I NUOVI BISOGNI ASSICURATIVI NELLE ATTIVITA’ TECNICHE
Novità marzo 2013
in offerta speciale on line
e senza spese di spedizione


I NUOVI BISOGNI ASSICURATIVI NELLE ATTIVITA’ TECNICHE

Interazioni pratiche fra polizze
obbligatorie e facoltative


Guida operativa per stazioni appaltanti, dipendenti pubblici e liberi professionisti

Le responsabilità dei tecnici - pubblici o privati che siano - sono oggi di particolare gravità e consistenza: ne è cosciente il legislatore che ha sancito, a far data dal 13 agosto 2013, l’obbligatorietà di una idonea assicurazione per i rischi derivanti dall’esercizio dell’attività professionale.

Con riguardo al tema delle responsabilità tecniche e delle coperture assicurative, questa nuova opera spiega come muoversi nel delicato settore giuridico dove confluiscono e si intersecano le problematiche degli appalti pubblici con quelle del diritto delle assicurazioni, fornendo:
a) l'approfondita ricostruzione normativo-giurisprudenziale dei rischi della professione tecnica sotto il profilo della responsabilità civile e amministrativo-contabile,
b) gli strumenti operativi di ricerca della polizza più sicura per rimanere indenni dalle responsabilità civili e da quelle erariali davanti alla Corte dei conti.

Il testo non risparmia analisi realistiche e a volte impietose dei prodotti presenti sul mercato, spesso non adeguati ai reali bisogni assicurativi,
affermando fra l’altro che i capitolati relativi all’assicurazione di responsabilità civile della P.A. intesa come apparato, reperiti sul web, sono nel 99% dei casi illegittimi.

Presenta inoltre un’accurata indagine sui contenuti di nove polizze RCT - Responsabilità Civile Terzi - per liberi professionisti (perfettamente adattabili alle attività dei tecnici della PA) indispensabile per acquisire consapevolezza delle proprie responsabilità e necessità assicurative al fine di individuare la soluzione più appropriata.

Con lo stile incalzante e coinvolgente di S. Lazzini, probabilmente la maggiore esperta in materia a livello nazionale, la trattazione rende accessibile una disciplina spesso percepita come oscura e contorta, superando la complessità e il tecnicismo delle molteplici questioni legali da affrontare, sapientemente illustrate nel dettaglio dei seguenti argomenti:

1.
L’ASPETTO SOCIALE DELLA RESPONSABILITÀ CIVILE TECNICA
Perché la norma di cui all’art. 1669 c.c. risulta importante anche per progettista e direttore dei lavori.

2.
LA RESPONSABILITÀ CIVILE EXTRACONTRATTUALE
Vastissimo ambito di applicazione del principio del neminem laedere.
Analisi logica dell’articolo 2043 del codice civile.

3.
I PARAMETRI PER L’APPLICAZIONE DELL’ART. 1669 C.C.
Sulla tutela che la norma impone.
E’ il giudice a decidere quali sono i difetti costruttivi per applicare l’articolo 1669 c.c.
Limitazioni al godimento del bene.
I difetti di costruzione che interessano i tetti.
L’opera di lunga durata.
Difetti di elementi accessori che non influiscono sul godimento del bene.
Illegittima clausola compromissoria.
Da quando decorre il termine di decadenza?
Case fare se dovessero emergere ulteriori vizi in corso di causa?

4.
CORRESPONSABILITÀ, QUESTA SCONOSCIUTA
Il vincolo di solidarietà nell’art. 1669 c.c.

5.
I NUOVI ORIZZONTI DI RESPONSABILITÀ
Presunzione di responsabilità anche per progettista e direttore dei lavori.

6.
LA GIURISDIZIONE DELLA CORTE DEI CONTI NEI CONFRONTI DEI LIBERI PROFESSIONISTI
Queste sono le basi per l’azione di responsabilità davanti alla Corte dei conti.
Direttore dei lavori e/o progettisti sotto la lente della Corte dei conti.

7.
I FONDAMENTI DELLA RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA
La Corte dei conti si presenta.

8.
GLI OBBLIGHI ASSICURATIVI NEGLI APPALTI DI LAVORI, PER I LIBERI PROFESSIONISTI
Commento alle norme sugli obblighi assicurativi dei progettisti:
› La polizza di responsabilità civile professionale per i rischi derivanti dallo svolgimento delle attività di propria competenza.
› L’art. 1917 del codice civile.
› Ridicoli i massimali imposti dalla normativa  specifica in materia di appalti.
› La “vecchia” copertura ancora definita “Certificato Merloni”.
› Attenzione all’inizio della garanzia.
Commento alle norme sugli obblighi assicurativi dei verificatori:
› La garanzia deve essere estesa ai “danni all’opera”.
› Polizza dedicata.
› Appendice ad un precedente contratto di assicurazione civile terzi.
› Qual è il rischio del verificatore?
› Responsabilità per danno erariale del verificatore, sia esterno che interno.

9.
LUCI (POCHE) E OMBRE (TANTE) DEL D.M. 123/2004
Lo schema tipo non è mai stato ufficialmente abrogato
› Schema tipo: copertura assicurativa della responsabilità civile professionale dei progettisti liberi professionisti o delle società di professionisti o delle società di ingegneria.

10.
COMMENTO A NOVE TESTI DI POLIZZA RCT - RESPONSABILITÀ CIVILE TERZI - PER PROFESSIONISTI TECNICI (adattabili anche alle problematiche assicurative dei tecnici della P.A.):
1° Responsabilità civile professionale - Condizioni valide per ingegneri e architetti liberi professionisti.
2° Formula professionisti area progettuale ed edile.
3° Professionista: progettisti, direttori dei lavori e collaudatori.
4° Il contratto multirischio per il professionista.
5° Assicurazione della responsabilità civile professionale dei tecnici laureati o diplomati liberi professionisti.
6° Polizza di assicurazioni all risks della responsabilità civile professionale degli ingegneri e degli architetti liberi professionisti.
7° Norme che regolano l’assicurazione della responsabilità professionale del progettista esterno.
8° Norme che regolano l’assicurazione della responsabilità professionale del verificatore esterno alla stazione appaltante.
9° Responsabilità civile con formula claims made ma anche all risks, vale a dire “ciò che non è espressamente escluso è compreso”: la più idonea a coprire le reali esigenze del professionista tecnico.

11.
IL PENSIERO DEI PADRI COSTITUENTI IMPRESSO NELL’ART. 28 DELLA COSTITUZIONE
La responsabilità “diretta” della P.A.

12.
IL BENEFICIO DELLA NON IMPUTABILITÀ PER “COLPA LIEVE” DEL DIPENDENTE DI AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE
Si tratta di una presunzione assoluta.

13.
I DIVERSI TIPI DI ATTIVITÀ DI UN ENTE PUBBLICO
Attività materiale e attività provvedimentale.
Sulla necessità o meno di accertare l’elemento della colpa della P.A.
I nuovi orizzonti della responsabilità in tema di appalti.

14.
L’OGGETTO DELLA POLIZZA DI RESPONSABILITÀ CIVILE TERZI DELLA P.A. INTESA COME APPARATO
Sulla legittimità di un oggetto dell’assicurazione che copra tutti i gradi della colpa.

15.
COMMENTO AD ALCUNI CAPITOLATI DI POLIZZA
La responsabilità diretta della P.A. comporta
› Corretto oggetto di un’assicurazione di RCT ma non la successiva clausola.
› Clausole nulle, per nullità del rischio?
› Qual è il rischio di questa polizza ?
› Questa polizza non s’ha da fare, né domani, né mai.
› Poiché è esclusiva la giurisdizione della Corte dei conti, un Comune non può trasferire alla Compagnia di assicurazione un diritto che non ha.
› Un Comune che si corregge.
› La facoltà di rivalsa.
La tripla copertura della responsabilità civile dei dipendenti tecnici
› Altro capitolato.
› Ad una s.p.a. pubblica non si applica il DPR 3/1957.
› Nemmeno le s.p.a. pubbliche possono pagare la polizza per danno erariale davanti alla Corte dei conti.

16.
RIASSUMENDO I DIVERSI REGIMI DI RESPONSABILITÀ DEI DIPENDENTI DELLA P.A.

17.
GLI OBBLIGHI ASSICURATIVI NEGLI APPALTI PER PROGETTISTI E VERIFICATORI, DIPENDENTI PUBBLICI
Polizza dei progettisti e verificatori dipendenti della stazione appaltante.

18.
I PARAMETRI DI LEGITTIMITÀ DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA POLIZZA PER IL DANNO ERARIALE
Illegittimo pagamento del premio con denaro pubblico.

19.
ALLA RICERCA DELLA POLIZZA “IDONEA”
Perché l’esigenza di sottoscrivere un’ulteriore polizza?
Un testo di polizza ideale.


Per ricevere, senza spese di spedizione,
I NUOVI BISOGNI ASSICURATIVI NELLE ATTIVITA’ TECNICHE
Maggioli Editore • Novità marzo 2013
• Pagine 600 • F.to 15x21 • ISBN 7850.6
• Euro 50,40 anziché
Euro 56,00
clicchi su

ACQUISTO ON LINE
Deducibilità fiscale delle opere acquistate
- La spesa documentata nella fattura - sempre allegata all'ordine - è fiscalmente deducibile ai sensi degli articoli 54-56 TUIR.
Garanzie a tutela del Suo acquisto
- Per ogni ulteriore informazione in merito alla presente promozione contatti il Servizio Clienti Maggioli Editore: Tel. 0541/628200 - servizio.clienti@maggioli.it.
- Ai sensi del D.Lgs. 22.5.1999, n. 185, art. 5, Lei ha facoltà di esercitare il diritto di recesso, restituendo il prodotto acquistato entro 10 giorni lavorativi dalla data di ricevimento del medesimo.

<<TORNA ALLA PAGINA INIZIALE