Novità febbraio 2015

- Le concessioni di lavori e di servizi
- Locazione finanziaria, contratto di disponibilità,
contratto di sponsorizzazione
- La modellizzazione economico-finanziaria
e gli strumenti di promozione
- La contribuzione pubblica e la promozione del PPP
- Il trattamento contabile del PPP

PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO E PROJECT FINANCE
Con i contributi di:
› Enzo Adamo › Giuliana Bo › Luca Bisio › Rosalba Cori
› Marco Nicolai › Ilaria Paradisi › Walter Tortorella

Aggiornato con Legge di Stabilità 2015
(Legge 23 dicembre 2014, n. 190)

PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO
E PROJECT FINANCE

Come uscire dalla crisi


Questo nuovo volume approfondisce le caratteristiche e le potenzialità del PPP in rapporto alle peculiarità del contesto economico in cui operatori pubblici e privati si trovano ad operare.

Dopo un primo esame dell'evoluzione nella disciplina normativa e della diffusione dell'applicazione di tali istituti nel nostro Paese, esamina gli incentivi che ne promuovono l'uso:
dalla contabilizzazione delle opere al di fuori del bilancio pubblico, alle agevolazioni fiscali, agli strumenti finanziari abbinati (fondi immobiliari, project bond), alla liberalizzazione delle modalità di corresponsione del contributo pubblico nell'ambito dei contratti di concessione di lavori.

Il volume individua tutte le modalità di applicazione del PPP che più enfatizzano l'iniziativa privata nella progettazione, realizzazione, gestione e finanziamento d'infrastrutture e servizi pubblici per favorirne l'utilizzo più diffuso e qualificato: tali istituti presentano un notevole potenziale di sviluppo soprattutto in ambito urbano e consentono la mobilitazione dei soggetti privati sin dalla fase di programmazione dell'opera e dei servizi pubblici da realizzare.


Capitolo I
INVESTIMENTI VERSUS INFRASTRUTTURE NEI PROCESSI DI CRESCITA ECONOMICA
1.1. Risorse pubbliche e risorse private per far fronte alla crisi
1.2. L'andamento degli investimenti fissi lordi negli ultimi venti anni
1.3. Fabbisogni di infrastrutture, gap territoriali e potenziali di sviluppo
1.4. Il Piano Juncker, la Legge di stabilità 2015 e il Partenariato Pubblico Privato

Capitolo II
PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO E PROJECT FINANCING: IL CONTESTO DI RIFERIMENTO
2.1. Partenariato Pubblico Privato e Project Financing: definizioni
2.1.1. Profili di diritto comunitario
2.1.2. I contratti PPP: profili di diritto nazionale
2.1.3. La finanza di progetto
2.2. L'evoluzione del quadro normativo nel tempo
2.2.1. Il procedimento del promotore
2.2.2. Il Codice dei contratti
2.2.3. La presentazione di proposte per la realizzazione di opere pubbliche non presenti negli strumenti di programmazione
2.2.4. Il Regolamento di attuazione del Codice (D.P.R. n. 207/2010)
2.2.5. Le novità dei "decreti Monti" e del "decreto del fare"
2.2.6. Il decreto "Sblocca Italia"
2.3. Le nuove direttive europee su appalti pubblici e concessioni
2.4. Concessioni di lavori pubblici
2.4.1. Caratteristiche e aspetti rilevanti della disciplina dell'istituto
2.4.2. Le disposizioni in funzione del finanziamento in Project Finance
2.4.3. Procedure di affidamento
2.5. Concessione di servizi
2.5.1. La concessione di servizi nel Codice degli appalti pubblici
2.5.2. Caratteristiche
2.5.3. Scelta del concessionario
2.5.4. Concessione di diritti speciali o esclusivi di esercitare un'attività di servizio pubblico
2.5.5. Concessioni di servizi nei settori speciali
2.6. Altri strumenti di PPP
2.6.1. Locazione finanziaria di opere pubbliche
2.6.2. Contratto di disponibilità
2.6.3. Contratto di sponsorizzazione
2.6.4. Società a capitale misto pubblico-privato

Capitolo III

IL MERCATO DEL PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO IN ITALIA
3.1. Numero e valori delle operazioni del Partenariato Pubblico Privato
3.2. Il PPP ad iniziativa privata e il mercato potenziale

Capitolo IV
VANTAGGI, STRUTTURA FINANZIARIA E INCENTIVI PUBBLICI DEL PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO
4.1. Valore aggiunto, modellazione e forme di promozione
4.2. La creazione di valore quale finalità del ricorso al PPP
4.2.1. Evidenze empiriche sui vantaggi
4.2.2. I presupposti teorici per la creazione del valore: PPP test e Value for Money assestment
4.2.3. La misurazione del valore: il modello del Public Sector Comparator e le possibili applicazioni
4.2.4. La gestione del rischio
4.2.5. La costruzione del security package
4.3. La modellazione economico-finanziaria e gli strumenti di promozione
4.3.1. L'evoluzione del modello di funding
4.3.2. Le fonti tradizionali di finanziamento privato: capitale di rischio e capitale di debito
4.3.3. Il capitale intermedio: mezzanini e debiti subordinati
4.3.4. Il project financing e i fondi infrastrutturali
4.3.5. Il rilancio del PPP: i project bond
4.4. La contribuzione pubblica e la promozione del PPP
4.4.1. Il contributo pubblico in funzione di incentivo
4.4.2. Il ruolo delle garanzie pubbliche
4.4.3. Le recenti misure fiscali di incentivazione

Capitolo V

LA CONTABILIZZAZIONE DEI PARTENARIATI PUBBLICO PRIVATO NEI BILANCI PUBBLICI
5.1. Il trattamento contabile del PPP: principi generali di derivazione UE
5.1.1. Il contesto di riferimento: il Patto di Stabilità e Crescita
5.1.2. I Partenariati nella normativa UE: il SEC 2010, la decisione di Eurostat dell'11/02/2004 e gli impatti su deficit e debito pubblico
5.1.3. La normativa UE e i Partenariati contrattuali
5.1.4. La normativa UE e i Partenariati istituzionali: le società a capitale misto pubblico-privato
5.1.5. Considerazioni finali e prospettiche
5.2. La contabilizzazione dei PPP negli enti locali
5.2.1. Una risposta ai vincoli di bilancio
5.2.2. Gestione dei rischi, trattamento contabile e impatto sui vincoli di bilancio
5.2.3. I vincoli alle società miste pubblico-private
5.2.4. Lo scenario del rinnovato quadro normativo

Capitolo VI
IL PROTAGONISMO PRIVATO A SUPPORTO DEGLI INVESTIMENTI LOCALI: INNOVAZIONI NORMATIVE E SETTORI DI SVILUPPO
6.1. Iniziativa privata per opere fuori programmazione ai sensi dell'articolo 153, comma 19 del Codice dei contratti pubblici
6.1.1. Indicazioni procedurali
6.1.2. Individuazione dei settori di potenziale sviluppo dell'istituto
6.2. La finanza di progetto nei servizi
6.2.1. Una disamina del procedimento di affidamento
6.2.2. Gli ambiti di iniziativa privata da consolidare

Capitolo VII

PROJECT FINANCING TRA GIURISPRUDENZA E DOTTRINA PER UNA GESTIONE OCULATA DEI POSSIBILI RISCHI
7.1. Criticità procedurali emerse in letteratura e dalla giurisprudenza
7.1.1. L'analisi della giurisprudenza
7.1.2. L'analisi della dottrina
7.2. La risposta della giurisprudenza all'iniziativa privata per opere fuori programmazione
7.3. Concessione di servizi: analisi della giurisprudenza


Marco Nicolai,
Docente universitario di Finanza straordinaria presso l'Università degli studi di Brescia. Vicepresidente della Fondazione San Benedetto e coordinatore dell'"Istituto per la finanza innovativa pubblica" della Fondazione Rosselli. Esperto di finanza pubblica ed editorialista sui temi afferenti la finanza straordinaria è autore e curatore di diverse pubblicazioni in materia economico-finanziaria.
Walter Tortorella, Economista, è Capo Dipartimento Economia Locale e Formazione della Fondazione IFEL. Esperto di politiche pubbliche e sviluppo economico è stato Direttore del Centro Documentazione e Studi dei Comuni Italiani ANCI-IFEL, Direttore Ufficio Studi della Fondazione Cittalia ANCI Ricerche. È autore di numerosi articoli in materia di public management e politiche di sviluppo.


Per ricevere
PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO E PROJECT FINANCE
Maggioli Editore • Novità Febbraio 2015
• Pagine 340 • F.to cm. 17x24
• Codice 1074-4 • Euro 45,00

clicchi su

ACQUISTO ON LINE
Garanzie a tutela del Suo acquisto
» Per ogni ulteriore informazione in merito alla presente promozione contatti il Servizio Clienti Maggioli Editore: Tel. 0541/628200 - servizio.clienti@maggioli.it.
» Ai sensi del D.Lgs. 22.5.1999, n. 185, art. 5, Lei ha facoltà di esercitare il diritto di recesso, restituendo il prodotto acquistato entro 10 giorni lavorativi dalla data di ricevimento del medesimo.