Novità Giugno 2013





LA RESPONSABILITA' NEL CONDOMINIO DOPO LA RIFORMA




LA RESPONSABILITA' NEL CONDOMINIO
DOPO LA RIFORMA

Strumento di riferimento per coloro che devono affrontare le questioni più spinose e le problematiche più frequenti in materia di responsabilità del condominio alla luce delle novità introdotte dalla Legge n. 220/2012, questa grande Opera approfondisce la dimensione della responsabilità generale rispetto a quella individuale sulle cose comuni nel condominio e rispetto a quella dell'amministratore di condominio.

Ciascun capitolo introduce l'argomento in oggetto con una breve sintesi dei fondamenti giuridici, un sommario e una casistica di alcune fattispecie concrete, come la gestione di scale ed ascensori e più in generale di tutte le parti comuni (soffitti, volte, balconi, solai, lastrici solari, ecc.) e fornisce gli strumenti legali per la risoluzione delle liti giudiziarie e non giudiziarie tra condomini.

Arricchito dalla più recente giurisprudenza e dottrina di settore,
il Manuale analizza inoltre le questioni concernenti la rappresentanza nel condominio e chiarisce le responsabilità e i poteri dell'assemblea condominiale, nel dettaglio di 26 capitoli così organizzati:

Capitolo I – Responsabilità e competenza: aspetti processuali
• Le modifiche introdotte dalla Legge n. 220 dell'11 dicembre 2012
• La competenza del Giudice di Pace: misura e modalità d'uso dei servizi di condominio
- Segue: competenza del Giudice di pace ratione materia – casistica giurisprudenziale
- Segue: le controversie che vedono messo in discussione il diritto stesso del condomino ad un determinato uso della cosa comune
• Le sentenze del giudice di pace pronunciate in controversie di valore indeterminato o devolute alla sua competenza per materia devono essere impugnate con l'ordinario mezzo dell'appello
• La competenza territoriale del giudice del luogo dove si trovano i beni comuni o la maggior parte di essi

Capitolo II – I principi generali della responsabilità condominiale
• Responsabilità in condominio
• Responsabilità e parti comuni nascono ex lege contemporaneamente
• Significato dei termini "edificio", "suolo" e "condomino" in ambito di responsabilità condominiale
• I diversi ambiti della responsabilità: le differenti tipologie relazionali potenzialmente esistenti tra cose comuni e piani (o porzioni di piano)
• Responsabilità e portata applicativa dell’articolo 1117 del codice civile: edifi ci costruiti prima dell’entrata in vigore del nuovo testo
• Responsabilità e presunzione (anomala) di condominialità
• Principi generali d’interpretazione necessari alla disamina della responsabilità condominiale: la nozione di "costruzione"
• Le singole parti potenzialmente comuni: il lastrico solare o "terrazzo".
• Responsabilità condominiale ed istituti processuali: l'interesse all'accertamento della natura condominiale d'una parte dell'edificio
• La responsabilità del condominio ex articolo 2051 del codice civile
• La responsabilità dell’istituto autonomo case popolari
• La responsabilità dell’unico soggetto proprietario di un edificio articolato in distinte unità immobiliari
• Responsabilità e sepolcro familiare
• Vicende significative in ambito di responsabilità nel condominio: possesso, utilità oggettiva e utilità soggettiva
• Responsabilità condominiali e processo d'esecuzione
• Responsabilità, cooperativa edilizia, consorzi et similia
• Responsabilità e imposizione fiscale

Capitolo III – Responsabilità e diritti dei singoli condomini sulle cose comuni
• Le novità introdotte dalla legge n. 220 dell’11 dicembre 2012
• L'automatico ed irrinunciabile diritto di ciascun condomino sulle cose comuni
• Assicurare il diritto al pari uso di tutti i condomini
• Unicamente i regolamenti contrattuali possono imporre limitazioni ai poteri e alle facoltà spettanti ai condomini sulle parti di loro esclusiva proprietà
• Responsabilità ed usurpazione del bene comune: l'usucapione di un diritto di servitù
• La responsabilità derivante dall’articolo 844 del codice civile
• Modalità particolari d’utilizzo delle cose comuni: il cortile
• Responsabilità derivante da utilizzazioni particolari dei beni comuni ovvero dei beni individuali: sexy shop, campo da tennis, insegna, piscina, poliambulatorio
• Le spese per la conservazione delle cose comuni
• Danno e risarcimento per occupazione abusiva di parte comune
• Responsabilità e c.d. condomino minimo
• Responsabilità e c.d. Supercondomino
• Responsabilità e consorzio
• Responsabilità ed edilizia popolare ed economica
• Casistica giurisprudenziale residuale: processo, denuncia vizi, separazione tramite muro verticale, villini, delibere distanze, imposta di registro

Capitolo IV – Responsabilità connesse all'indivisibilità delle parti comuni
• Parti comuni e parti appartenenti in esclusiva ai singoli condomini
• Cosa intende per "maggiore comodità d'uso"?
• Estensione convenzionale e cessazione del regime di indivisibilità
• L'intervento del legislatore, attraverso la legge n. 220 dell'11 dicembre 2012

Capitolo V – Migliorare le cose comuni attraverso le innovazioni

• L'intervento del legislatore attraverso la legge n. 220 dell'11 dicembre 2012
• Miglioramento ed innovazioni
• Interventi legislativi specifi ci in tema di innovazioni: i parcheggi.
• Responsabilità ed innovazioni vietate ex articolo 1120 del codice civile
• Responsabilità e "decoro architettonico" del fabbricato
• L'inservibilità del bene comune all’uso o al godimento anche di un solo condomino
• L'inapplicabilità dell’articolo 1120 del codice civile qualora l'innovazione sia pagata tutta dal condomino interessato
• Responsabilità tra innovazione vera e propria e mera modificazione
• La responsabilità nel mero cambio di destinazione
• Responsabili di adeguamento a normative cogenti o di aver effettuato riparazioni necessarie?
• Fattispecie concrete particolari tra modifi cazione ed innovazione: facciata, manufatti od impianti in area comune, escavazioni nel sottosuolo
• Responsabilità ed installazione di ascensore
• Ancora in tema di "parcheggio"
• Aperture di fi nestre, porte d’accesso o varchi, anche su muro perimetrale, interventi su aree cortilizie, addetto alla sorveglianza, cavedio
• Tetto, autoclave, cancello, lastrico solare, cambio della recinzione, antenne e stazioni radio
• Da centrale dismessa a garage, portineria, vano scale, smaltimento
dei rifiuti, telecamera
• Casistica giurisprudenziale residuale

Capitolo VI – La responsabilità per innovazioni gravose o voluttuarie
• Le innovazioni gravose o voluttuarie e la facoltà d'esser esonerati
• Il diritto potestativo di partecipare successivamente ai vantaggi delle innovazioni gravose o voluttuarie
• E se le innovazioni gravose o voluttuarie non sono suscettibili di utilizzazione separata?
• Gli impianti di videosorveglianza sulle parti comuni e il nuovo articolo 1122-ter del codice civile, inserito dalla legge n. 220 dell'11 dicembre 2012

Capitolo VII – Responsabilità per opere che insistono su proprietà esclusiva del singolo condomino
• La modifi che previste dalla legge n. 220 dell’11 dicembre 2012
• Il condomino non sempre può eseguire opere che pur insistono nella sua proprietà esclusiva
• Differenti campi d'applicazione per gli articolo 1102 e 1122 del codice civile
• Responsabilità per mutazione della mera destinazione della proprietà esclusiva
• Danno e responsabilità
• Responsabilità da ripetute violazioni delle obbligazioni contenute nel regolamento contrattuale
• Casistica processuale: rapporti giuridici distinti, panni gocciolanti, ente pubblico, legittimazione ad agire dell’amministratore

Capitolo VIII – Problemi di responsabilità nella ripartizione delle spese condominiali
• La proporzionalità delle spese al valore della proprietà di ciascun condomino
• Non è semplice individuare parti e servizi che per loro natura sono destinati a fornire utilità diverse ai singoli condomini!
• Il c.d. condomino parziale
• Tabelle millesimali
• La modifi ca dei criteri di ripartizione
• Applicazioni concrete del principio: l'impianto elettrico
• Responsabilità ed equità: i principi informatori
• L'incapacità di testimoniare dei condomini quando si disserti di ripartizione di spese
• L'inapplicabilità del principio dell’apparenza in ambito condominiale.
• Responsabilità e processo: organo rappresentativo, diritti dei singoli condomini, decreto ingiuntivo, valore della controversia, spese di giudizio, ripetizione di quanto versato, anticipazioni, obblighi di pati, comune esperienza
• Come ripartire tra i condomini non morosi il debito delle quote condominiali dei condomini morosi?
• Da quando decorre l’effi cacia della sentenza che accoglie la domanda di revisione o modifi ca dei valori proporzionali di piano?
• Ripartizione e supercondominio
• Obbligazioni contratte dall’amministratore in nome e per conto del condominio hanno natura parziaria o solidale?
• In caso di contrasto tra diverse convenzioni derogatorie bisogna ricercare la reale intenzione delle parti
• Spese condominiali non pagate: il debitore è sempre il condomino locatore
• Esecuzione del terzo contro i singoli condomini
• Il problema della quantifi cazione dell'erogazione idrica
• Come modificare le modalità di pagamento delle spese condominiali?
• Applicabilità del principi al consorzio
• Quando sorge l’obbligo di contribuire al pagamento delle spese condominiali?
• Ripartizione degli oneri condominiali tra nudo proprietario ed usufruttuario
• Problematiche connesse al fenomeno della multiproprietà
• Responsabilità per danni derivanti da omessa manutenzione o riparazione delle parti comuni
• Le spese necessarie per la conservazione e il godimento delle parti comuni costituiscono l’oggetto di un'obbligazione propter rem
• Il bilancio preventivo per il nuovo esercizio può essere determinato con il mero richiamo al preventivo o al consuntivo dell'esercizio precedente?
• Il dissenso alle liti
• Il condominio di gestione negli edifi ci destinati ad alloggi popolari ed economici
• Per pretendere una partecipazione differenziata alla spesa occorre provare il servizio che apporti utilità individuale in modo differenziato
• Necessità dell’approvazione delle spese
• Il c.d. condominio minimo
• Il singolo condomino non è titolare nei confronti del condominio di un diritto di natura sinallagmatica
• Tassa comunale di occupazione di suolo pubblico, approvazione del bilancio, intestazione conto corrente, istituto di credito quale condomino, voto favorevole presunto

Capitolo IX – Responsabilità inerente scale ed ascensori
• Le innovazioni portate dalla legge n. 220 dell'11 dicembre 2012
• La responsabilità connessa all’obbligo di manutenzione, ricostruzione o sostituzione delle scale
• La pulizia delle scale
• Manutenzione, conservazione e sostituzione degli ascensori
Capitolo IX – Responsabilità in ordine alla gestione di soffitti, volte, balconi e solai
• Soffitti, volte e solai: regolamentazione generale e responsabilità
• La derogabilità del principio generale
• Responsabilità e presunzione di comproprietà dei solai
• Le strutture di copertura di locale sotterraneo
• La responsabilità per i danni derivanti da cattiva manutenzione del cortile
• L'azione del condomino del piano sottostante contro il condomino del piano di sopra
• La sostituzione del solaio

Capitolo XI – Responsabilità relative alla proprietà o all'utilizzo di lastrici solari e terrazze a livello
• Lastrici solari il cui uso non sia comune a tutti i condomini
• Il proprietario esclusivo del lastrico solare deve concorrere nella ripartizione degli altri due terzi della spesa?
• Uso esclusivo potenziale o solo uso esclusivo concreto?
• L'equiparazione lastrici solari/terrazze a livello svolgenti funzioni di copertura
• La possibilità di modifi care il criterio legale di ripartizione
• Il termine "riparazione" va inteso come sinonimo di manutenzione?
• Il diritto d'accesso alla terrazza a livello (o al lastrico solare)
• Responsabilità e danni da lastrico solare deteriorato per difetto di manutenzione
• Responsabilità e danno derivante unicamente da difetti originari di progettazione o di esecuzione dell'opera
• Responsabilità risarcimento e legittimazione passiva
• Il solaio di copertura di autorimesse (o di altri locali interrati)
• Pavimentazione, impermeabilizzazione, parapetti
• La responsabilità nella casistica giurisprudenziale: impugnazione, gazebo, muretto divisorio, titoli d’acquisto, indennità, rimborsi, possesso, terrazza in aggetto

Capitolo XII – L’indennità di sopraelevazione

• I titolari dello jus edifi candi nel caso di sopraelevazione
• L'applicabilità dell'articolo 1127 del codice civile è limitata al condominio in senso stretto
• L'articolo 1127 del codice civile si applica anche allorché si tratti di fabbricato preesistente alla sua entrata in vigore
• I proprietari dei nuovi piani entrano a far parte del condominio ipso facto e ipso iure
• Come i condomini possono opporsi alla sopraelevazione?
• Responsabilità, normativa antisismica e tutela dell'aspetto architettonico
• Indennità ed eventuale ricostruzione del lastrico solare
• Spazio aereo e responsabilità.
• Perché l’indennità di sopraelevazione?
• Servitus altius non tollendi, ovvero il divieto contrattuale di
sopraelevare
• Il compiuto significato di "sopraelevazione" ex articolo 1127 del codice civile
• La responsabilità derivante dall'attrarre il tetto nel proprio esclusivo dominio sottraendolo alla destinazione comune
• Responsabilità, trasformazione del sottotetto e obbligo di corrispondere l'indennità
• Come sopraelevare per evitare responsabilità?
• Responsabilità e mera violazione delle norme urbanistiche
• Ultimo piano appartenente a più proprietari
• L'appoggio di un’insegna pubblicitaria
• La distruzione totale di un edificio in condominio elimina anche i diritti reali esclusivi sulle singole porzioni immobiliari
• Scavi del sottosuolo
• Responsabilità ed aspetti processuali

Capitolo XIII – Effetti del perimento dell'edificio
• Perimento totale o per una parte che rappresenti i tre quarti dell'edificio
• L'assemblea degli ex condomini può deliberare la ricostruzione
dell'immobile?
• La facoltà di vendere all’asta suolo e materiali
• Il perimento di una parte minore dei tre quarti del valore dell'edificio
• L'obbligo di cedere i suoi diritti in capo a chi non intenda partecipare alla ricostruzione dell'edificio
- Segue: chi prevale tra chi vuole ricostruire l'edificio condominiale e chi vi si oppone?
• Ricostruzione o riparazione di edifi ci distrutti o danneggiati da eventi sismici.

Capitolo XIV – La responsabilità dell’amministratore tra nomina e revoca
• Le novità introdotte dalla riforma (legge n. 220 dell'11 dicembre 2012)
• Quando è obbligatoria la nomina dell'amministratore? La disciplina precedente all'entrata in vigore della legge n. 220 dell'11 dicembre 2012
• Prima nomina, conferma e nuova nomina. La disciplina precedente all'entrata in vigore della legge n. 220 dell'11 dicembre 2012
• Differenze con la mera comunione
• La nomina dell'amministratore da parte dell’autorità giudiziaria. La disciplina precedente all'entrata in vigore della legge n. 220 dell'11 dicembre 2012
• L'amministratore dura in carica un anno ma può essere revocato in ogni tempo. La disciplina precedente all'entrata in vigore della legge n. 220 dell'11 dicembre 2012
• La revoca dell’amministratore da parte dell'autorità giudiziaria. La disciplina precedente all'entrata in vigore della legge n. 220 dell'11 dicembre 2012
• L'apposito registro. La disciplina precedente all’entrata in vigore della legge n. 220 dell'11 dicembre 2012
• Attenuazione della responsabilità: l'esistenza di un organo rappresentativo unitario non priva i singoli partecipanti della facoltà di agire a difesa degli interessi inerenti all’edificio condominiale
• Il rapporto (di mandato) tra amministratore e condominio. La disciplina precedente all'entrata in vigore della legge n. 220 dell'11 dicembre 2012
• Casistica giurisprudenziale ante riforma relativa alla legittimazione dell'amministratore
• Responsabilità dell'amministratore ed articolo 40 del codice penale
• Azione di responsabilità e condomino dissenziente
• Amministratore anticipatamente revocato e compenso
• Responsabilità dell’amministratore quale autore materiale d'avvenuto spoglio
• Responsabilità dell’amministratore di edifici di alloggi di edilizia popolare ed economica

Capitolo XV – Doveri dell’amministratore e responsabilità correlate
• Le novità introdotte dalla legge n. 220 dell'11 dicembre 2012
• I doveri principali dell’amministratore elencati dall'articolo 1130 del codice civile. La disciplina precedente all'entrata in vigore della legge n. 220 dell'11 dicembre 2012
• La responsabilità di curare l’osservanza delle norme del regolamento di condominio: giurisprudenza ante riforma
• La responsabilità per il recupero dei contributi dovuti dai condomini: giurisprudenza ante riforma
• La responsabilità connessa all'uso di cose comuni e all'ottimale prestazione di servizi: cancelli, pozzetti, riscaldamento, portieri, chiavi e lastrici solari(giurisprudenza ante riforma)
• L'interpretazione estensiva degli atti conservativi
• La gestione delle responsabilità ex articolo 1669 del codice civile
• Responsabilità e obbligo di c.d. rendiconto. La disciplina precedente all'entrata in vigore della legge n. 220 dell'11 dicembre 2012
• L'obbligo di mettere a disposizione del singolo condomino i documenti inerenti la gestione. La disciplina precedente all'entrata in vigore della legge n. 220 dell'11 dicembre 2012
• L'esistenza dell’organo rappresentativo unitario non priva i singoli condomini del potere di intervenire in difesa dei diritti connessi alla loro partecipazione
• Il rimborso delle spese anticipate dall'amministratore
• Ancora in ordine alla responsabilità dell’amministratore
• La responsabilità nella stipula dei contratti. La disciplina precedente all’entrata in vigore della egge n. 220 dell’11 dicembre 2012
• La tutela risarcitoria
• Responsabilità ed urgenza
• Responsabilità e violazione delle distanze legali
• È obbligatoria la presenza nell’assemblea di condominio dell’amministratore?
• I poteri dell’amministratore eventualmente nominato nella mera comunione
• Quale compenso per l'amministratore inadempiente?
• Principi giurisprudenziali pacificamente riconosciuti

Capitolo XVI – La responsabilità nella rappresentanza del condominio
• La legittimazione attiva dell’amministratore in ambito civile, penale ed amministrativo
• I maggiori poteri che possono esser conferiti dal regolamento di condominio o dall’assemblea
• Rappresentanza processuale a persona diversa dall’amministratore
• La contemporanea legittimazione esistente in capo ai singoli condomini
• Rappresentanza e diritti esclusivi dei singoli condomini
• . Responsabilità ed azioni reali
• Contratti e responsabilità
• Problemi di legittimazione passiva
• Il conferimento del potere di stare in giudizio può sopravvenire utilmente anche dopo la proposizione dell’azione.
• Il problema della notifi ca al condomino
• L'efficacia del giudicato
• Responsabilità, rappresentanza e supercondominio – rinvio al paragrafo 25.15.1. del capitolo venticinquesimo
• Quid juris se muta in corso di causa la persona dell’amministratore?

• Particolari effetti dell’urgenza
• E l'amministratore della comunione?
• Il difetto di legittimazione processuale, in particolare
• L'amministratore cessato dalla carica
• L'efficacia della nomina ad amministratore del condominio non è subordinata all’accettazione da parte del designato
• Rilevante casistica residuale

Capitolo XVII – La responsabilità del condomino che non vuole la lite giudiziaria
• La separazione di responsabilità vale solo per le conseguenze in caso di soccombenza
• La nullità della delibera che violi tale precetto
• La notifica dell’atto di dissenso
• Il diritto di rivalsa
• Esito favorevole e vantaggio per il condominio dissenziente

Capitolo XVII – L'obbligatorietà dei provvedimenti presi dall’amministratore
• L'obbligatorietà dei provvedimenti presi dall'amministratore
• Responsabilità solidale, astensione, opere non autorizzate, ingiustificato arricchimento

Capitolo XIX – Responsabilità del singolo condomino nel caso di gestione effettuata con iniziativa individuale
• Le novità introdotte dalla legge n. 220 dell'11 dicembre 2012.
• Le spese fatte per le cose comuni senza autorizzazione dell'amministratore o dell'assemblea. La disciplina precedente all'entrata in vigore della legge n. 220 dell’11 dicembre 2012
• La spesa urgente e il diritto a chiederne il rimborso
• Il significato di "urgenza"
• La prova dell’indifferibilità della spesa.
• Il carattere pecuniario del credito
• Arricchimento senza causa e rimborso delle spese urgenti
• L'indispensabile esecuzione di lavori in appartamenti di proprietà esclusiva di alcuni condomini
• L'articolo 1134 del codice civile non si applica alla mera comunione

Capitolo XX – Responsabilità e poteri dell’assemblea condominiale
• L'organo destinato ad esprimere la volontà collettiva dei partecipanti
• Le modifiche introdotte dalla legge n. 220 dell'11 dicembre 2012
• Le attribuzioni riconosciute all’assemblea condominiale dall’articolo 1135 del codice civile
• Principi giurisprudenziali ante-ri forma attualmente rilevanti ed usuali attribuzioni riconosciute all'assemblea: l'approvazione del rendiconto quale riconoscimento di debito

Capitolo XXI – Sulle deliberazioni assembleari
• Le novità introdotte dalla legge n. 220 dell'11 dicembre 2012
• Carattere dell’assemblea e prima convocazione
• Le deliberazioni in seconda convocazione. La disciplina precedente alla riforma introdotta con legge n. 220 dell'11 dicembre 2012
• L'assemblea condominiale riunita in seconda convocazione può aggiornarsi ad altra data per completare l'esame degli argomenti previsti nell'ordine del giorno?
• L'assemblea può essere convocata in ora notturna?
• Maggioranza necessaria all’approvazione delle deliberazioni e loro specifico oggetto
• La verbalizzazione della mancata riunione dell'assemblea in prima convocazione
• Quando è necessaria la maggioranza degli intervenuti e almeno la metà del valore dell'edificio?
• Le deliberazioni che hanno per oggetto innovazioni. La disciplina precedente alla legge n. 220 dell'11 dicembre 2012
• L'invito alla riunione assembleare – rinvio al capitolo XXV
• La preventiva informazione dei condomini circa il contenuto degli argomenti posti all'ordine del giorno
• La verifica dei quorum
• Responsabilità, confl itto di interessi e quorum c.d. deliberativo
• Le responsabilità del delegato
• Le modalità della votazione
• L'importanza del processo verbale. La disciplina ante riforma introdotta dalla legge n. 220 dell'11 dicembre 2012
• La nullità delle delibere assembleari
• L'annullabilità delle delibere assembleari
• La ripartizione delle spese tra usufruttuario e nudo proprietario: rinvio al capitolo venticinquesimo
• La responsabilità dell’amministratore che si attenga a delibere assembleari
• L'interpretazione delle delibere assembleari
• La tutela dell’uso diretto (e non indiretto) di ciascun condomino sulla cosa comune
• Godimento separato di servizi comuni all’interno di un unico condominio
• Le deliberazioni delle assemblee condominiali sono efficaci anche nei confronti degli aventi causa
• Funzione del presidente dell’assemblea
• Mera comunione: non è prevista la costituzione formale dell'assemblea
• Il c.d. "condominio" minimo
• Supercondominio
• Consorzio
• Alloggi di edilizia pubblica residenziale

Capitolo XXII – Deliberazioni assembleari e ricorso all'autorità giudiziaria

• Le modifiche introdotte dalla legge n. 220 dell'11 dicembre 2012 all'articolo 1137 del codice civile
• Obbligatorietà
• Il ricorso all'autorità giudiziaria
• Nullità e annullabilità
• Nullità
• Annullabilità
• La legittimazione ad agire
- Segue: la legittimazione ad agire del conduttore
• I termini di decadenza
• La sospensione dell'esecuzione della delibera
• La validità della delibera assembleare non può essere contestata in sede di opposizione a decreto ingiuntivo.
• L'appello avverso la sentenza che abbia pronunciato sull'impugnazione di una delibera dell’assemblea condominiale
• Il controllo giurisdizionale sulle deliberazioni del condominio è limitato alla legittimità
• La sostituzione della delibera condominiale invalida
• La clausola compromissoria che deroga a quanto stabilito nell'articolo 1137 del codice civile
• La ratifica dell'operato dell'amministratore
• Casistica giurisprudenziale: deliberazioni con contenuto negativo, onere di produrre in giudizio il regolamento, responsabilità del condomino, deleghe supercondominio, consorzi, associazioni non riconosciute, etc.

Capitolo XXIII – Responsabilità e regolamento
• Le novità proposta dalla legge n. 220 dell'11 dicembre 2012
• L'obbligatorietà di stilare un regolamento e il contenuto necessario del medesimo
• Il c.d. regolamento contrattuale
• È possibile vietare un determinato utilizzo delle unità immobiliari di proprietà esclusiva?
• L'interpretazione del regolamento contrattuale
• Responsabilità da immissioni e articolo 844 del codice civile
• Il divieto di tenere negli appartamenti i comuni animali domestici. La posizione della giurisprudenza prima dell’entrata in vigore della legge n. 220 dell'11 dicembre 2012
• Le diverse responsabilità nel rapporto locatore-conduttore
• Ristrutturazioni legittime senza la preventiva autorizzazione dell'amministratore
• L'accertamento dell’esistenza del regolamento espressamente richiamato
• Non si prescrive il diritto di veder rispettato l’obbligo di non
eseguire attività dannose alle parti comuni
• Il mutamento d'indirizzo e il trasferimento delle unità immobiliari
• L'installazione di antenne – rinvio al capitolo settimo
• Applicabilità del principio "inadimplenti non est adimplendum"
• L'uso particolare della cosa comune
• Il contratto di leasing
• Clausola compromissoria
• Clausole che obbligano gli assegnatari di alloggi economici e popolari
• Casistica giurisprudenziale: rimozione, sosta e lavaggio veicoli; decoro, estetica, tende ed infi ssi; scale, panni e fi oriere; portierato, mora debendi, pratiche religiose e distanze

Capitolo XXIV – Il rinvio alle norme sulla comunione
• Le norme della comunione in generale applicabili al condominio
• Esemplificazioni giurisprudenziali – uso cosa comune, mancata maggioranza, inerzia amministratore, installazione tubature
• Il c.d. condominio minimo
- Segue: esemplifi cazioni giurisprudenziali – assemblea, amministratore, spese, regolamento

Capitolo XXV – La disciplina delle responsabilità nelle disposizioni d'attuazione al codice civile
• Le novità introdotte dalla legge n. 220 dell'11 dicembre 2012
• La possibilità di suddividere un condominio in più condomini separati
• Il decreto ingiuntivo e la sua immediata esecutività
• L'opposizione non può estendersi alla nullità o annullabilità della delibera
• Documenti in base ai quali l’amministratore può chiedere l'emissione di decreto
• Il rapporto esistente tra opposizione a decreto ingiuntivo e giudizio d'impugnazione della delibera ad esso prodromica
• Chi è passivamente legittimato rispetto all’azione giudiziaria?
• Responsabilità ed alienazione di unità immobiliare sita in edificio condominiale
• Sulla possibilità per l’amministratore di sospendere al condomino moroso l'utilizzazione dei servizi comuni suscettibili di godimento separato
• Il recupero dei contributi non pagati: poteri e responsabilità dell'amministratore
• Il nuovo obbligo per l’amministratore di comunicare ai creditori non ancora soddisfatti che lo interpellino i dati dei condomini morosi
• Revoca dell’amministratore e provvedimenti giurisdizionali
• Il curatore speciale per iniziare o proseguire una lite
• La convocazione dell’assemblea (ordinaria e straordinaria)
• Poteri e responsabilità del rappresentante che intervenga all'assemblea
• Le cc.dd. Tabelle

Capitolo XXVI – La multiproprietà

• Il nuovo decreto legislativo 23 maggio 2011, n. 79
• Responsabilità da pubblicità ingannevole: la multiproprietà non è un investimento
• I requisiti del contratto
• Il diritto di recesso
• Il carattere imperativo delle disposizioni e l’applicazione in casi internazionali – il codice di condotta e la mediazione – sanzioni
• Casistica giurisprudenziale

» R. Mazzon, Avvocato.

Per ricevere
LA RESPONSABILITA' NEL CONDOMINIO DOPO LA RIFORMA
Maggioli Editore - Novità Giugno 2013
pagine 938 - F.to cm. 17x24 - CODICE 82084
al prezzo speciale di euro 73,80
invece di euro 82,00 (sconto 10%)
clicchi su:

ACQUISTO ON LINE

Deducibilità fiscale delle opere acquistate
La spesa documentata nella fattura - sempre allegata all'ordine - è fiscalmente deducibile ai sensi degli articoli 54-56 TUIR.

Garanzie a tutela del Suo acquisto
- Per ogni ulteriore informazione in merito alla presente promozione contatti il Servizio Clienti Maggioli Editore clienti.editore@maggioli.it.
- Ai sensi del D.Lgs. 22.5.1999, n. 185, art. 5, Lei ha facoltà di esercitare il diritto di recesso, restituendo il prodotto acquistato entro 10 giorni lavorativi dalla data di ricevimento del medesimo.