FORNITURE E APPALTI DI SERVIZI
Novità febbraio 2013

FORNITURE E APPALTI DI SERVIZI

Guida ragionata all’affidamento

Aggiornata con:
Legge 221/2012 “Decreto Crescita bis”
Bando-tipo dell’Autorità per la vigilanza
sui Contratti Pubblici
Legge 190/2012 “Anticorruzione”


Le forniture costituiscono il “carburante” della macchina amministrativa e i servizi sono sovente il terreno su cui si misura l’efficienza delle stazioni appaltanti e la loro capacità di soddisfare i bisogni della comunità.

Purtroppo in materia si assiste ad una sorta di rincorrersi di leggi disorganiche di aggiornamento e di modifica, che, in nome della semplificazione, aggiungono in realtà ulteriori oneri connessi all’affidamento dei contratti, come le c.d. norme anticorruzione o le norme sull’amministrazione aperta.

Di straordinaria efficacia quest’opera a doppia valenza: nel contempo un Manuale di immediata consultazione per la struttura e l’attenzione ai problemi pratici, sviluppati seguendo la sequenza del procedimento di affidamento e un Testo di approfondimento per i contenuti e il corredo delle note che si concentrano sulle norme applicabili, sulla giurisprudenza nazionale e comunitaria, sui numerosi pronunciamenti dell’Autorità di Vigilanza sui Contratti pubblici, gli ancoraggi e i riferimenti dell’operare.

Il Cd-Rom allegato fornisce inoltre un’appropriata selezione normativa e documentale, nella quale possono essere reperiti agevolmente indispensabili strumenti di uso corrente per l’affidamento.

Nell’insieme un’opera mirata a sostenere validamente tutti coloro che ogni giorno spendono energie e intelligenza per conseguire risultati nello specifico settore.

Gli esperti autori, L. Bruni, svolge funzioni di Istruttore amministrativo di Roma Capitale, con esperienza nell’Ufficio contratti, e S. Sorrentino, Avvocato del Foro di Roma, si occupa di contratti pubblici dal 1989, hanno predisposto un’autentica Guida ragionata che non si lascia intimidire dalla complessità e dall’ampiezza dei temi proposti dalla pratica operativa ma li affronta nel minuzioso dettaglio della seguente trattazione:

1.
FORNITURE E SERVIZI NELL’AMBITO DEI CONTRATTI PUBBLICI
I contratti pubblici.
La ricomposizione del quadro normativo.

2.
LA FASE PRELIMINARE ALL’AFFIDAMENTO DEI CONTRATTI PUBBLICI DI SERVIZI E DI FORNITURE
La nomina del Rup - Responsabile del procedimento.
La programmazione.
La progettazione.
La realizzazione delle condizioni fisiche ed amministrative per le forniture ed i servizi.
La disponibilità delle risorse economiche.
La deliberazione di contrarre.
Gli adempimenti nei riguardi dell’Autorità.
L’acquisizione del codice unico di progetto (CUP).

3.
LEX SPECIALIS DELLA GARA ED IL SUO CONTENUTO
Nozione e funzione della lex specialis della gara.
L’oggetto e le caratteristiche dell’affidamento
I requisiti di ordine generale.
I requisiti di ordine speciale.
Le aggregazioni di operatori economici ammissibili nei contratti pubblici di servizi e di forniture.
Il criterio di aggiudicazione.
Le domande di partecipazione.
Il sistema delle garanzie: cauzione provvisoria, garanzia definitiva.
La dimostrazione da parte dei concorrenti del pagamento del contributo all’Autorità.
Le formalità di confezionamento dei plichi e delle buste.
Luogo, termini di ricezione e modalità di inoltro delle domande di partecipazione e delle offerte.
Le cause di esclusione e la loro tassatività.
Disposizioni sul procedimento di gara.
Il contenuto informativo della lex specialis.

4.
LA PUBBLICITÀ DELLA LEX SPECIALIS DELLA GARA
La pubblicazione del bando di gara.
La documentazione a comprova della pubblicazione.
Rimedi e correzioni degli errori commessi in sede di pubblicazione.
Le informazioni complementari e i chiarimenti ai concorrenti nella fase successiva alla pubblicazione.

5.
LA GESTIONE DELLA SELEZIONE DEI CONCORRENTI
La ricezione e la movimentazione delle domande di partecipazione nella procedura ristretta e nel dialogo competitivo.
La ricezione e la movimentazione delle domande di partecipazione e delle offerte nella procedura aperta.
La selezione dei candidati nella procedura ristretta e nel dialogo competitivo.
La selezione degli offerenti nella procedura aperta.
Le modalità del procedimento di selezione.
Il provvedimento di ammissione o di esclusione.
Le comunicazioni ai concorrenti esclusi.
Le comunicazioni all’Autorità.
La spedizione degli inviti nella procedura ristretta e nel dialogo competitivo.

6.
GLI ORGANI STRAORDINARI DEL PROCEDIMENTO DI SELEZIONE DELLE OFFERTE
Organo o organi straordinari di selezione delle offerte.
Il riparto di funzioni e competenze tra organi straordinari nell’offerta economicamente più vantaggiosa (il doppio organo straordinario) e nell’aggiudicazione al prezzo più basso.
La commissione giudicatrice.
Il modo di operare dell’organo collegiale.

7.
LA SELEZIONE DELLE OFFERTE
Costituzione del seggio di gara e adempimenti preliminari.
Registrazione e gestione dei partecipanti, disposizioni per il regolare svolgimento della seduta pubblica.
La ricezione dei plichi.
Il principio di continuità.
L’ordine inderogabile delle operazioni e gli effetti della sua violazione.
Le operazioni da compiersi necessariamente in seduta pubblica.
L’informativa in ordine all’intento di proporre ricorso giurisdizionale.
La verifica a campione.
Gli effetti delle vicende soggettive dell’offerente.
Le operazioni di valutazione delle offerte.
Individuazione e valutazione delle offerte anormalmente basse.
L’individuazione della migliore offerta nel dialogo competitivo.
L’aggiudicazione provvisoria.
Verbalizzazione delle operazioni.

8.
GLI ADEMPIMENTI SUCCESSIVI ALLA GARA PUBBLICA E LA STIPULAZIONE DEL CONTRATTO
I controlli successivi.
I controlli sul procedimento, l’autotutela e l’aggiudicazione definitiva.
Le comunicazioni successive.
La garanzia definitiva e gli altri atti e adempimenti preliminari alla stipulazione.
L’avviso sui risultati della procedura di affidamento.
Il termine dilatorio e la stipulazione del contratto.

9.
ACCORDI QUADRO - CENTRALI DI COMMITTENZA - ASTE ELETTRONICHE - SISTEMI DINAMICI DI ACQUISIZIONE
L’accordo quadro.
L’aggiudicazione degli appalti basati sull’accordo quadro.
Accordi quadro e attività gestionale della stazione appaltante.
Gli accordi quadro Consip.
L’affidamento mediante centrali di committenza e le convenzioni Consip.
Le aste elettroniche.
I sistemi dinamici di acquisizione.

10.
LA PROCEDURA NEGOZIATA
Gli elementi comuni a tutte le forme di procedura negoziata.
La procedura negoziata previa pubblicazione di un bando di gara.
La procedura negoziata senza pubblicazione di un bando.
Contratti segretati.

11.
L’AFFIDAMENTO DELLE FORNITURE E DEI SERVIZI SOTTO SOGLIA
La disciplina applicabile.
I requisiti.
La pubblicità.
I termini minimi.
Offerte anomale.
Il mercato elettronico della P.A.

12.
FORNITURE E SERVIZI IN ECONOMIA
Inquadramento generale.
Le procedure di affidamento in economia.

13.
CONCORSO DI IDEE E CONCORSO DI PROGETTAZIONE
L’anonimato delle proposte.
L’affidamento dei concorsi di progettazione e dei concorsi di idee.
I concorsi di progettazione negli altri servizi e nelle forniture.

14.
L’AFFIDAMENTO DEI SERVIZI TECNICI
Inquadramento dei servizi tecnici.
I presupposti per l’affidamento esterno dei servizi tecnici.
Gli operatori economici ai quali è possibile affidare i servizi tecnici.
Le regole speciali di affidamento.
Il calcolo del valore stimato.
L’affidamento dei servizi di importo pari o superiore a 100 mila euro.
L’affidamento dei servizi di importo inferiore a 100 mila euro.

15.
L’AFFIDAMENTO DEI SERVIZI A REGIME RIDOTTO O DEROGATORIO
I servizi dell’allegato IIB al Codice.
L’affidamento alle cooperative sociali “di tipo B”.

16.
LE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO NEI SETTORI SPECIALI
Le procedure ordinarie nei settori speciali.
Le procedure non ordinarie nei settori speciali.


Per ricevere
FORNITURE E APPALTI DI SERVIZI
Maggioli Editore •
Novità febbraio 2013 • con Cd-Rom
• Pagine 500 • F.to 17x24 • ISBN 6913.3 • Euro 54,00

clicchi su:

ACQUISTO ON LINE
Garanzie a tutela del Suo acquisto
- Per ogni ulteriore informazione in merito alla presente promozione contatti il Servizio Clienti Maggioli Editore: Tel. 0541/628200 - servizio.clienti@maggioli.it.
- Ai sensi del D.Lgs. 22.5.1999, n. 185, art. 5, Lei ha facoltà di esercitare il diritto di recesso, restituendo il prodotto acquistato entro 10 giorni lavorativi dalla data di ricevimento del medesimo.