Novità maggio 2012
› Rifiuti da costruzione, manutenzione, demolizione
› Adempimenti del produttore 
› Disciplina del trasporto

LA GESTIONE DEI RIFIUTI NEI CANTIERI EDILI
› Controllo tracciabilità (Sistri)
› Registro carico/scarico
nel periodo transitorio
› Sottoprodotti

LA GESTIONE DEI RIFIUTI
NEI CANTIERI EDILI


E. Pelosi, Avvocato e giurista ambientale, illustra e chiarisce l’applicazione della normativa sul corretto smaltimento dei rifiuti nei cantieri temporanei o mobili, anche complessi, ipotizzando ogni tipo di scenario comunque prospettabile.

Un lavoro completo e approfondito che ricostruisce la disciplina ambientale delle specifiche attività di settore e definisce in modo chiaro gli adempimenti di competenza dei singoli soggetti giuridici coinvolti, analizzando in particolare:   
› la gestione dei rifiuti da costruzione e da demolizione,
› la gestione dei rifiuti da attività di manutenzione,
› il produttore dei rifiuti e il regime di responsabilità,
› gli oneri e gli adempimenti del produttore dei rifiuti,
› la gestione di impianti fissi e mobili di recupero di rifiuti in procedura ordinaria e semplificata,
› la disciplina del conferimento dei rifiuti in discarica e in impianti di trattamento con procedure semplificate,
› la disciplina del trasporto di rifiuti in proprio e in conto terzi,
› il sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (Sistri),
› le istruzioni per la compilazione del registro di carico e scarico e delle schede Sistri,
› la gestione dei rifiuti da attività di costruzione e demolizione e la particolare gestione dei rifiuti in cantiere, nel sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (Sistri),
› la gestione dei “sottoprodotti”,
› le sanzioni applicabili.

Aggiornato con le recenti novità normative intervenute, fino alla Legge 14/2012, finalizzato a semplificare un sistema giuridico disorganico e stratificato, minimizzando i rischi sanzionatori connessi allo smaltimento dei rifiuti in cantiere, il volume si presenta così organizzato in ventuno capitoli:


1.
L’IMPORTANZA DI UNA GESTIONE AMBIENTALE DEL CANTIERE.

2.
LA PLURALITÀ DI SOGGETTI GIURIDICI ALL’INTERNO DEL CANTIERE.

3.
IL VIGENTE QUADRO NORMATIVO APPLICABILE IN TEMA DI RIFIUTI.

4.
LA NOZIONE DI “RIFIUTO” NEL TESTO UNICO AMBIENTALE.

5.
LA CLASSIFICAZIONE DEI RIFIUTI.

6.
LE PRINCIPALI DEFINIZIONI FORNITE DAL D.LGS. 152/2006 E S.M.I.

7.
ESCLUSIONI DALL’AMBITO DI APPLICAZIONE.

8.
IL PRODUTTORE DEI RIFIUTI DERIVANTI DA ATTIVITÀ DI COSTRUZIONE E DEMOLIZIONE.

9.
LA RESPONSABILITÀ DELLA GESTIONE DEI RIFIUTI.

10.
IL DEPOSITO TEMPORANEO: NOZIONE E CARATTERISTICHE.

11.
ISTITUZIONE DEL SISTEMA DI CONTROLLO DELLA TRACCIABILITÀ DEI RIFIUTI (SISTRI)
1. Operatività del Sistri per le categorie di soggetti obbligati all’adesione al sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti.
2. Modalità di iscrizione al Sistri.
3. Informazioni da fornire al Sistri.
4. Istruzioni per la compilazione delle Schede Sistri ai sensi dell’allegato III del D.M. Ambiente 219/2011, recante modifiche e integrazioni al D.M. 52/2011, rubricato “Procedura di iscrizione al Sistri”: categoria Produttore/detentore di rifiuti speciali.
5. Particolari tipologie.
6. Modalità operative semplificate tramite associazioni imprenditoriali.
7. Obblighi generali di comunicazione al Sistri.
8. Disposizioni transitorie.
9. Recepimento del sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti nel Testo Unico Ambientale.
10. La gestione dei rifiuti da attività di costruzione e demolizione nel sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti.
11. Produttore - trasportatore iscritti al Sistri.
12. Produttore non iscritto - trasportatore iscritto al Sistri.
13. Produttore/trasportatore che trasporta i propri rifiuti pericolosi.
14. Produttore e trasportatore entrambi non iscritti al Sistri.
15. Trasportatore - Impianto di gestione rifiuti.
16 Trasportatore di rifiuti speciali non iscritto - Impianto di gestione rifiuti.
17. Flusso produttore - gestore senza trasporto.
18. Verifica analitica e accettazione del rifiuto all’impianto di gestione - Stato del rifiuto in attesa della verifica analitica.

12.
LA GESTIONE DEI RIFIUTI DERIVANTI DA ATTIVITÀ DI MANUTENZIONE DELLE INFRASTRUTTURE E LA GESTIONE DEI RIFIUTI PRODOTTI IN CORSO DI ATTIVITÀ DI MANUTENZIONE.

13.
LA GESTIONE DEL REGISTRO DI CARICO E SCARICO DEI RIFIUTI NEL PERIODO TRANSITORIO (FINO ALLA DATA DI ENTRATA A REGIME DELL’OPERATIVITÀ ESCLUSIVA DEL SISTRI).

14.
LA DISCIPLINA GIURIDICA DEL TRASPORTO DEI RIFIUTI E DEL FORMULARIO APPLICABILE NEL PERIODO TRANSITORIO (FINO ALLA DATA DI ENTRATA A REGIME DELL’OPERATIVITÀ ESCLUSIVA DEL SISTRI).

15.
ONERI DEL PRODUTTORE DEI RIFIUTI IN RIFERIMENTO AL CONFERIMENTO DEGLI STESSI IN DISCARICA.

16.
ONERI DEL PRODUTTORE DEI RIFIUTI IN RIFERIMENTO AL CONFERIMENTO DEGLI STESSI IN IMPIANTO DI TRATTAMENTO CON PROCEDURE SEMPLIFICATE.

17.
LE INDICAZIONI DEL TESTO UNICO AMBIENTALE IN TEMA DI AUTORIZZAZIONI PER IMPIANTI DI SMALTIMENTO E DI RECUPERO DEI RIFIUTI.

18.
ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI.

19.
LA GESTIONE DEI “SOTTOPRODOTTI”.

20.
L’ABBANDONO DI RIFIUTI.

21.
LE SANZIONI APPLICABILI: CONSIDERAZIONI GENERALI.


Per ricevere
LA GESTIONE DEI RIFIUTI NEI CANTIERI EDILI
• Maggioli Editore • Novità maggio 2012
Pagine 288 • F.to cm. 17x24 • ISBN 6695.9
Euro 30,60 anziché Euro 34,00
clicchi su

ACQUISTO ON LINE
Garanzie a tutela del Suo acquisto
» Per ogni ulteriore informazione in merito alla presente promozione contatti il Servizio Clienti Maggioli Editore: Tel. 0541/628200 - servizio.clienti@maggioli.it.
» Ai sensi del D.Lgs. 22.5.1999, n. 185, art. 5, Lei ha facoltà di esercitare il diritto di recesso, restituendo il prodotto acquistato entro 10 giorni lavorativi dalla data di ricevimento del medesimo.