Novità gennaio 2015
Guida all’applicazione negli Enti locali della Legge 23 dicembre 2014, n. 190
LE COMPETENZE DIGITALI DEL MANAGER PUBBLICO
Con mappe delle novità contenute in:
› Legge di stabilità (L. 190/2014)
› Milleproroghe (D.L. 192/2014)
› Sblocca Italia (D.L. 133/2014
conv. in L. 164/2014)
› Riforma PA (D.L. 90/2014
conv. in L. 114/2014)

LEGGE DI STABILITA' 2015

Volume di 460 pagine dedicate all'analisi delle disposizioni
in materia fiscale, di bilancio, contabilità, patto di stabilità,
gestione, tributi locali e personale

La Legge di stabilità 2015 trova la sua regolamentazione nella L. 190/2014, in ambito di fiscalità locale non modifica le disposizioni approvate lo scorso anno con l'introduzione della IUC, anzi i limiti previsti per il 2014 alle aliquote Tasi continueranno ad essere applicati anche per il 2015. Sul fronte dei vincoli di finanza pubblica modifica le regole del patto di stabilità sia in termini di calcolo dell'obiettivo sia in termini di voci che compongono il saldo finanziario includendo anche lo stanziamento a titolo di fondo crediti di dubbia e difficile esigibilità che gli enti obbligatoriamente dovranno istituire nel bilancio 2015 per effetto dell'avvio dei nuovi sistemi contabili di cui al D.Lgs. 118/2011. Si prolunga di un anno l'applicazione di alcuni vincoli in materia di contenimento della spesa che avrebbe dovuto terminare con il 2014 (taglio compenso organi di indirizzo, direzione e controllo organi collegiali, spesa per acquisto di mobili e arredi, blocco aggiornamento Istat delle locazioni passive). Il D.L. 90/2014 ha ammorbidito i vincoli assunzionali ma di fatto l'obbligo del ricollocamento del personale provinciale in esubero presso regioni ed enti locali comporterà indirettamente delle ripercussioni sulle tempistiche nonché sulle politiche e i margini assunzionali degli enti stessi.

Questo manuale si apre con quattro efficaci mappe introduttive che sintetizzano in forma schematica tutte le innovazioni di interesse degli Enti locali, favorendo l'immediato inquadramento delle modifiche intervenute e, grazie al rinvio alle pagine di commento, l'agevole consultazione del dettaglio operativo.

Strutturato in cinque sezioni omogenee in materia di:
1. bilancio, contabilità, patto di stabilità e gestione, 2. tributi locali, 3. personale, 4. aspetti fiscali, 5. disposizioni varie, il testo si avvale della competenza e dell'esperienza di Elisabetta Civetta, Funzionario Area Finanziaria di ente comunale, dottore commercialista e revisore dei conti, consulente in materia di contabilità, gestioni associate di servizi, controllo di gestione e nucleo di valutazione, che dipana e chiarisce il groviglio normativo:

»
› La mappa delle novità contenute nella Legge 23.12.2014 n. 190 (Legge di stabilità 2015).
› La mappa delle novità contenute nel D.L. 192/2014 (Decreto Milleproroghe).
› La mappa delle novità contenute nel D.L. 133/2014 (c.d. Sblocca Italia).
› La mappa delle novità contenute nel D.L. 90/2014 (Riforma P.A.).

1.
DISPOSIZIONI IN MATERIA DI BILANCIO, CONTABILITÀ, PATTO STABILITÀ E GESTIONE
1. Approvazione bilanci di previsione
1.1 Differimento del termine per l'approvazione del bilancio di previsione 2015 degli enti locali.
1.2 Differimento del termine per l'approvazione del bilancio di previsione 2014 per le province.
1.3 Termine presentazione documenti contabili per gli enti in sperimentazione.
2. Controllo sull'approvazione del bilancio di previsione.
3. Disposizioni inerenti il patto di stabilità
3.1 Soggetti obbligati.
3.2 Gli obiettivi del patto di stabilità.
3.3 Gli obiettivi del patto in chiave meritocratica.
3.4 Le voci che compongono il saldo finanziario.
3.5 Il meccanismo "sblocca-pagamenti" previsto per l'anno 2015
3.5.1 Anticipazioni di liquidità agli enti locali per pagamento debiti.
3.6 Il sistema dei monitoraggi e dei controlli.
3.7 Il sistema sanzionatorio.
3.8 Premi.
3.9 Patto regionale verticale e orizzontale.
3.10 Patto regionale verticale incentivato.
3.11 Patto regionale integrato.
3.12 Il calendario 2015 per gli adempimenti patto.
3.13 Il quadro normativo disciplinante il patto di stabilità..
4. Disposizioni inerenti i trasferimenti erariali
4.1 Fondo di solidarietà comunale
4.1.1 Rateizzazione somme da recuperare sul fondo di solidarietà 2014.
4.2 Contributi per le Unioni di comuni.
4.3 Contributi per le Fusioni di comuni.
4.4 Contributi a favore di particolari situazioni
4.4.1 Contributi per progetti riferibili a Expo.
4.4.2 Contributi finalizzati alla bonifica di siti di interesse nazionale contaminati dall'amianto.
4.4.3 Contributi per comuni sardi finalizzati ad interventi su edifici scolastici.
4.4.4 Contributo a favore del Comune di Roma.
4.4.5 Contributo a favore del Comune di Milano.
5. Disposizioni inerenti le province
5.1 I "tagli" alle province.
5.2 I divieti imposti alle province.
6. Disposizioni inerenti i permessi a costruire
6.1 Destinazione proventi permessi a costruire al finanziamento della spesa corrente.
6.2 La ritenuta dell'8% sugli interventi edilizi.
7. Disposizioni inerenti l'indebitamento
7.1 I nuovi limiti di indebitamento.
7.2 Rinegoziazione dei mutui.
7.3 Fondo statale finalizzato alla concessione di un contributo in conto interessi.
7.4 Differimento termine pagamento per mutui enti terremotati dell'Emilia.
8. Disposizioni inerenti l'armonizzazione dei sistemi contabili
8.1 Le modifiche apportate all'accantonamento al fondo crediti dubbia e difficile esigibilità.
8.2 Le modifiche apportate all'operazione di riaccertamento straordinario dei residui.
8.3 Le modifiche apportate al bilancio consolidato.
9. Disposizioni inerenti la tesoreria
9.1 Anticipazione di tesoreria.
9.2 Tesoreria unica.
10. Cinque per mille
11. Disposizioni inerenti gli organismi partecipati e i servizi pubblici locali
11.1 Piano di razionalizzazione delle società.
11.2 Acquisizione di informazioni relative alle società partecipate dalle pubbliche amministrazioni.
11.3 Ambiti territoriali e criteri di organizzazione dello svolgimento dei servizi pubblici locali.
11.4 Affidamento diretto del servizio.
11.5 Affidamento alle cooperative sociali di tipo B appalti di forniture e servizi di valore inferiore alla soglia comunitaria.
11.6 Gestione servizio idrico integrato.
12. Disposizioni inerenti le gestioni associate
12.1 Gestione associata delle funzioni fondamentali.
12.2 Le centrali uniche di committenza.
13. Disposizioni tese alla riduzione delle spese
13.1 Proroga taglio dei compensi organi di indirizzo, direzione e controllo e organi collegiali.
13.2 Proroga limiti spesa per l'acquisto di mobili e arredi.
13.3 Proroga del blocco dell'aggiornamento Istat per le locazioni passive.
14. Disposizioni inerenti il codice degli appalti
14.1 Anticipazione del 10% dell'importo contrattuale.
14.2 Semplificazioni per gli interventi indifferibili e di estrema urgenza.
15. Spese funzionamento degli uffici giudiziari.
16. Spese notificazioni richieste agli uffici giudiziari.
17. Election day.
18. Disposizioni inerenti gli enti in pre-dissesto
18.1 Sostituzione ipotesi di bilancio equilibrato in caso di inizio mandato.
18.2 Ripresentazione piano di riequilibrio finanziario.
18.3 Utilizzo fondo rotazione.
19. Disposizioni a favore di fornitori di pubbliche amministrazioni
19.1 Semplificazione per favorire la cessione dei crediti certificati.
19.2 Compensazione da parte dei fornitori di cartelle esattoriali con crediti verso P.A.

2.
DISPOSIZIONI IN MATERIA DI TRIBUTI LOCALI
1. Disposizioni inerenti l'imposta municipale propria
1.1 IMU terreni agricoli.
1.2 Rendita catastale opifici.
1.3 IMU fabbricati colpiti eventi sismici.
1.4 Riduzione aliquote per le locazioni.
1.5 IMI e deducibilità dalle imposte.
2. Disposizioni inerenti la Tasi
2.1 L'aliquota ai fini Tasi.
2.2 Esenzione per gli immobili terremotati dell'Abruzzo.
3. Rifiuti ammessi in discarica.
4. Disposizioni inerenti la riscossione
4.1 Proroga attività riscossione Equitalia.
4.2 Le disposizioni inerenti il discarico dell'agente delle riscossioni comunicazione inesigibilità
4.2.1 Ridefinizione di alcune fattispecie che danno diritto al discarico.
4.2.2 Procedura di discarico per inesigibilità e reiscrizione nei ruoli.
4.2.3 Termini di presentazione delle comunicazioni di inesigibilità.
4.2.4 Restituzione somme agli agenti della riscossione.
4.2.5 Comitato di indirizzo e verifica dell'attività di riscossione.
5. Partecipazione dei comuni al contrasto evasione fiscale.
6. Misura del saggio di interesse legale.
7. Introduzione di misure di agevolazione
7.1 Misure di agevolazione della partecipazione delle comunità locali in materia di tutela e valorizzazione del territorio.
7.2 Agevolazioni per la realizzazione di reti di comunicazione elettronica a banca ultra-larga.

3.
DISPOSIZIONI IN MATERIA DI PERSONALE
1. Disposizioni inerenti le assunzioni di personale
1.1 Assunzioni di personale negli enti soggetti al patto di stabilità.
1.2 Assunzioni di personale negli enti non soggetti al patto di stabilità.
1.3 La spesa del personale nell'ambito della gestione associata dei servizi.
1.4 Le voci di spesa del personale da considerare ai fini del relativo tetto.
2. Limiti alla spesa di personale in forma flessibile.
3. Disposizioni in materia di personale per le province
3.1 I divieti in materia di assunzioni di personale.
3.2 Mobilità del personale delle province.
4. I controlli attribuiti all'organo di controllo.
5. Disposizioni inerenti alcune voci del trattamento accessorio
5.1 Incentivi per la progettazione.
5.2 Compensi avvocatura.
5.3 Diritto di rogito del segretario comunale e provinciale e abrogazione del provento annuale dei diritti di segreteria.
6. Disposizioni in materia di lavoro straordinario
6.1 Lavoro straordinario per zone terremotate.
6.2 Lavoro straordinario per Expo 2015.
7. Disposizioni tese alla riduzione della spesa di personale
7.1 Indennità di vacanza contrattuale e rinnovi contrattuali.
7.2 Il blocco alle progressioni di carriera.
8. Abolizione dell'istituto del trattenimento in servizio.
9. Divieto di conferimento di incarichi a soggetti in quiescenza.
10. Disposizioni inerenti il D.Lgs. 165/2001
10.1 Le modifiche apportate all'istituto della mobilità obbligatoria e volontaria.
10.2 Personale in disponibilità e assegnazione nuove mansioni.
11. Disposizioni sul personale dirigenziale delle regioni e degli enti locali.
12. Personale ex art. 90 Tuel (Organi di staff).
13. Disposizioni inerenti il personale degli organismi partecipati
13.1 Riduzione della spesa del personale negli organismi partecipati.
13.2 Mobilità del personale tra società partecipate dalle pubbliche amministrazioni.
13.3 Nomina dei dipendenti nei consigli di amministrazione delle società partecipate.
14. Riduzione di distacchi, aspettative e permessi sindacali.
15. Tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti.
16. Semplificazioni per i soggetti con invalidità.

4.

DISPOSIZIONI IN MATERIA FISCALE
1. Disposizioni in materia di IVA
1.1 Il reverse charge.
1.2 Lo split payment.
1.3 Aumento delle aliquote IVA.
2. Bonus 80 euro.
3. Buoni pasto.
4. Disposizioni in materia di Irap.

5.
DISPOSIZIONI VARIE
1. Disposizioni inerenti il trasporto pubblico
1.1 Rinnovo veicoli trasporto pubblico locale.
2. Fondo per l'accoglienza dei minori stranieri non accompagnati.
3 Centri di accoglienza.
4. Programma di recupero di immobili e alloggi di edilizia residenziale pubblica.
5. Disposizioni in materia edilizia.
6. Entrata in vigore della legge di stabilità.


Per ricevere
LEGGE DI STABILITA' 2015
Maggioli EditoreGennaio 2015
Pagine 460 • F.to cm. 17x24
Codice 88-916-0878-9 • Euro 60,00
clicchi su

ACQUISTO ON LINE
Garanzie a tutela del Suo acquisto
» Per ogni ulteriore informazione in merito alla presente promozione contatti il Servizio Clienti Maggioli Editore: Tel. 0541/628200 - servizio.clienti@maggioli.it.
» Ai sensi del D.Lgs. 22.5.1999, n. 185, art. 5, Lei ha facoltà di esercitare il diritto di recesso, restituendo il prodotto acquistato entro 10 giorni lavorativi dalla data di ricevimento del medesimo.