COMPENDIO DI DIRITTO DELL'UNIONE EUROPEA
Novità febbraio 2013

COMPENDIO DI DIRITTO
DELL'UNIONE EUROPEA
(Diritto comunitario)
V edizione aggiornata alla L. 24 dicembre 2012, n. 234 (Norme generali sulla partecipazione dell’Italia alla formazione e all’attuazione della normativa e delle politiche dell’Unione europea)

› Riferimenti dottrinali e giurisprudenziali

La quinta edizione del volume è stata rivista alla luce delle disposizioni contenute nella L. 24 dicembre 2012, n. 234 recante «Norme generali sulla partecipazione dell’Italia alla formazione e all’attuazione della normativa e delle politiche dell’Unione europea». Il provvedimento, da tempo atteso, imposta in modo del tutto nuovo le regole che il nostro Paese è tenuto a rispettare per recepire la copiosa e complessa normativa europea: basti pensare al «pensionamento» dell’ormai familiare legge comunitaria e la sua sostituzione con la legge di delegazione europea e la legge europea.

Con l’approvazione della L. 234/2012 si è colta l’occasione di allinearsi alle disposizioni introdotte con il Trattato di Lisbona e snellire le procedure di adattamento e si è provveduto a rafforzare i controlli volti ad evitare di subire procedure di infrazione da parte dell’Unione.

Il testo tiene conto di altre novità emerse negli ultimi mesi, sia per quanto riguarda il profilo istituzionale sia per gli aspetti concernenti l’introduzione di misure straordinarie per salvaguardare la stabilità finanziaria dell’area dell’euro, con l’entrata in vigore del Meccanismo europeo di stabilità (ESM) e del Trattato sulla stabilità (il cosiddetto fiscal compact).

La trattazione semplice e sistematica delle tematiche rilevanti per lo studio della materia (nei suoi profili istituzionali e in quelli concernenti le politiche comuni), gli specifici accorgimenti grafici e i mirati apparati didattici per evidenziare i punti che richiedono maggiore attenzione e fornire informazioni supplementari per una migliore comprensione della materia, caratterizzano questa nuova edizione così strutturata:

Parte
prima
EVOLUZIONE DEL PROCESSO DI INTEGRAZIONE IN EUROPA E PRINCIPI ORGANIZZATIVI E FUNZIONALI
Dai trattati istitutivi delle Comunità europee all’Unione europea
Le origini dell’idea di un’Europa unita.
La creazione della CEE e dell’Euratom.
Il compromesso di Lussemburgo ed il trattato sulla fusione degli esecutivi.
L’unione doganale e l’Atto unico europeo.
Gli accordi di Schengen e la libera circolazione delle persone.
Il Trattato di Maastricht ed i tre pilastri dell’Unione europea.
L’euro e l’unione monetaria.
La Costituzione europea e il Trattato di Lisbona
› Approvazione e abbandono del progetto di Costituzione europea.
› La firma e la ratifica del Trattato di Lisbona.
› Le principali modifiche del Trattato di Lisbona.
La tendenza all’espansione dell’Unione europea
Il carattere aperto dell’ordinamento europeo.
I requisiti per l’adesione di nuovi Stati membri
› I criteri indicati nel trattato.
› I criteri di Copenaghen.
Il procedimento.
La sospensione di uno Stato membro e il recesso dall’Unione
› La sospensione dei diritti di uno Stato membro.
› Il recesso di uno Stato membro.
Le tappe dell’allargamento.
Le possibili nuove adesioni.
La clausola di solidarietà tra gli Stati membri.
La natura giuridica dell’Unione europea e i rapporti con gli Stati membri
La natura giuridica dell’Unione europea.
Il principio delle competenze di attribuzione e la dottrina dei poteri impliciti
› Il principio di attribuzione nei rapporti tra l’Unione e gli Stati membri.
› La clausola di flessibilità e i poteri impliciti.
I principi di sussidiarietà e di proporzionalità.
Il principio della leale cooperazione.
Le cooperazioni rafforzate.
Il riconoscimento della personalità giuridica dell’Unione.

2.
L'ASSETTO ISTITUZIONALE EUROPEO
Le istituzioni e gli altri organi  dell’Unione europea
Quadro complessivo.
Le istituzioni del triangolo decisionale.
Le istituzioni di controllo.
L’istituzione finanziaria.
Istituzioni europee e principio di attribuzione.
Il Consiglio europeo
Dai vertici europei ai Consigli europei.
La natura giuridica.
Composizione e regole di funzionamento.
Le competenze.
Le deliberazioni.
Il Parlamento europeo
Elezione dei deputati
› Principi comuni in tema di elezioni al Parlamento europeo.
› Il sistema elettorale italiano per l’elezione dei rappresentanti al Parlamento europeo.
› Cessazione dalla carica di parlamentare europeo.
Composizione dell’Assemblea
› Ripartizione dei deputati tra gli Stati membri.
› La costituzione dei gruppi politici.
Status di membro del Parlamento.
L’organizzazione interna
› Il Presidente, i vicepresidenti, i questori e l’Ufficio di presidenza.
La Conferenza dei presidenti.
Le commissioni parlamentari.
Il ruolo del Parlamento nell’assetto europeo
› Nozioni introduttive.
› La funzione politica.
› La partecipazione all’attività legislativa.
› La funzione consultiva.
Il ruolo dei parlamenti nazionali.
Il Consiglio dell’Unione europea
Composizione.
Gli organi
› La presidenza delle formazioni del Consiglio.
› Il Segretario generale e l’Alto rappresentante per gli affari esteri e la politica di sicurezza.
› Il Comitato dei rappresentanti permanenti (Coreper).
Le deliberazioni
› Modalità di votazione.
› La maggioranza semplice.
› La maggioranza qualificata fino al 2014.
› La maggioranza qualificata dal 2014.
› L’unanimità.
Le attribuzioni.
La Commissione europea
Composizione e procedura di nomina
› Il numero dei membri della Commissione.
› La procedura di nomina dei componenti.
Il Presidente della Commissione.
I commissari
› Indipendenza e incompatibilità.
› Termine del mandato.
› La mozione di censura.
Il principio di collegialità.
I poteri e le competenze della Commissione
› Il potere di controllo.
› Il potere di iniziativa legislativa.
› Il potere di esecuzione e la comitatologia.
› Le funzioni di rappresentanza.
Le istituzioni di controllo: Corte di Giustizia e Corte dei conti
Il sistema giurisdizionale europeo.
La Corte di Giustizia
› Ruolo e disciplina normativa.
› Giudici e avvocati generali.
› Organizzazione e funzionamento.
Il Tribunale
› Ruolo e disciplina normativa.
› Composizione.
› Organizzazione e funzionamento.
Tribunali specializzati e Tribunale della funzione pubblica.
Ripartizione delle competenze tra la Corte e il Tribunale.
Giurisdizione di secondo grado della Corte e del Tribunale.
La Corte dei conti europea
› Istituzione e composizione.
› Competenze.
La Banca centrale europea (BCE) e la politica monetaria
La politica monetaria dell’Unione e l’Eurosistema.
La Banca centrale europea (BCE).
Il Sistema europeo delle banche centrali (SEBC).
L’Eurogruppo.
Gli altri organi dell’ordinamento europeo
Mediatore europeo.
Banca europea per gli investimenti (BEI)
› Istituzione e compiti.
› Posizione della BEI nel contesto dell’Unione.
› Organizzazione interna.
Comitato economico e sociale
› Composizione e compiti.
› Organizzazione interna.
Comitato delle regioni.
Ufficio europeo per la lotta antifrode (OLAF).
Le agenzie.
Il Sistema europeo delle autorità di vigilanza finanziaria(SEVIF) e le autorità europee di vigilanza (AEV).

3.
LE FONTI DEL DIRITTO DELL'UNIONE EUROPEA
Le fonti originarie del diritto dell’Unione europea
Le fonti del sistema giuridico dell’Unione europea
› Fonti primarie e fonti derivate.
› Fonti scritte e fonti non scritte.
I trattati istitutivi e le successive modifiche
› I trattati istitutivi e la loro natura pattizia.
› I successivi trattati di modifica e quelli di adesione.
› La procedura ordinaria di revisione dei trattati.
› Le procedure semplificate di revisione dei trattati.
I principi generali dell’ordinamento europeo
› Definizione e nozioni introduttive.
› Principi tratti dagli ordinamenti giuridici nazionali.
› Principi propri dell’ordinamento dell’Unione.
Principi generali e tutela dei diritti fondamentali
› I diritti fondamentali nel processo di integrazione.
› La cittadinanza europea e le disposizioni relative ai principi democratici.
› La Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea.
La competenza esterna e gli accordi con Stati terzi
› Personalità giuridica e competenza esterna.
› Tipologie di accordi che possono essere stipulati dall’Unione.
› La procedura di approvazione degli accordi internazionali.
› Rango degli accordi nell’ordinamento europeo.
Le fonti derivate del diritto  dell’Unione europea
Gli atti legislativi e non legislativi dell’Unione europea.
I regolamenti
› Definizione.
› Caratteristiche.
Le direttive
› Definizione.
› Caratteristiche.
› Le direttive dettagliate.
Le decisioni
› Definizione.
› Caratteristiche.
Gli atti non vincolanti: raccomandazioni e pareri.
Gli atti delegati.
Gli atti esecutivi
La disciplina dei trattati.
La comitatologia.
Gli accordi interistituzionali.
Altri atti delle istituzioni.
Caratteristiche comuni degli atti.
La diretta efficacia del diritto dell’Unione
› Diretta applicabilità e diretta efficacia.
› La diretta efficacia delle direttive.
› Effetti orizzontali e verticali delle direttive.
Gli atti precedentemente previsti nell’ambito del secondo e del terzo pilastro.
Le procedure di approvazione degli atti giuridici dell’Unione europea
Il ruolo delle istituzioni.
L’iniziativa legislativa
› Il monopolio della Commissione.
› Le eccezioni previste dai trattati.
› La richiesta del Parlamento europeo alla Commissione.
› L’iniziativa dei cittadini europei.
› Il ruolo dei parlamenti nazionali.
La procedura legislativa ordinaria.
Le procedure legislative speciali.
La procedura di approvazione del bilancio dell’Unione europea
› Quadro normativo di riferimento.
›  Il regime delle risorse proprie.
› La procedura di approvazione del bilancio.

4.
ORDINAMENTO DELL'UNIONE E ORDINAMENTI DEGLI STATI MEMBRI
Il diritto dell’Unione nei rapporti con gli ordinamenti degli Stati membri
L’autonomia del diritto dell’Unione e l’integrazione con gli ordinamenti giuridici nazionali.
Il primato del diritto europeo
› L’affermazione del principio.
› Il principio del primato nei trattati.
L’adattamento al diritto originario e la ratifica dei trattati
La ratifica dei trattati internazionali nell’ordinamento italiano.
I trattati istitutivi e il fondamento costituzionale dell’adesione italiana: l’art. 11 Cost.
Il rispetto dei vincoli derivanti dall’ordinamento europeo nell’art. 117, comma 1, Cost.
La teoria dei controlimiti.
L’adattamento al diritto derivato e le disposizioni della L. 234/2012
Inquadramento generale
› La normativa di riferimento.
› La struttura di riferimento: il CIAE.
Gli strumenti e le procedure per l’adattamento al diritto dell’Unione europea
› La legge di delegazione europea.
› La legge europea.
› L’adeguamento urgente.
L’adattamento ai singoli atti di diritto derivato
› I regolamenti e le decisioni.
› Le direttive.
› Le sentenze della Corte di Giustizia.
Il ruolo delle Regioni
› Regioni e attività dell’Unione.
› La partecipazione alla fase ascendente.
› La partecipazione alla fase discendente e il potere sostitutivo dello Stato.
’ordinamento  italiano.

5.
STRUMENTI DI TUTELA DELL'ORDINAMENTO EUROPEO
La tutela giurisdizionale
Il rinvio pregiudiziale
› Nozione e ambito di applicazione.
› Il giudice rimettente.
› La nozione di giurisdizione nazionale.
› Limitazioni alla proposizione di una questione pregiudiziale.
› Rapporti tra Corte di Giustizia e giurisdizioni nazionali.
› Gli effetti delle pronunce della Corte.
› Il procedimento pregiudiziale d’urgenza (PPU).
Il ricorso per inadempimento
› La nozione di inadempimento.
› La fase precontenziosa.
› La fase giudiziale.
› Deroghe al procedimento ordinario.
› Il ricorso per inadempimento nella disciplina legislativa italiana.
Il ricorso di annullamento
› Nozioni introduttive e soggetti legittimati.
› Gli atti impugnabili.
› I motivi di ricorso: i vizi degli atti.
› I poteri della Corte ed gli effetti della sentenza di annullamento.
› Annullamento degli atti per violazione del principio di sussidiarietà.
Il ricorso in carenza
› Definizione e caratteristiche.
› Aspetti procedurali.
› Effetti della sentenza.
Responsabilità extracontrattuale dell’Unione
› Definizione ed elementi costitutivi.
› L’elemento soggettivo.
› L’elemento oggettivo.
› Aspetti procedurali.
La tutela amministrativa delle posizioni individuali
I reclami al Mediatore europeo.
Il diritto di petizione al Parlamento europeo.
Il controllo della Corte dei conti.
La responsabilità dello Stato membro e l’obbligo di risarcimento del danno
Inquadramento della problematica.
La giurisprudenza della Corte anteriore alla sentenza Francovich.
L’obbligo del risarcimento del danno nella sentenza Francovich
› Il principio affermato dalla sentenza.
› Le condizioni per la richiesta del risarcimento del danno.
› Le procedure applicabili per la richiesta del risarcimento.
Gli sviluppi della sentenza Francovich
Responsabilità dello Stato ed atti dotati di efficacia diretta
› Responsabilità dello Stato ed errata trasposizione di una direttiva.
› Responsabilità dello Stato e ripartizione delle competenze a livello nazionale.
› Responsabilità dello Stato e attività di un suo funzionario.
› Responsabilità dello Stato derivante da atti amministrativi.
› Responsabilità dello Stato per atti del potere giudiziario.
› Responsabilità dello Stato e decorrenza dei termini di prescrizione.
› Responsabilità dello Stato e giudicato interno.

6.
IL DIRITTO MATERIALE DELL'UNIONE EUROPEA
Il mercato interno e le quattro libertà
La nozione di mercato unico e di mercato interno.
Il principio di uguaglianza, il divieto di discriminazioni e le discriminazioni a rovescio
› Il principio di uguaglianza nell’ordinamento europeo.
› Il divieto di discriminazioni, in particolare quelle fondate sulla nazionalità.
› Le discriminazioni a rovescio.
La libera circolazione delle merci
› La disciplina degli scambi tra Stati membri e i vincoli posti dal trattato.
› Il principio del mutuo riconoscimento.
La libera circolazione delle persone
› Le disposizioni dei trattati istitutivi.
› Libera circolazione delle persone e cittadinanza europea.
Il diritto di stabilimento
› Definizione e soggetti beneficiari.
› La regola del trattamento nazionale.
› Diritto di stabilimento a titolo principale e secondario.
La libera circolazione dei servizi
› Le disposizioni del trattato e la regola del trattamento nazionale.
› Libera circolazione dei servizi e direttiva Bolkestein.
La libera circolazione dei capitali.
Il diritto della concorrenza
La disciplina generale della concorrenza
› La normativa di riferimento.
Il divieto di intese pregiudizievoli per la concorrenza.
L’abuso di posizione dominante.
L’incidenza del diritto dell’Unione sulle imprese pubbliche e su quelle che esercitano diritti speciali o esclusivi.
Gli aiuti di Stato
› Deroghe al principio di incompatibilità degli aiuti di Stato.
› Procedura di verifica della compatibilità.
Gli altri settori di intervento dell’Unione europea
L’ampliamento della sfera di competenza europea.
La politica agricola comune (PAC)
› Finalità della politica agricola.
› L’organizzazione comune dei mercati.
› Strumenti di finanziamento.
La politica comune dei trasporti.
Il coordinamento delle politiche economiche e la politica monetaria
› Le disposizioni dei trattati e il Patto di stabilità.
› Il sostegno agli Stati dell’area euro: il Fondo europeo di stabilità finanziaria (EFSF) e il Meccanismo europeo di stabilità (ESM).
› Il rafforzamento dei vincoli di bilancio e il Trattato sulla stabilità, sul coordinamento e sulla governance nell’unione economica e monetaria.
La politica commerciale comune.
La politica di coesione economica, sociale e territoriale
› Finalità della politica di coesione.
› Finanziamento della politica di coesione e fondi strutturali.
La politica sociale e dell’occupazione
› Le disposizioni dei trattati.
› La Strategia di Lisbona e la Strategia Europa 2020.
La politica ambientale.
La politica estera e di sicurezza comune (PESC) e la politica di sicurezza e di difesa comune (PSDC)
› Le finalità della PESC.
› La gestione della PESC.
› La politica di sicurezza e di difesa comune (PSDC).
Lo spazio europeo di libertà, sicurezza e giustizia
› Le politiche relative ai controlli alle frontiere, all’asilo e all’immigrazione.


Sul sito www.moduli.maggioli.it sono disponibili aggiornamenti normativi e giurisprudenziali nonché materiali didattici integrativi
.

Per ricevere
COMPENDIO DI DIRITTO DELL'UNIONE EUROPEA
Maggioli Editore • V edizione febbraio 2013
• Pagine 364 • F.to cm. 15x21 • ISBN 7759.2
• Euro 17,10 anziché Euro 19,00
clicchi su:

ACQUISTO ON LINE
Garanzie a tutela del Suo acquisto
- Per ogni ulteriore informazione in merito alla presente promozione contatti il Servizio Clienti Maggioli Editore: Tel. 0541/628200 - servizio.clienti@maggioli.it.
- Ai sensi del D.Lgs. 22.5.1999, n. 185, art. 5, Lei ha facoltà di esercitare il diritto di recesso, restituendo il prodotto acquistato entro 10 giorni lavorativi dalla data di ricevimento del medesimo.