmente deducibile ai sensi degli articoli 54-56 TUIR.

Garanzie a tutela del Suo acquisto
- Per ogni ulteriore informazione in merito alla presente promozione contatti il Servizio Clienti Maggioli Editore clienti.editore@maggioli.it
- Ai sensi del D.Lgs. 22.5.1999, n. 185, art. 5, Lei ha facoltà di esercitare il diritto di recesso, restituendo il prodotto acquistato entro 10 giorni lavorativi dalla data di ricevimento del medesimo.